Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Parable of the Sower

By

Publisher: Turtleback Books Distributed by Demco Media

3.9
(99)

Language:English | Number of Pages: 345 | Format: Library Binding | In other languages: (other languages) Italian , French

Isbn-10: 0606192204 | Isbn-13: 9780606192200 | Publish date: 

Also available as: Mass Market Paperback , Hardcover , Paperback , School & Library Binding , Audio Cassette , Others

Category: Education & Teaching , Religion & Spirituality , Science Fiction & Fantasy

Do you like Parable of the Sower ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    Dystopia in California

    Brilliant sci-fi story about a near future set in California in 11 years' time. Terrifying. But with that tiny bit of light at the end of the tunnel that makes you feel things *have to* end well... ...continue

    Brilliant sci-fi story about a near future set in California in 11 years' time. Terrifying. But with that tiny bit of light at the end of the tunnel that makes you feel things *have to* end well... Yet at times I felt the characters had it too easy, they manage to survive some of the constant atrocities that surely seem unsurvivable. I wonder if by the end of the book the author just wanted to finish the story and get on with life... Still, a must for dystopia lovers, for those who enjoy good use of the English language in a novel and for those who think "where are we headed?" I'm ready to get my hands on the sequel!

    said on 

  • 5

    Classificare questo libro come "fantascienza" è un gesto scaramantico. In questo ipotetico futuro, i ricchi sono invisibili, vivono in un mondo che non appartiene al resto dell'umanità; la madia e ...continue

    Classificare questo libro come "fantascienza" è un gesto scaramantico. In questo ipotetico futuro, i ricchi sono invisibili, vivono in un mondo che non appartiene al resto dell'umanità; la madia e piccola borghesia è stata lasciata a sé stessa, vive in quartieri cinti da mura, dai quali deve uscire per andare al lavoro rischiando la vita perché fuori ci sono i "poveri", una moltitudine di derelitti, affamati, drogati, pronti a qualsiasi cosa per sopravvivere, che premono contro le mura di quelli che stanno meglio di loro e che sono destinati, per numero, a prevalere. Quanto siamo lontani da tutto questo?

    said on 

  • 3

    I've been told by just about everyone that I have to read this novel and it's such a masterpiece and so on, but in the end I couldn't quite get into it. There is a good premise and several good ...continue

    I've been told by just about everyone that I have to read this novel and it's such a masterpiece and so on, but in the end I couldn't quite get into it. There is a good premise and several good ideas, and it's interesting to see a dystopia where the world is still tumbling down and non a straight-out post-apocalyptic world, but most of the characters felt flat or rushed, and the story itself has an odd pacing, with the set-up for the "hero"'s journey taking up literally half of the book. The made-up religion of the protagonist is also so generic and uninteresting that it didn't seem to need all the space and importance it is given. This is not to dis made-up religions in sci-fi, or an "I already have a belief so I can't get into hers" rebuttal: as an example, I loved the religious elements in Dune or the Myst/D'ni saga because they were complex. Earthseed is just poor. I think Butler also couldn't find a balance between writing this story as a journal and the need for direct dialogue and a straighter narrative; it's hard to believe that the Lauren who introduces new characters as if we should already know who they are (I often thought my book was missing some pages) would spend so much time recording every single line of dialogue rather than summarizing it. I must add I'm also not a great reader of the survival/dystopian genre. This book was bleak enough for me as it is and, after reading a synopsis of the sequel, I don't think I'm going to tackle that.

    said on 

  • 4

    Potente...

    ...e visionario, ancora una distopia, ancora un romanzo ambientato in un futuro prossimo, ancora una visione pessimista del destino della terra. Leggendolo ho pensato a Furore di Steinbeck riscritto ...continue

    ...e visionario, ancora una distopia, ancora un romanzo ambientato in un futuro prossimo, ancora una visione pessimista del destino della terra. Leggendolo ho pensato a Furore di Steinbeck riscritto dopo una catastrofe ambientale, ho pensato che La strada di McCarty gli deve parecchio. Ho pensato che leggerò il seguito e che in un certo senso quello che racconta è già avvenuto in varie parti del mondo.

    said on 

  • 4

    copertina imbarazzante, ma non è certo colpa dell'autrice.In un'epoca in cui va molto di moda scrivere libri apocalittici o post apocalittici sarebbe utile saperlo fare come lei.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    Empatico

