Outlander

By

Publisher: Bantam Doubleday Dell Publishing Group Inc

4.2
(2060)

Language: English | Number of Pages: 627 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) German , Italian , Spanish , French , Portuguese , Dutch , Swedish , Chi simplified , Polish , Czech

Isbn-10: 0385302304 | Isbn-13: 9780385302302 | Publish date: 

Also available as: Mass Market Paperback , Paperback , Audio CD , Audio Cassette , School & Library Binding , Unbound , Others , eBook

Category: Fiction & Literature , Romance , Science Fiction & Fantasy

Do you like Outlander ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Claire Randall is leading a double life. She has a husband in one century, and a lover in another...In 1945, Claire Randall, a former combat nurse, is back from the war and reunited with her husband on a second honeymoon—when she innocently touches a boulder in one of the ancient stone circles that dot the British Isles. Suddenly she is a Sassenach—an "outlander"--in a Scotland torn by war and raiding border clans in the year of our Lord...1743.Hurled back in time by forces she cannot understand, Claire's destiny in soon inextricably intertwined with Clan MacKenzie and the forbidden Castle Leoch. She is catapulted without warning into the intrigues of lairds and spies that may threaten her life ...and shatter her heart. For here, James Fraser, a gallant young Scots warrior, shows her a passion so fierce and a love so absolute that Claire becomes a woman torn between fidelity and desire...and between two vastly different men in two irreconcilable lives.
Sorting by
  • 4

    Un inizio fantasy, motore della vicenda, ma che si perde e quindi anche i non amanti del genere possono tranquillamente immergersi nell'avventura di Claire, donna forte e decisa, che sa cosa vuole e c ...continue

    Un inizio fantasy, motore della vicenda, ma che si perde e quindi anche i non amanti del genere possono tranquillamente immergersi nell'avventura di Claire, donna forte e decisa, che sa cosa vuole e come ottenerlo e sopratutto di grande cuore.
    L'autrice è brava nel lasciare qua e là descrizioni di quelle meravigliose terre, spunti e aneddoti sulle condizioni e abitudini degli scozzesi del 700 che non annoiano perché ben si legano alle avventure/disavventure della protagonista.
    Primo libro di una lunga serie..il secondo volume è già sul mio comodino!
    Ps. Un appunto sulla copertina: con tutte le belle immagini che si potevano trarre dalla serie tv omonima (davvero fedele al testo e ben fatta) perché proprio questa!?!?

    said on 

  • 3

    NI NI NI

    Già sento i fischi dei pomodori che la maggior parte delle fans della Gabaldon, con ogni probabilità vorrebbero lanciarmi… perché per me questo libro è un grande NI.
    Ma la pecora nera che è in me scal ...continue

    Già sento i fischi dei pomodori che la maggior parte delle fans della Gabaldon, con ogni probabilità vorrebbero lanciarmi… perché per me questo libro è un grande NI.
    Ma la pecora nera che è in me scalpita per dire la sua!
    Adesso, tanto di cappello all’autrice, che comunque ha una scrittura fantastica e molto scorrevole, tanto che mi sono letta un libro di 800 pagine in un tempo relativamente breve.
    Non mi hanno convinto però un bel po’ di cose.
    La prima è la facilità con cui Claire si dimentica di provenire da un’altra epoca.
    Fossi stata lei sarei svenuta dal terrore, invece la protagonista (FORTUNATA), si fa un piantino tra le braccia del bel Jamie, posa il suo sedere su di una panchina, coltiva il suo orticello e intanto gira intorno come una gatta pronta a prendere il suo bel topone tra le grinfie (e di questo, badate bene, non gliene ne faccio una colpa… anzi!). Ma ok, in fondo nel primo capitolo ci era stato detto che la nostra Claire era una tosta, testarda e con la capacità di far capitolare quasi tutti gli uomini presenti.
    Della parte storica non mi quadrano alcune cose, molti fatti citati sono, secondo me, non riportati a dovere, mentre altri troppo approfonditi. Per me, devo dire la verità, le prime 200 pagine sono state una tortura, dopo, la storia è migliorata ma alla fine non mi sono sentita affatto soddisfatta. Sicuramente il libro in alcune parti poteva essere snellito, anche se ammetto che la descrizione riguardate la vita quotidiana della Scozia del 1743 è molto affascinante.
    Si salva il personaggio di Jamie, questo si.
    Dolce, simpatico, alla mano e molto masculo senza però mai sbandare nel banale.
    Insomma questo libro si legge solo per lui diciamo la verità!
    Non so quanto sia stata una buona idea mischiare il genere storico, al fantasy e ai viaggi nel tempo.
    Di questo libro (grazie anche alla serie TV, che adesso sono curiosa di vedere) se ne è parlato tantissimo, troppo, con un entusiasmo che ha fatto salire le mie aspettative alle stelle.
    Si, mi aspettavo la perfezione , invece mi è sembrato solo tutto un enorme calderone.

