Padri e figli

Voto medio di 1.897
| 108 contributi totali di cui 63 recensioni , 45 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Quando nella casa di campagna di Nikolaj Kirsanov arriva il figlio Arkadij conl'amico Evgenij Bazarov, si delinea subito il conflitto tra vecchie e nuovegenerazioni. Evgenij è un giovane medico, fiducioso solo nelle scienze sperimentali, un ... Continua
Ha scritto il 23/09/17
Rispetto ad altri autori russi, Turgenev sembra esprimere più apertamente il suo sentimentalismo. I personaggi principali di questo suo romanzo sono Arcadij e Bazarov. Essi hanno un rapporto allievo-maestro, ma anche d'amicizia. Bazarov è un ..." Continua...
Ha scritto il 08/09/17
Ovviamente un capolavoro
Conflitti interiori ed esteriori, familiari, amichevoli ed amorosi: un quadro perfetto della Russia nuova che combatte con le vecchie idee tradizionaliste. Arcadio e Basarow si dicono "nichilisti", ma lo intendono e lo attuano in modo assai diverso, ..." Continua...
Ha scritto il 06/09/17
SPOILER ALERT
Credo che Turgenev con Padri e figli abbia saputo congelare un’epoca, o meglio, un breve periodo di tempo all’interno di essa. È la società russa che vive un conflitto tra tradizione e rinnovamento, dove le idee conservatrici e aristocratiche ..." Continua...
Ha scritto il 30/07/17
Un capolavoro assoluto
Ha scritto il 07/07/17
Il romanzo datato 1862 apre la fase più importante della produzione dell’autore russo e segue il successo della raccolta di racconti “Memorie di un cacciatore”(1852), all’epoca fu accolto da notevoli e prolungate polemiche e da giudizi ..." Continua...
  • 17 mi piace
  • 8 commenti

Ha scritto il Sep 14, 2017, 14:15
Tacevano entrambi, ma proprio nel modo in cui tacevano, in cui sedevano vicini, si mostrava una fiduciosa complicità: era come se ognuno, senza pensare al vicino, si rallegrasse in segreto della sua vicinanza.
Ha scritto il Aug 26, 2017, 10:23
Tacevano entrambi, ma proprio nel modo in cui tacevano, in cui sedevano vicini, si mostrava una fiduciosa complicità: era come se ognuno, senza pensare al vicino, si rallegrasse in segreto della sua vicinanza.
Ha scritto il Aug 03, 2017, 09:09
si lasciò cadere su una sedia e lasciò cadere la testa sul petto."Ci ha lasciati, ci ha lasciati", balbettò, "ci ha lasciati, con noi si è annoiato. Adesso sono solo soletto", ripetè più volte e ogni volta alzava davanti a sè la mano chiusa ... Continua...
Ha scritto il Aug 03, 2017, 09:09
si lasciò cadere su una sedia e lasciò cadere la testa sul petto."Ci ha lasciati, ci ha lasciati", balbettò, "ci ha lasciati, con noi si è annoiato. Adesso sono solo soletto", ripetè più volte e ogni volta alzava davanti a sè la mano chiusa ... Continua...
Ha scritto il Mar 07, 2017, 08:36
"Chi sa troppo, invecchia presto."

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi