Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Passeggero per Francoforte

Di

Editore: Arnoldo Mondadori Editore

3.2
(428)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 252 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Francese , Spagnolo , Catalano , Olandese , Sloveno , Portoghese

Isbn-10: 8804419296 | Isbn-13: 9788804419297 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Paperback , Copertina rigida

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Passeggero per Francoforte?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 2

    No non ce l'ho fatta... non sembra neanche un libro della Christie!!!!
    Abbandonato dopo una lunga riflessione, mi avvalgo del diritto del lettore ad abbandonare un libro senza troppi rimorsi!!!!!!

    ha scritto il 

  • 2

    Ma con te, Agatha, che lo tengo a fare il muso? O mi sgami tu, o mi faccio sgamare io. Sia ben chiaro, ho finito di leggere uno dei tuoi romanzi più brutti, sconclusionati e senza senso... ma niente, non ce la faccio! Sarà la tua scrittura impeccabile, sarà che col capitolo sul sosia di Hitler ho ...continua

    Ma con te, Agatha, che lo tengo a fare il muso? O mi sgami tu, o mi faccio sgamare io. Sia ben chiaro, ho finito di leggere uno dei tuoi romanzi più brutti, sconclusionati e senza senso... ma niente, non ce la faccio! Sarà la tua scrittura impeccabile, sarà che col capitolo sul sosia di Hitler ho riso da solo come uno scemo, sarà quello che ti pare: io, a te, continuo ad adorarti anche se mi fai la lista della spesa, o quella della medicine che ti dovevi prendere a ottant'anni. E sì che a quell'età non ti impasticcavi ben benino! Soffrivi di Alzheimer e si era capito, ma l'ironia non l'hai mai persa. E io, di fronte a quelli come te, mi inchino.
    Chapeau!

    ha scritto il 

  • 3

    為什麼大家都要認為克利絲蒂寫的就一定是要推理小書呢?!
    的確,這本不是推理小說,阿嘉莎也有很多非推理小說的作品,對一位作家來講,多方面的寫作嘗試也是給自己的一種挑戰
    只是我覺得這個挑戰在克利絲蒂上並不是十分的成功
    這本書也有一些迷人輕快的節奏,不過克利絲蒂傳統那種結局的爆點,在這本書來講並不強,我想我還是比較喜歡那位矮羅

    ha scritto il 

  • 3

    Agatha Christie è la mia scrittrice di gialli preferita, ma devo dire che questo libro non mi ha per niente coinvolto. Forse perchè non sono appassionata molto di spionaggio e quindi il genere di per sè non mi ispira.

    ha scritto il 

  • 1

    A mio avviso non è tra i migliori libri di Agatha Christie. Ne ho interrotto la lettura più volte ed è stato davvero arduo arrivare fino alla fine del libro. E' una sorta di spy story, con una trama difficile da seguire e non ben strutturata ed impostata, cosa che invece è una piacevolissima nota ...continua

    A mio avviso non è tra i migliori libri di Agatha Christie. Ne ho interrotto la lettura più volte ed è stato davvero arduo arrivare fino alla fine del libro. E' una sorta di spy story, con una trama difficile da seguire e non ben strutturata ed impostata, cosa che invece è una piacevolissima nota costante della maggior parte dei libri gialli scritti dalla Christie.

    ha scritto il 

  • 1

    ...ma cos'è successo alla Christie?

    Pessimo, proprio pessimo romanzo. Incipit coinvolgente che pian piano scema nella noia più totale.
    Sorgono dei dubbi se sia stata proprio lei a scriverlo.
    Da preferirsi altre letture dell'autrice.

    ha scritto il 

  • 1

    Una delusione totale.

    Pubblicato nel 1970 parte abbastanza bene, anche se non alla grande, e poi si perde completamente. Affronta il tema di una nuova rivoluzione giovanile, guidata dagli studenti di tutto il mondo, armati e organizzatissimi, parla dei grandi mali che affliggono il pianeta, come la droga, la sete di ...continua

    Pubblicato nel 1970 parte abbastanza bene, anche se non alla grande, e poi si perde completamente. Affronta il tema di una nuova rivoluzione giovanile, guidata dagli studenti di tutto il mondo, armati e organizzatissimi, parla dei grandi mali che affliggono il pianeta, come la droga, la sete di denaro e la ricerca scientifica usata indiscriminatamente, e tira in ballo anche un presunto figlio di Hitler, nato in Sudamerica, a capo dei giovani rivoltosi. Il protagonista, Sir Stafford Nye, che sembra debba salvare il mondo da tutto questo guazzabuglio, a un certo punto scompare completamente dalla trama e lo ritroviamo nell’epilogo che convola a nozze. Mah! E’ chiaro che la Christie vedeva i grandi cambiamenti in corso all’epoca e voleva dar voce a tutto ciò, ma il risultato è un fiasco, la trama è disordinata, incoerente e anche troppo inverosimile in certi punti. E’ stata durissima arrivare sino alla fine ma volevo vedere in che modo Agatha riusciva a farsi tornare i conti...e purtroppo, non le tornano affatto!

    ha scritto il