Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Padrona del gioco

Di

Editore: Sperling & Kupfer

3.8
(343)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 539 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco , Francese , Portoghese , Olandese

Isbn-10: 8878240001 | Isbn-13: 9788878240001 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Tascabile economico , Copertina rigida , Copertina morbida e spillati

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Romance

Ti piace Padrona del gioco?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Kate Blackwell, donna altera e volitiva, maestra nel gioco pericoloso ed eccitante del potere. La fortuna della dinastia che porta il suo nome ha risvolti oscuri e inconfessabili: ma lei, la grande patriarca, conosce gli intrighi, le passioni, le ambizioni di ogni membro della famiglia, che sa manovrare con eccezionale destrezza.
Ordina per
  • 5

    Vabbè, Sheldon è Sheldon!

    Buona sera dolcissimi lettori! Dunque, è da un bel po' di tempo che non scrivo su questo povero blog, ma siccome oggi ho terminato gli esami universitari non potevo far altro che festeggiare con una recensione. Il libro di oggi è di un autore che io AMO, ADORO, VENERO, a cui farei da schiava vita ...continua

    Buona sera dolcissimi lettori! Dunque, è da un bel po' di tempo che non scrivo su questo povero blog, ma siccome oggi ho terminato gli esami universitari non potevo far altro che festeggiare con una recensione. Il libro di oggi è di un autore che io AMO, ADORO, VENERO, a cui farei da schiava vita natural durante (se fosse ancora vivo XD). Purtroppo lui non c'è più ma ci ha lasciato un patrimonio letterario che dovrebbe essere nella memoria di tutti, ma che sfortunatamente conoscono in pochi. Bene, io sono tra quei pochi e mi sento in dovere di diffondere il suo verbo. Bando alle ciance, l'autore è Sidney Sheldon, il grandissimo, Sidney Sheldon. Ora probabilmente qualcuno di voi penserà che esageri, ma vi assicuro, non è così. Questo fantastico autore l'ho conosciuto grazie al mio dolce nonnino, anche lui affetto da LCC (Leggite Compulsiva Cronica) che inconsapevolmente mi ha lasciato un grande regalo, il più bello di tutti; e anche se non ho ereditato da lui la mente analitico-matematica, fortunatamente mi sono beccata la LCC e ne sono fierissima.
    Veniamo al libro: Padrona del gioco..Che dire? Mi vien da paragonarlo ad un vortice, non solo per la struttura formale, ma anche e soprattutto per l'attenzione quasi morbosa che cattura il lettore e che non ne vuole sapere di scemare e farlo andare a dormire (sigh!). Il libro ha un'unica indiscussa protagonista: Kate Blackwell, di cui seguiremo le vicissitudini dalla nascita fino all'età di novant'anni. Il romanzo però, non comincia con la nascita di Kate, ma con la partenza di suo padre, Jamie McGregor, per il Sud Africa. Jamie, prima di arrivare a costruire il suo impero (del quale Kate sarà l'unica erede), dovrà affrontare una serie di pericoli ed esperienze pazzesche, dovrà ritrovarsi più e più volte faccia a faccia con la morte e dovrà vedersela con i pionieri più anziani che sono solo degli abilissimi sfruttatori. Dopo che Jamie, con l'aiuto del suo fedele amico bantù, Banda, riuscirà a trovare i tanto agognati diamanti, solo un sentimento prenderà possesso della sua mente: la vendetta. Ed è proprio da questa sua sete di vendetta che nascerà la nostra protagonista Kate.

    Ella si ritroverà a dover gestire un colosso dell'economia, dapprima con l'aiuto di suo marito David, poi cercando di convincere figlio e nipoti a prenderne il comando dopo la sua morte. A questo punto vi sarete annoiati, ma vi assicuro che non si tratta né di un romanzo storico, né tantomeno di una mera successione di eventi in un'azienda. Il romanzo è la mente calcolatrice di Kate, è racchiuso nei suoi sabotaggi ai danni dei familiari che, il più delle volte, sfoceranno in tragedie inaudite. Nonostante questo però, non riuscirete a vedere Kate come il "cattivo" della storia, anche se le sue azioni sono tutt'altro che altruistiche e sortiscono effetti disastrosi. Detto questo, trovo alquanto difficile descrivervi i libri di Sheldon perché le trame sono talmente complesse e talmente belle che ogni parola mi sembra riduttiva. Insomma, semmai voleste leggere un genere del tutto nuovo e fuori dal comune vi consiglio assolutamente il buon Sidney (perché oramai siamo amici). Del resto, non ha vinto un Oscar, un Grammy, e un Edgar, così, perché era simpatico (anche se secondo me lo era XD), ma per il suo indiscusso e indiscutibile talento, che però, tende ad essere oscurato da "fenomeni da baraccone editoriali" di dubbio gusto.
    Bene lettori, spero di avervi persuaso a leggere il mio adorato, e se così non fosse, manderò il mio cane nelle vostre case di notte a rubare tutte le vostre scarpe sinistre X**D.

    ha scritto il 

  • 3

    Posso dire di aver letto almeno un libro del cosiddetto “Mister Bestseller”. L’avevo già letto da ragazzino e l’avevo trovato geniale. Ora mi è parso molto molto banale, e son felice sia così, perché vuol dire che sono cresciuto. La trama è comunque intrigante e la lettura scorre via veloce

    ha scritto il 

  • 1

    Gara d'autore Giugno

    Di sicuro non è il mio genere di lettura, almeno non più.
    E'un polpettone un pò banale di alta società, avventura ai limiti del probabile e luoghi comuni...le due gemelle che si scambiano i ruoli è troppo banale.
    Brutto!

    ha scritto il 

  • 4

    Finito i 2 giorni! non sono riuscita a staccarmene....la mia parte preferita è sicuramente la prima, comunque....incredibilmente appassionante... anche io ho una gemella...meno male che lei non è come Eve......

    ha scritto il 

Ordina per