Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Passavamo sulla terra leggeri

By Sergio Atzeni

(545)

| Others | 9788887825572

Like Passavamo sulla terra leggeri ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Come un antico aedo, Atzeni regala al lettore una miriade di microstorie che immagina tramandate oralmente dai Custodi del tempo: la storia si mescola al racconto epico, al mito, alla leggenda, per narrare di un popolo antico, i S'ard, "danzatori del Continue

Come un antico aedo, Atzeni regala al lettore una miriade di microstorie che immagina tramandate oralmente dai Custodi del tempo: la storia si mescola al racconto epico, al mito, alla leggenda, per narrare di un popolo antico, i S'ard, "danzatori delle stelle" provenienti dall'Oriente, e approdati in un'isola bellissima, senza nome.
Come per magia emerge da una preistoria remotissima il mistero delle origini; si anima la lunga resistenza agli invasori, cui seguono fasi storiche più vicine nel tempo, fino al tramonto della civiltà dei giudici, che segna la fine della libertà. Entro questa trama si svolge "la storia delle donne e degli uomini che hanno vissuto prima di noi nell'isola dei danzatori".
Il titolo evoca, in forma di idillio, l'utopia di un Eden perduto: "Passavamo sulla terra leggeri come acqua … come acqua che scorre, salta, giù dalla conca piena della fonte, scivola e serpeggia fra muschi e felci, fino alle radici delle sughere e dei mandorli". Una singolare e irrinunciabile esperienza di lettura.

101 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Meno di 200 pagine per diventare custodi del tempo. Che cosa volete di più?

    Is this helpful?

    Nuvola said on Jun 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    l'unica parola di cui si conosce con certezza il significato

    È s'ard, ossia 'danzatori delle stelle'.
    La storia dei danzatori è una favola bella ed oscura, fatta di sangue e di carne. Un libro prezioso

    Is this helpful?

    edi said on Oct 9, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Romanzo assolutamente atipico, che si dipana nell’ambiente caldo e suggestivo della cucina, come da tradizione luogo intimo intorno al quale ruotava la vita domestica.. Il racconto, quindi, procede per un doppio binario col testimone che diventa a su ...(continue)

    Romanzo assolutamente atipico, che si dipana nell’ambiente caldo e suggestivo della cucina, come da tradizione luogo intimo intorno al quale ruotava la vita domestica.. Il racconto, quindi, procede per un doppio binario col testimone che diventa a sua volta narratore. Due, allora, le voci: quella del narratore orale e quella del narratore-scrittore che optano entrambi per l’uso della prima persona: l’io e il noi fusi nella comune radice sarda.

    Is this helpful?

    Laura said on Sep 17, 2013 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    Debbo dire che questo libro non mi ha particolarmente colpito... è interessante la storia, poetica la scrittura ma... tra ammazzamenti e vendette, dell'una e delle altre parti, l'ho trovato pesante. L'ho letto con una certa insofferenza per l'eterna ...(continue)

    Debbo dire che questo libro non mi ha particolarmente colpito... è interessante la storia, poetica la scrittura ma... tra ammazzamenti e vendette, dell'una e delle altre parti, l'ho trovato pesante. L'ho letto con una certa insofferenza per l'eterna brutalità umana, saranno passati sulla terra leggeri, gli antichi sardi, ma la crudeltà di certo non gli mancava. Interessante la modalità narrativa scelta dall'autore, con momenti di forte poeticità, e la conclusione finale adottata.

    Is this helpful?

    Dannyy said on Sep 11, 2013 | 1 feedback

  • 4 people find this helpful

    QUESTO NON È UN COMMENTO...

    ....solo un invito a leggerlo o a rileggerlo.
    Comprai il libro alla sua prima a edizione ma...non lo lessi.
    Forse era destino che lo iniziassi il giorno dell' anniversario della morte di Sergio...
    Ogni sardo dovrebbe leggerlo!
    Semplicemente: BELLISSI ...(continue)

    ....solo un invito a leggerlo o a rileggerlo.
    Comprai il libro alla sua prima a edizione ma...non lo lessi.
    Forse era destino che lo iniziassi il giorno dell' anniversario della morte di Sergio...
    Ogni sardo dovrebbe leggerlo!
    Semplicemente: BELLISSIMO!

    Is this helpful?

    PinusMac said on Sep 7, 2013 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (545)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Others 163 Pages
  • ISBN-10: 8887825572
  • ISBN-13: 9788887825572
  • Publisher: Ilisso
  • Publish date: 2003-01-01
Improve_data of this book

Margin notes of this book