    said on 

  • 3

    Mah...

    Francamente non condivido tutto questo entusiasmo... Non mi ha appassionato per niente. E certe cose talmente prevedibili... i soliti personaggi stereotipati... Poteva incontrare mica un campagnolo tr ...continue

    Francamente non condivido tutto questo entusiasmo... Non mi ha appassionato per niente. E certe cose talmente prevedibili... i soliti personaggi stereotipati... Poteva incontrare mica un campagnolo troglodita e arretrato... Noooo, bello, figo, valoroso... Chi più ne ha più ne metta... Che noia...
    Ma poi di una lentezza...

    said on 

  • 3

    Oddio.... e che posso dire di 'sto libercolo... me ne aveva parlato una collega conoscendo la mia passione per la Scozia, e sapevo che proprio nella zona delle Highlands dove mi reco di solito stavano ...continue

    Oddio.... e che posso dire di 'sto libercolo... me ne aveva parlato una collega conoscendo la mia passione per la Scozia, e sapevo che proprio nella zona delle Highlands dove mi reco di solito stavano girando una specie di telefilm tratto proprio da questa saga, quindi mi son detta: "diamogli una possibilità" anche se subodoravo di già l'harmony pseudo-storico. E infatti. Devo dire tuttavia che letto tra le Highlands, con sottofondo di cornamuse, aveva quasi il suo perché, e del resto alla fine è quasi impossibile non divorare i polpettoni romantici, anche per i cinici senzacuore come la sottoscritta. Non è stato comunque facile perchè il libro scorre lentissimo e francamente se ne avessero tagliato il 50% non ne avrei sentito la mancanza: praticamente ad ogni pagina di trama corrispondono 30 pagine dei due che s'accoppiano instancabili in ogni luogo e in ogni lago, l'approfondimento psicologico dei personaggi non è pervenuto, i dialoghi sembrano liberamente tratti dai baci perugina e lasciamo perdere la non indifferente componente trash, che se non altro a volte mi ha fatta cappottare dalle risate.
    So che dopo questo ci son tipo un milione di altri libri e devo dire di essere curiosa: quale altra disgrazia potrebbe capitare a quei due? Ormai l'autrice s'è giocata frustate, torture, stupri.... come ha fatto a riempire tutti quegli altri libri? Al prossimo viaggio in Scozia, tra breve spero, penso proprio di continuare la saga, nonostante tutto.

    said on 

  • 4

    Esta novela es la primera de una saga que de momento dispone de nueve entregas.

    Empieza cuando Claire, inglesa, enfermera en la II Guerra Mundial y una vez acabada ésta, decide ir con su marido Frank ...continue

    Esta novela es la primera de una saga que de momento dispone de nueve entregas.

    Empieza cuando Claire, inglesa, enfermera en la II Guerra Mundial y una vez acabada ésta, decide ir con su marido Frank a Escocia en una especie de luna de miel, en la que Frank intenta recabar datos de sus antepasados.

    Un amanecer deciden ir a un monte, donde alrededor de un círculo de piedras, las brujas del lugar realizan un ritual. Allí es donde Claire de repente entra en trance y se transporta al año 1.734, encontrándose con uno de los antepasados de su marido. El malvado Capitán Randall.
    Es ahí donde conoce también a Jaime y su familia con el que se reencontrará con el amor y no sabrá si debe o no volver a su presente. Claire además trendrá que sobrevivir a las continuas acusaciones de espía, ya que no se fían mucho de los ingleses y tanto ella como Jaime tenrán que vérselas con el Capitán Randall.

