A Chandrapore, nell'India stretta sotto la morsa del colonialismo, si fronteggiano "Islam, un atteggiamento verso la vita squisito e durevole", la burocrazia britannica, "invadente e sgradevole come il sole" e "un pugno di fiacchi indù", in una silen ...Continua
Enzo
Ha scritto il 18/05/18
Noioso
Mi devo ripetere: i classici non sono il mio forte; il libro naturalmente è ben scritto dal punto di vista della forma e dello stile ma... Forse l'ho iniziato male, un giorno magari lo rivaluterò, ma ho faticato parecchio a finirlo. Interessante e se...Continua
Diceros
Ha scritto il 04/04/18
India anni 20. Gli inglesi regnano ma non dominano più. Pur priva della consapevolezza di un futuro indipendente ed autonomo la popolazione indiana guarda sempre di più come intrusi all’élite bianca. Con una prosa antirazzista Forster ci descrive pri...Continua
AdrianaT.
Ha scritto il 31/01/18
Passaggio (a vuoto) in India
Per usare un eufemismo, mi hanno perplessa. Libro e film. Noiosi entrambi. Scollegati, quasi caotici nella narrazione di fatti e personaggi per lo più improbabili: gli indiani macchiette tragicomiche e gli inglesi schiena dritta e scopa nel culo. No,...Continua
Laura Angeloni
Ha scritto il 13/07/17
Rivkele
Ha scritto il 10/04/17
Uno spaccato di India incredibile e l'analisi dell'incontro tra culture di Forster è a dir poco avvincente
L'incontro tra Mrs Moore e Aziz nella moschea è stupendo: la delicatezza della donna(indiana nell'anima, ma inglese di nascita) e il medico indiano che prega e le rimprovera di togliersi le scarpe. Quasi come a voler dire che in qualsiasi luogo di D-...Continua

Bastet
Ha scritto il Mar 02, 2016, 12:16
Sacrificando il buon gusto, questa religione ha raggiunto ciò che il cristianesimo ha schivato: l' inclusione del divertimento.
Pag. 319
Bastet
Ha scritto il Mar 02, 2016, 12:14
[...], e sentì che gli uomini non esistono in se stessi, ma nei termini in cui si pensano vicendevolmente - [...]
Pag. 273
Bastet
Ha scritto il Mar 02, 2016, 12:11
"Nello spazio le cose si toccano, nel tempo le cose si separano"
Pag. 213
Bastet
Ha scritto il Mar 02, 2016, 12:10
Alla maggioranza delle creature viventi importa assai poco quello che desidera o decide la minoranza che si definisce umana.
Pag. 123
Bastet
Ha scritto il Mar 02, 2016, 12:08
Non essendo né un missionario né uno scienziato, trovava la massima gioia nel dono reciproco di una conversazione privata.
Pag. 68

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Mauro Fenaroli
Ha scritto il Jul 19, 2017, 07:37
Intra Deruta...
Ha scritto il May 19, 2017, 14:52
823.912 FOR COPERTINA DIVERSA DA QUELLA MOSTRATA TESTO IN INGLESE
Biblioteche...
Ha scritto il Apr 18, 2016, 07:54
823.9 FOR 4559 Letteratura Inglese

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi