Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Passami il sale

Di

Editore: Rizzoli

3.7
(70)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 265 | Formato: Altri

Isbn-10: 8817869902 | Isbn-13: 9788817869904 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Fiction & Literature

Ti piace Passami il sale?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Clara Sereni narra i ritmi stravolti, le giornate consumate tra incredibiliacrobazie per conciliare i molti doveri. Prende il via dal laboratoriodell'esperienza il racconto che cresce fino a farsi gioco dell'invenzione. Unprivato assediato e minacciato di cui il buon cibo riesce a fatica amantenersi risorsa, e un agire pubblico di cui il cattivo cibo è penaaccessoria, si impastano con una colonna sonora di ricette: in un quadro diminaccioso iperrealismo si consuma ogni possibilità di essere normali. Romanzosingolare sull'impegno e sulla politica rompe gli argini delle definizioni edelle appartenenze.
Ordina per
  • 3

    Non mi ha lasciato segni

    Preso con grande speranza, oggi che lo riprendo in mano mi rendo conto che non mi ha lasciato traccia. Se non quella di una vaga delusione pur nell'interesse suscitato

    ha scritto il 

  • 0

    Evoluzione naturale di un’utopia? Narrazione di una sconfitta? Storia di un’illusione?

    Il commento completo lo trovi su
    http://iltopocongliocchiali.blogspot.com/2009/06/passami-il-sale.html ...continua

    Evoluzione naturale di un’utopia? Narrazione di una sconfitta? Storia di un’illusione?

    Il commento completo lo trovi su
    http://iltopocongliocchiali.blogspot.com/2009/06/passami-il-sale.html

    ha scritto il 

  • 4

    Una donna divisa fra la famiglia e la carriera politica. Conquiste, successi, ma anche frustrazione e la delusione per non essere riuscita a cambiare un "pezzetto di mondo".

    Un bel libro. ...continua

    Una donna divisa fra la famiglia e la carriera politica. Conquiste, successi, ma anche frustrazione e la delusione per non essere riuscita a cambiare un "pezzetto di mondo".

    Un bel libro.

    ha scritto il 

  • 4

    Non mi sembra il più riuscito fra i libri di Clara Sereni. Alcuni personaggi (Giollino, ma forse anche Zattera) sembrano quasi macchiette. Secondo: rimane un po' misterioso il percorso che porta ...continua

    Non mi sembra il più riuscito fra i libri di Clara Sereni. Alcuni personaggi (Giollino, ma forse anche Zattera) sembrano quasi macchiette. Secondo: rimane un po' misterioso il percorso che porta l'autrice alle dimissioni da vicesindaco, dimissioni certamente non spontanee, ma molto sollecitate. Anche se lei è stata poco accomodante sul megacontratto miliardario all’azienda alimentare "Pannapiù", la si candida alle europee (sperando di allontanarla?). Il tutto in un quadro di “normalizzazione” (via le donne dalla Giunta) e di ritorno al potere di vecchi esponenti della sinistra locale. Alla fine, fare l'amministratrice resta un lavoro frustrante, ma arriva a vederlo con sano realismo: la mancata approvazione degli altri non la induce più a desistere dall’iniziativa, si rende conto che quando esprime la propria posizione obbliga gli altri assessori in Giunta a tenerne conto, non sottovaluta più i risultati - apparentemente modesti - del proprio lavoro, visto che il mondo non si cambia in un giorno solo.

    ha scritto il 

  • 2

    Incuriosita dal titolo e dalla quarta di copertina l'ho comprato senza esitazione.
    Storia di un'assessore donna che si confronta con la sua quotidianitá di moglie, madre e vicesindaco....mi aspettavo ...continua

    Incuriosita dal titolo e dalla quarta di copertina l'ho comprato senza esitazione.
    Storia di un'assessore donna che si confronta con la sua quotidianitá di moglie, madre e vicesindaco....mi aspettavo qualcosa di piú coinvolgente e invece l'ho trovato noiosetto, praticamente un'elenco tra riunioni e inaugurazioni.

    ha scritto il