Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Passeggiate in terra buddhista

Birmania

Di

Editore: O barra O edizioni

3.9
(7)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 240 | Formato: Altri

Isbn-10: 8887510717 | Isbn-13: 9788887510713 | Data di pubblicazione: 

Genere: Non-fiction , Religion & Spirituality , Travel

Ti piace Passeggiate in terra buddhista?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
In questo diario di viaggio, Christine Jordis, infaticabile esploratrice delle culture asiatiche, cerca di penetrare nello spirito del popolo birmano con mente libera da preconcetti occidentali e con una sensibilità attenta alle più sottili sfumature umane. Nel dolce ritmo della discesa del fiume Irrawaddy, sulle sinuose strade di montagna, nelle miniere di rubini di Mogok, così come nella pace dei templi buddhisti e nei dialoghi con le persone incontrate, l’autrice va alla ricerca di quel “meraviglioso che noi non abbiamo neanche iniziato a comprendere...”. Le illustrazioni di Sacha Jordis create durante il viaggio evocano questo percorso. Il libro ci conduce con garbo e competenza attraverso una serie di indimenticabili passeggiate nel cuore religioso, estetico e politico della Birmania di oggi, uno dei pochi paesi del Sudest asiatico che ha saputo conservare intatte le proprie tradizioni e la propria cultura malgrado le lotte intestine e le devastazioni della dittatura. Una forza che, secondo il premio Nobel per la Pace Aung San Suu Kyi, i birmani devono soprattutto al buddhismo. Christine Jordis, scrittrice e critica, senior editor presso Gallimard e responsabile del settore di letteratura inglese. È autrice di numerosi saggi sull’Asia: Gandhi (Feltrinelli, 2008), De petits enfers variés, Le Paysage et l’Amour, Gens de la Tamise (prix Médicis Essai 1999). Con il romanzo Chambre blanche (2003), ha ottenuto in Francia un grande successo di critica e di pubblico. Sacha Jordis, illustratore di nazionalità austriaca, pubblica in Germania libri per ragazzi.
Ordina per
  • 5

    “Quel monaco in meditazione, eretto e lontano, assente dal mondo e da se stesso, non era a mio parere l’immagine di un rifiuto, ma l’espressione di un superamento. Quel superamento dei limiti dell’io, ottenuto a fatica, che priva la vecchiaia e la morte del loro carico di terrore. Quelle realtà e ...continua

    “Quel monaco in meditazione, eretto e lontano, assente dal mondo e da se stesso, non era a mio parere l’immagine di un rifiuto, ma l’espressione di un superamento. Quel superamento dei limiti dell’io, ottenuto a fatica, che priva la vecchiaia e la morte del loro carico di terrore. Quelle realtà erano per lui parte della vita, e quindi accettate. Lo guardavo, un po’ come l’alpinista dilettante guarda il campione che ha conquistato la scintillante vetta dell’Everest, senza nemmeno sperare di raggiungere quelle cime: conosce i propri limiti e l’impossibilità dell’impresa. Non sono particolarmente devota. Quello che so della serenità buddhista mi permette solo di misurare quanto ne sono lontana, e come questa carenza è dolorosa. Ma posso almeno testimoniare, avendola vista di vicino, che quella serenità esiste, la vecchiaia, la malattia o l’avvicinarsi della morte non sembrano affatto turbarla. E’ poiché siamo arrivati al tema della fine ultima, pudicamente accantonata in Occidente, e questo pensiero, a differenza del monaco, lo trovo inaccettabile, preferirei che succedesse qui, in uno di questi monasteri, e non nel bianco asettico di una stanza d’ospedale o in uno degli ospizi di cui la televisione ci mostra con accondiscendenza gli ospiti infermi, tremanti e rimbambiti, un esercito allo sbando degli ultimi combattenti per il bene supremo: una vita più lunga.“ Christine Jordis

    ha scritto il