Ha scritto il 01/03/17
Una storia contadina. Non mi ha entusiasmato
Ha scritto il 25/01/17
Mi sono sempre tenuta lontana da Pavese perché "a pelle" sentivo che non ci sarebbe stata sintonia, quando vedevo i suoi libri non mi parlavano, non mi dicevano "leggimi". E niente, alla fine mi sono detta "sei una capra, almeno provaci". L'ho ..." Continua...
Ha scritto il 23/09/16
“Case non se ne vedevano, ma stradette che ogni tanto sparivano sotto le piante… …Dall’altra parte della valle si vedevano i lumi di Monticello; ma tutto il vuoto era come una nebbia…”
Fedele alle indicazioni di Italo Calvino, nella sua seconda prefazione a “Il sentiero dei nidi di ragno”, che indicava in un immaginario triangolo costituito da “Paesi tuoi” di Cesare Pavese, “Conversazione in Sicilia” di Elio Vittorini ..." Continua...
  • 15 mi piace
  • 8 commenti
Ha scritto il 31/07/16
Pavese è un ritorno a casa. Ogni tanto devo rileggerlo. Paesi tuoi scarno, terra e sangue. Un capolavoro
  • 1 mi piace
Ha scritto il 04/07/16
Asciutto, essenziale, amaro, bellissimo

Ha scritto il Sep 01, 2010, 18:00
Quando le donne parlano ridendo è come un uomo che vi prende da parte per darvi un consiglio.
Pag. 119
Ha scritto il Sep 01, 2010, 17:59
Perché il bello in campagna è che tutto ha il suo odore, e quello del fieno mi dava alla testa: un profumo che le donne, solo che abbiano il sangue un po’ sveglio, dovrebbero stendersi.
Pag. 77

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Apr 21, 2016, 13:58
853.9
PAV 6752
Letteratura Italiana

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi