Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Paradiso perduto

Di

Editore: Mondadori

4.3
(1066)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 738 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Francese , Tedesco , Portoghese , Cinese , Chi semplificata

Isbn-10: 8804527994 | Isbn-13: 9788804527992 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Roberto Sanesi ; Curatore: Roberto Sanesi ; Prefazione: Frank Kermode ; Postfazione: T.S. Eliot

Disponibile anche come: Paperback , Altri , Tascabile economico , eBook

Genere: Fiction & Literature , Philosophy , Religion & Spirituality

Ti piace Paradiso perduto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Poema concepito fin dal 1640 e composto a partire dal 1658, il "Paradiso perduto" ha come scopo la «giustificazione all'uomo delle azioni del Signore»: i suoi dodici libri in forma drammatica mostrano come Adamo ed Eva furono puniti perché peccarono, scegliendo deliberatamente il Male invece del Bene. Uniti nell'implacabile sentenza divina così come nella colpa, furono cacciati dall'Eden verso la terra dominata, da quel momento in poi, da guerra, discordia e morte. Un luogo ignoto verso il quale le due prime creature umane si avviano, a passi incerti, soli, destinati all'infelicità. Pur nella tremenda drammaticità del tema, le pagine del "Paradiso perduto" vivono di delicatissime sfumature, di un senso idilliaco e musicale che ne fanno ancora oggi un'opera di straordinario fascino. Ma soprattutto un libro di incredibile modernità per l'umanissima visione della storia biblica di Milton, che riesce a rendere vivi e plausibili i sentimenti di Adamo ed Eva, e per lo straordinario vigore poetico con cui è plasmata l'indimenticabile, oscuramente eroica figura di Satana.
Ordina per
  • 5

    "la mano nella mano,/per la pianura dell'Eden a passi lenti e incerti/presero il loro cammino solitario".

    Condivido l'opinione di molti secondo cui la prima parte, quella con Satana protagonista, è ne ...continua

    "la mano nella mano,/per la pianura dell'Eden a passi lenti e incerti/presero il loro cammino solitario".

    Condivido l'opinione di molti secondo cui la prima parte, quella con Satana protagonista, è nettamente migliore. Del resto la ribellione ha sempre il suo fascino. Ribellione, sete di conoscenza, curiosità, contrapposti a ignoranza. Voi cosa scegliereste?

    Resta comunque un grande testo poetico. Molto interessanti anche il saggio introduttivo di Frank Kermode e quello finale di T.S.Eliot, sui temi dell'opera e lo stile di Milton.

    ha scritto il 

  • 2

    Ok, avete presente la Genesi della Bibbia, dimenticatela! Ho letto romanzi tratti da poemi, ma la Genesi (per quanto io non sia credente) non si può riscrivere in un poema! Comunque il paradiso perdut ...continua

    Ok, avete presente la Genesi della Bibbia, dimenticatela! Ho letto romanzi tratti da poemi, ma la Genesi (per quanto io non sia credente) non si può riscrivere in un poema! Comunque il paradiso perduto ad una lettura superficiale, sembrerebbe riferirsi solo alla cacciata di Adamo ed Eva dal Paradiso Terrestre, ma in realtà (e questa è solo la mia personale e modesta opinione) si riferisce soprattutto a Satana che viene cacciato dal Paradiso celeste. A parte questo, modifica completamente la Genesi, in particolare la Creazione che sembra non sia avvenuta per bocca di Dio, ma per mano e per bocca di un fantomatico Figlio di Dio, che deve creare il Paradiso Terrestre per ordine di Dio. Satana dal canto suo, non sopporta l'inferno nel quale è stato relegato con gli altri angeli traditori, si mette in viaggio per cercare un altro paradiso da abitare e mosso poi dall'invidia tenta Eva. Andiamo, da non credente, non si può modificare la Bibbia, per fare un poema, che mischia mitologia classica con appunto la Genesi. Metto sufficiente (2 stelle), solo perché mi rendo conto che scrivere in versi non è affatto facile e l’idea del Paradiso Perduto da parte di Satana è stuzzicante, ma immaginatelo alla Mara Maionchi, Bravo ma per no!

    ha scritto il 

  • 5

    Cinque stelline piene piene (ah, se solo fosse possibile darne di più) per questo capolavoro. Il dramma del peccato originale è reso in maniera sublime, così come l'umanità di tutti i personaggi (Adam ...continua

    Cinque stelline piene piene (ah, se solo fosse possibile darne di più) per questo capolavoro. Il dramma del peccato originale è reso in maniera sublime, così come l'umanità di tutti i personaggi (Adamo ed Eva in primis). E indimenticabile è la figura dell'eroe oscuro che conduce alla caduta la coppia: Satana. Mi risulta veramente ostico esprimere l'effetto che ha avuto su di me questa lettura. La partecipazione alla ribellione di Lucifero è inevitabile, così come è impossibile non provare pena per la coppia costretta ad abbandonare il Paradiso. Certo, alcune cose provocano anche un forte sentimento di rabbia, soprattutto per una persona lontana dalla religione, come sono io: ad esempio, il ruolo della donna, considerata inferiore all'uomo e principale artefice, insieme a Satana, della caduta dell'uomo e della perdita del Paradiso. Questo dato causa non poco fastidio, ma bisogna contestualizzare il tutto per impedirsi di mal giudicare un testo prezioso,sublime, capace di gareggiare tranquillamente con i migliori drammi della Storia.

    ha scritto il 

  • 5

    Senza titolo

    “ TU IN CIELO E SULLA TERRA HAI TROVATO LA SOLA
    PACE PER QUESTA UMANITA’ GRAVATA DAL MIO SDEGNO,
    TU CHE SEI IL MIO UNICO SOLLIEVO. PERFETTAMENTE HAI COMPRESO
    QUANTO MI SIANO CARE LE MIE OPERE, E L’UOM ...continua

    “ TU IN CIELO E SULLA TERRA HAI TROVATO LA SOLA
    PACE PER QUESTA UMANITA’ GRAVATA DAL MIO SDEGNO,
    TU CHE SEI IL MIO UNICO SOLLIEVO. PERFETTAMENTE HAI COMPRESO
    QUANTO MI SIANO CARE LE MIE OPERE, E L’UOMO
    NON E’ FRA QUESTE L’ULTIMA, SEBBENE EGLI SIA L’ULTIMO CREATO,
    ESSENDO INFATTI PER LUI CHE TI SEPARO DAL PETTO E DALLA MIA DESTRA,
    PER QUALCHE TEMPO PERDENDOTI, AL FINE DI SALVARE LA RAZZA CADUTA”

    ha scritto il 

  • 2

    Stranamente deludente. I primi capitoli sono effettivamente un capolavoro, la figura di Lucifero presta fede alla sua fama, ma il resto... non riesce a stare al passo con le aspettative. Con le mie, a ...continua

    Stranamente deludente. I primi capitoli sono effettivamente un capolavoro, la figura di Lucifero presta fede alla sua fama, ma il resto... non riesce a stare al passo con le aspettative. Con le mie, almeno.

    ha scritto il 

Ordina per