Pastorale americana

Voto medio di 6.341
| 1.076 contributi totali di cui 968 recensioni , 106 citazioni , 0 immagini , 2 note , 0 video
Seymour Levov è alto, biondo, atletico: al liceo lo chiamano «lo Svedese». Ebreo benestante e integrato, ciò che pare attenderlo negli anni Cinquanta è una vita di successi professionali e di gioie familiari. Finché le contraddizioni del ... Continua
Ha scritto il 18/09/17
Controcorrente
Non sono riuscita ad apprezzare questo libro. Sia per il modo di scrivere che per i contenuti.
Forse avevo delle aspettative troppo alte.
Ha scritto il 06/09/17
Sicuramente Roth ha scritto un romanzo "imponente" che presenta uno spaccato della recente storia americana in maniera scritta (e tradotta) divinamente. Però personalmente l'ho trovato per lunghi tratti di una noia mortale.
Ha scritto il 01/09/17
Il sogno americano
Primo opera con cui decido di approcciare questo autore. Risultato: mi aspettavo un po' di più. Certo lo Svedese merita sicuramente un libro, la sua storia andava raccontata, la sua personalità scandagliata. La rappresentazione del sogno americano ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 30/08/17
Sono felice di averlo finito. Non lo regalerei.
Imponente. Ma per me una lettura frustrante. L'azione è continuamente interrotta da lunghissime digressioni e flashback. I mille riferimenti alla cultura americana degli anni 50-70 sono interessanti, ma per la maggior parte sprecati (purtroppo) per ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 20/08/17
SPOILER ALERT
Lo spaccato di un'epoca, ormai terminata, tra gli anni '60 e '70, e le vicende di una famiglia americana. La storia di un uomo, lo 'Svedese', un uomo fattosi da sé e fiero della sua vita, finché sua figlia non decide di far esplodere una bomba e ..." Continua...

Ha scritto il Sep 10, 2017, 08:58
Rimane il fatto che, in ogni modo, capire bene la gente non è vivere. Vivere è capirla male e male e poi male e, dopo un attento riesame, ancora male. Ecco come sappiamo di essere vivi: sbagliando. Forse la cosa migliore sarebbe dimenticare di ... Continua...
Pag. 45
Ha scritto il Jul 23, 2017, 10:24
La vita è solo un breve periodo di tempo nel quale siamo vivi (Merry Levov)
Pag. 300
Ha scritto il Feb 12, 2017, 09:37
E poiché non dimentichiamo le cose solo perché non contano, ma le dimentichiamo anche perché contano troppo (perché ciascuno di noi ricorda e dimentica secondo uno schema labirintico che rappresenta un segno di riconoscimento non meno ... Continua...
Pag. 56
Ha scritto il Jan 08, 2017, 08:25
La gente pensa che la storia abbia il respiro lungo, ma la storia, in realtà, ti si para davanti all'improvviso.
Pag. 95
Ha scritto il Nov 29, 2016, 16:22
[...] Rimane il fatto che , in ogni modo, capire bene la gente non è vivere. Vivere è capirla male, capirla male e male e poi male e, dopo un attento riesame, ancora male. Ecco come sappiamo di essere vivi: sbagliando. Forse la cosa migliore ... Continua...
Pag. 41
  • 2 mi piace

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Mar 13, 2017, 09:51
EBOOK SCAMBIABILE
Ha scritto il Aug 31, 2016, 15:09
Donazione Viggiani

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi