Paradise Sky

By

Publisher: Mulholland

3.9
(180)

Language: English | Number of Pages: 400 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Italian

Isbn-10: 0316329371 | Isbn-13: 9780316329378 | Publish date:  | Edition 1

Also available as: eBook

Category: Fiction & Literature , History , Travel

Do you like Paradise Sky ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Young Willie is on the run, having fled his small Texas farm when an infamous local landowner murdered his father. A man named Loving takes him in and trains him in the fine arts of shooting, riding, reading, and gardening. When Loving dies, Willie re-christens himself Nat Love in tribute to his mentor, and heads west.

In Deadwood, South Dakota Territory, Nat becomes a Buffalo Soldier and is befriended by Wild Bill Hickok. After winning a famous shooting match, Nat's peerless marksmanship and charm earn him the nickname Deadwood Dick, as well as a beautiful woman. But the hellhounds are still on his trail, and they brutally attack Nat Love's love. Pursuing the men who have driven his wife mad, Nat heads south for a final, deadly showdown against those who would strip him of his home, his love, his freedom, and his life.

Sorting by
  • 4

    Non mi piace il western. Non guardo film western. Mi infastidiscono i cow boy. Non ho mai letto nemmeno Tex.
    Solo Lansdale poteva convincermi a leggere un libro western... e a farmelo piacere, molto!
    ...continue

    Non mi piace il western. Non guardo film western. Mi infastidiscono i cow boy. Non ho mai letto nemmeno Tex.
    Solo Lansdale poteva convincermi a leggere un libro western... e a farmelo piacere, molto!
    Come sempre, oltre alla scrittura di qualità, quello che strabilia è l'umanità dei personaggi, tutti, anche le comparse. Reali, complessi, vivi.
    Mi mancherà Nat, siamo diventati amici...

    said on 

  • 4

    Great job, Joe! Un buon western, classico ma con una buona dose di ironia. A voler mirare alla perfezione, avrei sfoltito di un centinaio di pagine, ma è tutto intrattenimento di qualità.

    said on 

  • 4

    Gran bel western che pur rimanendo sul classico del genere, riesce ad aggiungere quella sottile ironia che alleggerisce le situazioni pesanti ma non intacca la parte più intensa e commovente.

    said on 

  • 5

    Gran bel Western, moderno sullo stile di Tarantino ma con i piedi ben piantati nel classico. Mi ha ricordato "gli spietati" per l'uso dei personaggi secondari.
    Il protagonista è possente e simpatico, ...continue

    Gran bel Western, moderno sullo stile di Tarantino ma con i piedi ben piantati nel classico. Mi ha ricordato "gli spietati" per l'uso dei personaggi secondari.
    Il protagonista è possente e simpatico, anche se la sua evoluzione a tratti sembra un po' forzata. Lansdale non delude mai e io lo preferisco in queste opere che si discostano dell'Horror.

    said on 

  • 0

    Paradise sky

    Uno splendido omaggio al mito del West e dell'America selvaggia. Willie, ragazzino di colore, deve scappare da suo padre e dalle cose che conosce perché accusato da un bianco di comportamento scorrett ...continue

    Uno splendido omaggio al mito del West e dell'America selvaggia. Willie, ragazzino di colore, deve scappare da suo padre e dalle cose che conosce perché accusato da un bianco di comportamento scorretto. In fuga si imbatte in Living che diventerà suo mentore e gli insegnerà a sparare, a leggere, a vivere. Diventerà così Nat Love famoso pistolero. Fino a quando, più volte, dovrà confrontarsi con quel bianco che lo ha ingiustamente accusato e che lo sta braccando da allora.

    said on 

  • 3

    Lansdale è una garanzia.

    Tre strelle ma in realtà sarebbero più tre stelle e mezzo.
    Premesso che di Lansdale leggerei anche la lista della spesa in sanscrito, questo libro ha pregi e difetti:
    i pregi sono la cifra stilistica ...continue

    Tre strelle ma in realtà sarebbero più tre stelle e mezzo.
    Premesso che di Lansdale leggerei anche la lista della spesa in sanscrito, questo libro ha pregi e difetti:
    i pregi sono la cifra stilistica di Lansdale che fa della lettura un gran piacere, lo humour cge lo contraddistingue e la capacità di tenerti incollato al libro. I difetti sono una storia che sembra già letta in altre sue opere e qualche momento di stanca nello svolgersi degli eventi.
    Non a livello del miglior Lansdale ma avercene libri e autori così. Se ci si limita a confrontarlo con gli autori del suo genere, Lansdale è un gigante e una garanzia.

    said on 

  • 4

    forte, sporco, bello.
    Libro che prende parecchio, e crea un'ambiente in cui immergersi nella lettura.
    straconsigliato a chiunque volesse leggersi una storia epica, piacevole da leggere ma assolutament ...continue

    forte, sporco, bello.
    Libro che prende parecchio, e crea un'ambiente in cui immergersi nella lettura.
    straconsigliato a chiunque volesse leggersi una storia epica, piacevole da leggere ma assolutamente non impegnativa.

    said on 

  • 5

    Un libro che mi ha fatto sognare, immaginando terre lontane che non ho mai visitato, ma che un giorno spero di poter visitare per rivivere tutta la storia narrata in questo libro meraviglioso... lo co ...continue

    Un libro che mi ha fatto sognare, immaginando terre lontane che non ho mai visitato, ma che un giorno spero di poter visitare per rivivere tutta la storia narrata in questo libro meraviglioso... lo consiglio!

    said on 

  • 2

    deludente

    Stessa sensazione provata guardando The hateful eight di Tarantino: dopo un po' si insinua il dubbio che l'autore si sia divertito a realizzare il libro/film molto di più di quanto io mi diverta a ved ...continue

    Stessa sensazione provata guardando The hateful eight di Tarantino: dopo un po' si insinua il dubbio che l'autore si sia divertito a realizzare il libro/film molto di più di quanto io mi diverta a vederlo/leggerlo. Va bene che è difficile essere originali, ma il compiacimento nel ripetere se stesso e le proprie idiosincrasie proprio non mi va giù. Sconnesso e prevedibile, infarcito di personaggi ammiccanti e di dialoghi brillanti e di momenti pulp che non contribuiscono alla trama, ma stanno lì come ritornelli in uno spartito, perchè lo "stile Lansdale" è "così". Per fortuna ci sono ancora tanti libri di Lansdale degli anni novanta che non ho letto, in cui lo stile Lansdale era qualcosa di fresco.

    said on 

Sorting by