    Intensa storia che comincia in un quartiere americano del “2024” circondato da alte mura che lo dividono dal mondo esterno, fatto di saccheggi, rapine, omicidi, stupri, incendi, infezioni, ...continue

    Intensa storia che comincia in un quartiere americano del “2024” circondato da alte mura che lo dividono dal mondo esterno, fatto di saccheggi, rapine, omicidi, stupri, incendi, infezioni, malattie, e dalla scarsità di acqua e cibo. La storia prende forza quando il quartiere fortificato viene assaltato e incendiato, e la figlia del pastore riesce ha scappare da morte certa, e si ritrova sola e disarmata, e con la paura che “l'Iper-empatia” la renda un bersaglio vulnerabile. Dopo essere tornata nel quartiere per recuperare il salvabile incontra due sopravvissuti del quartiere, con il quale decide di formare un branco per cercare di dissuadere il possibili sciacalli e assassini. Si dirigeranno a nord senza una meta precisa ma con lo scopo di trovare un mondo diverso. Nel tragitto il branco si allarga tra diffidenze e bisogni, riformando un nuovo quartiere viaggiante che si scontrerà con svariate situazioni spiacevoli. Un racconto molto ben pensato e crudo.

    said on 

  • 5

    L'unica verità duratura è il cambiamento.

    La terra ad oriente brucia. Nuove ed antiche malattie spopolano gli Stati sul Delta. Da 6 anni sul mio Paese non piove una goccia.

    Quel maledetto clima ha cambiato le cose. Le correnti umide si sono ...continue

    La terra ad oriente brucia. Nuove ed antiche malattie spopolano gli Stati sul Delta. Da 6 anni sul mio Paese non piove una goccia.

    Quel maledetto clima ha cambiato le cose. Le correnti umide si sono spostate 1000 km più a Nord. E la terra è riarsa, come le persone.

    Ogni uomo lotta per la sopravvivenza. Ogni comunità, piccola o grande soffre la fame, la penuria. Da Sud ci si sposta a Nord...da Nord si va ancora più a Nord.

    L'Oregon ha chiuso le frontiere, così come lo Stato di Washington e il Canada. Non c'è più lavoro, non c'è più denaro.

    Ogni uomo cerca di sopraffare il suo prossimo. Per non essere sopraffatto. Ma una donna... vede il cambiamento.

    E' la SEMINATRICE... ...colei che cambia ciò che tocca. ...poichè tutto ciò che tocchi ti cambia.

    L'unica verità duratura è il cambiamento.

    said on 

  • 5

    Amazing Book

    Octavia Butler covers an amazing range of personalities all thrown into a cataclysmic time in the world. Reading this book felt she was the sower giving the world a parable about all the destructive ...continue

    Octavia Butler covers an amazing range of personalities all thrown into a cataclysmic time in the world. Reading this book felt she was the sower giving the world a parable about all the destructive things we're dealing with right now.

    She deals with everything straight up, from the way people de-evolve under pressure to how we discover the best within us in the same way. The different levels of prose mixed with metaphysical poetry make this one of the most amazing novels I've ever read.

    said on 

  • 4

    To be honest, I do not like the Earthseed stuff along with the implicit canonization of Lauren in this novel (I almost think of it as a hagiography.) Perhaps I am more skeptical and more prone to ...continue

    To be honest, I do not like the Earthseed stuff along with the implicit canonization of Lauren in this novel (I almost think of it as a hagiography.) Perhaps I am more skeptical and more prone to satire toward things like that...

    But other than that, this novel gives a very powerful and somewhat accurate account of the chaos and how people respond to it. Especially after the Haiti catastrophe, reading this book makes me marvel at Butler's prophetic vision. In the novel, there is also an earthquake and it contributes more chaos and riots to the already fragmented society--total anarchy, stealing and robbing everywhere, the pyro-addicts who set fire at random just for fun...

    said on 

  • 5

    Un seme di speranza in un futuro terribile.

    Un libro davvero bello, per quanto racconti di una realtà terribile. Un futuro in cui l'acqua costa più della benzina, la schiavitù è tornata in voga, e i disperati prendono la pyro, una droga ...continue

    Un libro davvero bello, per quanto racconti di una realtà terribile. Un futuro in cui l'acqua costa più della benzina, la schiavitù è tornata in voga, e i disperati prendono la pyro, una droga che fa impazzire, e rende assetati piromani. Ma anche in un posto del genere si può ripartire, ed è quello che Lauren e i suoi compagni provano a fare. Da leggere.

    said on