    Me ha gustado mucho la ambientación de la novela, aunque como he dicho antes, a parte de ser extensa, sus capítulos tienen un gran número de páginas. No es una novela para poder leerla del tirón. Quizás a mi me gusten más las que tienen más ritmo. Así que si os decidís a leerla, buscar el momento más adecuado para ello.

    Yo de momento tengo preparada la primer temporada de la serie en la que están basados los libros, "Outlander", aunque ya se han estrenado los primeros capítulos de la segunda, para verlos con más calma.

    said on 

  • 2

    la storia, la trama è davvero molto bella! ma ho trovato difficile leggere tutte le pagine.. a tratti ho trovato la stesura molto noiosa costringendomi a saltare numerose pagine! ho preferito di gran ...continue

    la storia, la trama è davvero molto bella! ma ho trovato difficile leggere tutte le pagine.. a tratti ho trovato la stesura molto noiosa costringendomi a saltare numerose pagine! ho preferito di gran lunga la serie tv ( raramente preferisco i film ai libri) anche se in entrambi i casi le scene di sesso sono piuttosto esplicite e più che "da contorno" della storia fanno da "colonne portanti".. per i miei gusti con una storia così avvincente erano evitabili!

    said on 

  • 5

    Completamente fregata!

    Lo sapevo... questo libro mi ha completamente fregata! Ora non potrò fare a meno di leggere tutti gli altri libri che seguono, e da quanto ho appreso da Wikipedia, sono parecchi.
    Non ho mai visto la s ...continue

    Lo sapevo... questo libro mi ha completamente fregata! Ora non potrò fare a meno di leggere tutti gli altri libri che seguono, e da quanto ho appreso da Wikipedia, sono parecchi.
    Non ho mai visto la serie, quindi non posso fare un paragone, posso solo giudicare il libro che, per quanto mi riguarda, è fantastico!!! Scritto bene, scorrevole, molto coinvolgente, personaggi ben costruiti.. credo di essermi innamorata follemente di Jamie! :D

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    Ho visto prima la serie tv, quindi ci ho messo un po' ad ingranare nella lettura, sapendo già cosa succedeva. Nonostante i piccoli dettagli che sono stati cambiati, direi che sono stati molto fedeli a ...continue

    Ho visto prima la serie tv, quindi ci ho messo un po' ad ingranare nella lettura, sapendo già cosa succedeva. Nonostante i piccoli dettagli che sono stati cambiati, direi che sono stati molto fedeli al libro. Credo che anche qualcun altro abbia pensato che il tipo che all'inizio Frank vede guardare la finestra di Clare sia proprio Jamie. Non resta che scoprire come arriva nel futuro. Clare si fa tanti problemi di influenzare e cambiare il futuro dove è nata, ma secondo me spreca solo energie. Non essendo la prima volta che leggo qualcosa sui viaggi nel tempo, credo che al momento della sua nascita i fatti che lei crede stiano cambiando il tempo erano già accaduti. E' difficile da spiegare, ma secondo me era tutto già accaduto, quindi sono anche portata a pensare che Randall non sia affatto morto sotto la mandria di mucche. Queste storie contorte riservano sempre qualche sorpresa, le adoro!
    Ora passo subito a L'amuleto d'ambra.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    1

    Questo è quanto

    Premessa: non sapevo nulla di “Outlander”, a parte che ne era stato tratto un telefilm abbastanza seguito. Per il resto l’ho preso perché la Scozia mi affascina, il periodo in cui è ambientato pure e ...continue

