Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Pastorale americana

By Philip Roth

(622)

| Hardcover | 9788806147389

Like Pastorale americana ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Pastorale americana non è soltanto un'allegoria politica, è anche un libro sulla vecchiaia, la memoria e l'intollerabilità di certi ricordi. A narrare l'accanirsi del destino sullo Svedese è un suo compagno di scuola, Nathan Zuckerman, protagonista d Continue

Pastorale americana non è soltanto un'allegoria politica, è anche un libro sulla vecchiaia, la memoria e l'intollerabilità di certi ricordi. A narrare l'accanirsi del destino sullo Svedese è un suo compagno di scuola, Nathan Zuckerman, protagonista di molti romanzi di Roth e alter - ego dello scrittore. Bastano pochi dettagli captati nel corso di una fugace conversazione, durante una festa di ex allievi del liceo di Newark, per far sentire a Zuckerman l'assoluta necessità di raccontare la storia di Seymour. E sono proprio i dettagli, con la forza della loro evidenza e apparente banalità, a infondere vita al racconto: dettagli del degrado di una città, della rabbia di una generazione, della solitudine di un padre.

875 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Credo di non essere la prima a dichiarare questo un bellissimo libro.Non sono una esperta, ma la grande narrazione credo che si sente. I personaggi, ben inseriti nella storia, rappresentano un pò tutti noi, con le nostre difficoltà di relazione.
    Cosa ...(continue)

    Credo di non essere la prima a dichiarare questo un bellissimo libro.Non sono una esperta, ma la grande narrazione credo che si sente. I personaggi, ben inseriti nella storia, rappresentano un pò tutti noi, con le nostre difficoltà di relazione.
    Cosa dire, è un libro che voglio tenere in libreria.

    Is this helpful?

    Mariluca05 said on Jul 24, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non è un libro per principianti della lettura.
    Non che io sia una letterata, anzi.
    Penso solo che ci voglia un minimo di esperienza per riuscire ad apprezzare la complessità di questo romanzo.
    Molto amaro, vero, bello!

    Is this helpful?

    Monica R. said on Jul 23, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Ed era una sola volta l'anno che si trovavano tutti insieme, e per giunta sul terreno neutrale e sconsacrato della festa del Ringraziamento....Una moratoria su ogni doglianza e su ogni risentimento, e non soltanto per i Dwyer e i Levov, ma per tutti ...(continue)

    "Ed era una sola volta l'anno che si trovavano tutti insieme, e per giunta sul terreno neutrale e sconsacrato della festa del Ringraziamento....Una moratoria su ogni doglianza e su ogni risentimento, e non soltanto per i Dwyer e i Levov, ma per tutti coloro che, in America, diffidano l'uno dell'altro. E' la pastorale americana per eccellenza e dura ventiquattr'ore." (Einaudi Super ET, settembre 2013; pp. 434-435)

    E' il secondo libro di Roth che leggo e ho capito che non fa per me. Ottimo scrittore, anche se la visione pessimistica dell'umanità permea fortemente le sue opere e non dà scampo a nessuna resurrezione di tolstoiana memoria.
    Ho fatto fatica a terminare questo libro, per me la sua scrittura è poco fluida, la narrazione a tratti sconnessa, con divagazioni noiose e eccessivamente lunghe.

    Is this helpful?

    Poldobix said on Jul 7, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Pag. 188

    E, nella vita, di tutti i giorni, nient'altro da fare che continuare rispettabilmente ad avere l'enorme pretesa di essere se stesso, con tutta l'onta di essere, invece , solo la maschere di uomo ideale.

    Is this helpful?

    Michaela said on Jul 6, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Romanzo di enorme complessità che si presta a diversi livelli di lettura. Il più banale è quello della deflagrazione di una famiglia modello dell’alta borghesia, ma già questo ha tali sfumature da diventare un modello utilizzabile in psicologia cogni ...(continue)

    Romanzo di enorme complessità che si presta a diversi livelli di lettura. Il più banale è quello della deflagrazione di una famiglia modello dell’alta borghesia, ma già questo ha tali sfumature da diventare un modello utilizzabile in psicologia cognitivista sullo sviluppo di un disturbo alimentare psicogeno.

    Ma c’è molto di più: le difficoltà di integrazione tra i diversi gruppi etnici e religiosi americani, la crisi economica e di sistema delle società occidentali, la crisi etica e politica degli Stati Uniti tra Vietnam e Watergate e il tutto cercandone una sintesi unitaria se non proprio un unitario significato (in quanto uno degli assunti è che il significato di tutto questo, della vita intera, non c’è! “Perché l'unica cosa che poteva essere peggio del fatto che tutto questo fosse uno scherzo malvagio era che non fosse uno scherzo malvagio.”)

    Infine a un livello ancora più basico il tema centrale del romanzo è la solitudine; tutti i personaggi recitano sé stessi ma sono assolutamente e inesorabilmente soli, inchinati davanti al gran dio Solitudine: “Sì, siamo soli, profondamente soli, e in serbo per noi, sempre, c'è uno strato di solitudine ancora più profondo.”

    In definitiva un capolavoro durissimo e crudelissimo; lettura ad alta voce consigliata in quelle famiglie in cui all’apparenza “va tutto bene”.

    Is this helpful?

    Dr.Restless said on Jul 1, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book