Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Papi

Uno scandalo politico

Di ,,

Editore: Chiarelettere

4.0
(316)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 336 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8861900631 | Isbn-13: 9788861900639 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Crime , Non-fiction , Political

Ti piace Papi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Non posso stare con un uomo che frequenta le minorenni." Veronica Lario

La distinzione fra pubblico e privato è manichea: un politico deve sapere che ogni aspetto della sua vita è pubblico. Se non accetta questa regola rinunci a fare il politico. Augusto Minzolini, oggi direttore del Tg1, 29 ottobre 1994

Così si sceglie la nuova classe politica italiana. Prima nelle residenze del Cavaliere, poi al Parlamento europeo o negli enti locali. Tra escort, ballerine, modelle e tanta musica. Dal vivo. Uno spettacolo come in TV, quella che piace al premier. Con l'aggiunta di personaggi alla Gianpi Tarantini, grande navigatore nel mare della politica truccata a colpi di mazzette e party da jet set, tra cocaina e frequentazioni pericolose. Telefonate su telefonate e testimonianze dirette. A partire da quella di Patrizia D'Addario, la squillo all'ultimo momento esclusa dalle elezioni europee.
Questo libro ricostruisce fatti privati che diventano pubblici ed espongono Papi-Silvio a ogni sorta di ricatto, trascinando l'Italia al punto più basso del suo discredito internazionale.
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Così si sceglie la nuova classe politica italiana. Prima nelle residenze del Cavaliere, poi al Parlamento europeo o negli enti locali. Tra escort, ballerine, modelle e tanta musica. Dal vivo.Questo libro ricostruisce fatti privati che diventano pubblici ed espongono Papi-Silvio a ogni sorta di ri ...continua

    Così si sceglie la nuova classe politica italiana. Prima nelle residenze del Cavaliere, poi al Parlamento europeo o negli enti locali. Tra escort, ballerine, modelle e tanta musica. Dal vivo.Questo libro ricostruisce fatti privati che diventano pubblici ed espongono Papi-Silvio a ogni sorta di ricatto, trascinando l'Italia al punto più basso del suo discredito internazionale.

    ha scritto il 

  • 4

    Agghiacciante.
    Il solo modo per uscirne senza vomitare è farsene una ragione.

    Mi spiego (dal mio blog).
    Il problema è stato "come arrivare alla fine senza vomitare".
    Ce l'ho fatta ed ho anche trovato l'antidoto.

    Il solo modo per uscirne senza vomitare è farsene un ...continua

    Agghiacciante.
    Il solo modo per uscirne senza vomitare è farsene una ragione.

    Mi spiego (dal mio blog).
    Il problema è stato "come arrivare alla fine senza vomitare".
    Ce l'ho fatta ed ho anche trovato l'antidoto.

    Il solo modo per uscirne senza vomitare è farsene una ragione.
    C'è stato un momento (non ricordo più quale, ma ha poca importanza), durante la lettura, che mi ha inchiodato. Improvvisamente sono stat* proiettat* nel passato ed ho visto me stess* sedut* in un teatro!
    Diamine, perché, che c'entra?!
    Confesso: tengo sempre in grande considerazione le mie botte paranormali. Ci azzeccano due volte su tre. Ed anche stavolta hanno colto nel segno.

    Indietro nel tempo: tanti anni fa, Stratford-upon-Avon, teatro scespiriano. In cartellone, Richard III.
    "Now is the winter of our discontent
    Made glorious summer by this sun of York".
    E' l'incipit della tragedia, un incipit che non avrebbe nemmeno bisogno della traduzione, tanto è semplice: "Ora l'inverno del nostro scontento/si è fatto estate gloriosa sotto questo sole di York".
    Eppure, in rete ho trovato, da parte di molti traduttori, questa memorabile variante:
    "Ormai l’inverno del nostro travaglio
    s’è fatto estate sfolgorante ai raggi di questo sole di York".
    Così: Travaglio, nero su bianco.

    Adesso è tutto chiaro, proprio tutto. E' chiaro, soprattutto, il perché la stampa estera, e in specie la stampa anglosassone, si è buttata a capofitto sul nostro Papi e le sue avventure politico-amorose.
    Pruderie? Voyerismo?
    Ma neanche per sogno. Rispetto a noi i figli di Albione hanno una marcia in più. Oltre ad una televisione pubblica decente, nel DNA hanno, semplicemente, Scespir. William Shakespeare da Stratford-upon-Avon.
    Grazie a lui, solo adesso capisco che l'incredibile Berlusca nostro non è un personaggio comico, ma tragico: tragico, capisci?

    C'e, allora, un altro libro da affiancare a questo di Travaglio & C. (l'ho appena riletto, scaricato da LiberLiber): Riccardo III.
    Vuoi il finale? Oh, è celeberrimo!
    "Un cavallo, un cavallo! Il mio regno per un cavallo!".
    E muore.

    ha scritto il 

  • 3

    Libro assai ben documentato e di scorrevole lettura. Pubblicato nella prima metà del 2009 e quindi non aggiornato con gli ultimi avvenimenti che, tuttavia,appaiono una conferma di un quadro ormai già delineato. Propongo di fare una colletta e distribuirlo a tutti gli italiani sperando di diffonde ...continua

    Libro assai ben documentato e di scorrevole lettura. Pubblicato nella prima metà del 2009 e quindi non aggiornato con gli ultimi avvenimenti che, tuttavia,appaiono una conferma di un quadro ormai già delineato. Propongo di fare una colletta e distribuirlo a tutti gli italiani sperando di diffondere un pò più di consapevolezza sui personaggi e sul loro modo di intendere il governo. L'utopia è sperare che poi tutti lo leggano!!!!! Aspetto con ansia l'imminente uscita del nuovo libro di Travaglio "Colti sul Fatto. Nani e pagliacci, muffe e lombrichi di fine regime sul «Fatto Quotidiano» " nonchè " Mignottocrazia" di P. Guzzanti. Penso che siano molto utili per approfondire il quadro.

    ha scritto il 

  • 4

    Come sempre quando si tratta di Travaglio e collaboratori, è dettagliatissima e puntuale l'analisi dello scandalo minorenni e vallette che ha coinvolto il Papi qualche tempo fa.
    L'unica cosa che mi fa un po' ridere è scrivere una critica su questo libro, quando c'è molto, ma molto peggio da ...continua

    Come sempre quando si tratta di Travaglio e collaboratori, è dettagliatissima e puntuale l'analisi dello scandalo minorenni e vallette che ha coinvolto il Papi qualche tempo fa.
    L'unica cosa che mi fa un po' ridere è scrivere una critica su questo libro, quando c'è molto, ma molto peggio da criticare.

    ha scritto il 

  • 3

    Travaglio & Co. sono i soliti: precisi, documentatissimi. Anche quando il tema non è più solo politico ma si avvicina quasi al gossip...
    Fanno veramente schifo il sistema che il libro descrive, lo squallore di certi personaggi, la naturalezza con cui tante ragazze approfittano di questo sch ...continua

    Travaglio & Co. sono i soliti: precisi, documentatissimi. Anche quando il tema non è più solo politico ma si avvicina quasi al gossip...
    Fanno veramente schifo il sistema che il libro descrive, lo squallore di certi personaggi, la naturalezza con cui tante ragazze approfittano di questo schema per trovare un po' di visibilità...
    E' un libro che non vorrei avere letto, come mi capita spesso coi libri di questo genere. Non vorrei fossero successe le cose che descrive.

    ha scritto il