    Premessa: non sapevo nulla di “Outlander”, a parte che ne era stato tratto un telefilm abbastanza seguito. Per il resto l’ho preso perché la Scozia mi affascina, il periodo in cui è ambientato pure e l’idea del viaggio nel tempo mi divertiva.
    Avrei fatto meglio a tenermi stretto stretto Doctor Who e basta. Ho abbandonato l’impresa arrivata a metà libro (che comunque non è poco, visto che parliamo di un bel mattone) e non ho nessun rimpianto.
    Innanzitutto la protagonista, Claire: non saprei neanche come descriverla. È un’infermiera e cura i malati e i feriti quando ce ne sono, dopodiché... il nulla. Ha una caratterizzazione sorprendentemente carente. Diciamo che fa battute taglienti – la proboscide del mio vecchio elefante di peluche è più tagliente dei suoi commenti, quindi diciamo che in teoria fa battute taglienti; è “sboccata”, ovvero ogni tanto dice una parolaccia e questa cosa fa sempre un grande effetto su tutti; fa le cose senza riflettere, come quando si fa catturare dal super cattivo cattivissimo Capitano Randall perché, senza neanche sapere bene dove andare, pensa bene di andarsene tutta sola a piedi a cercare il cerchio di pietre. Ah, e quasi annega per questo. Ah, e poi Jamie (che ha già parecchie cose in sospeso con Randall, e Claire lo sa) la deve andare a riprendere prima che la facciano a pezzi. Ah, e Jamie per fare questo mette anche a rischio tutto il resto del gruppo con cui lui e Claire erano in viaggio, ma insomma, dettagli, Claire voleva tornare al cerchio di pietre.
    A proposito, vediamo ora cosa fa Claire, dopo avere cercato di fornire una descrizione del suo carattere: quando non cura qualcuno, Claire pensa a come tornare al cerchio di pietre; quando non pensa a come tornare al cerchio di pietre sta con / fa l’amore con Jamie; quando non fa l’amore con Jamie rischia di essere stuprata. Questo è quanto.
    Non sono riuscita a provare la minima empatia, anche se non dovrebbe essere difficile provarla per un personaggio che improvvisamente si trova catapultato indietro di due secoli. Eppure niente, Claire riesce a essere solamente irritante.
    L’antagonista è Jonathan Randall, ovvero un perfido capitano inglese che esercita la propria autorità provando a possedere carnalmente ogni cosa che respira. Definirlo “un personaggio piatto” è già dargli una dimensione di troppo, quindi questo è quanto anche per lui.
    L’ultimo personaggio di rilievo è Jamie – il povero Frank lo lascio dov’è, ovvero a guardarsi i suoi documenti e alberi genealogici, tanto la caratterizzazione si è persa per strada anche lui. In effetti, Jamie è l’unico con un background ben costruito, con una lunghissima serie di avventure, ingiustizie e sofferenze alle spalle, ma da bravo eroe riesce anche a mantenersi coraggioso, sincero, leale, sensibile, comprensivo etc etc persino quando ha a che fare con Claire, il che è tutto dire. Jamie è l’unica cosa che mi ha permesso di arrivare a metà libro.
    I personaggi secondari sono abbozzati male a tal punto che scambiando i loro nomi nei dialoghi o negli eventi non si perderebbe niente. Potrebbero anche essere indicati come “Personaggio secondario 1”, “Personaggio secondario 2” e così via, e sarebbe esattamente la stessa cosa. Utili solo a non lasciare completamente vuoto lo sfondo.
    La trama? Fondamentalmente è un romanzo rosa a sfondo storico. Mi vanno benissimo i romanzi rosa, non mi vanno bene i romanzi rosa scritti male, e questo lo è decisamente: scene di sesso quel tanto che serve a dare un po’ di piccante alla situazione, anzi, anche qualcosa in più; tentate violenze messe a ripetizione solo per creare un po’ di suspense. La parte storica è gestita malissimo, e serve solo da sfondo a una sequenza di “Vediamo come sta quel bel ragazzo che ho curato l’altra notte”, “Uhm, quel bel ragazzo sta baciando un’altra, ora lo punzecchio”, “Oh no, non voglio proprio sposare quel bel ragazzo”, “Oh sì, Jamie, ancora!”.
    Noioso, ripetitivo, banale. Non ci ho trovato veramente nulla e lo sconsiglio vivamente. Pensare poi che è solo il primo di una saga...
    Salvo una cosa: l’ambientazione. Gli scenari descritti e le leggende a cui si accenna sono estremamente suggestivi. Per il resto, averci speso tre euro è stato anche troppo.

    said on 

Sorting by