Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Patto col Diavolo

Di

Editore: Harlequin Mondadori (BlueNocturne, 49)

3.4
(156)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 380 | Formato: Paperback

Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Fiction & Literature , Romance , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Patto col Diavolo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
serie The Regency Draculia n.1

Londra, 1804.
Membro della Draculia, un'associazione segreta di potenti aristocratici che hanno venduto l'anima al diavolo e che ne portano il marchio, il Visconte Voss Dewhurst è sempre stato molto attento a mantenersi neutrale nella guerra in corso tra i suoi simili. Finché, a un ballo, non incontra Angelica Woodmore. Lei possiede la Vista, un'abilità che potrebbe rivelarsi preziosissima per entrambe le parti in causa, e lui intende carpirle delle informazioni corteggiandola. Tanto più che quella giovane donna affascinante scatena in lui l'insaziabile desiderio di possedere il suo corpo voluttuoso e bere il suo sangue inebriante. Ciò che non si aspetta è che lei gli ispiri anche un altro genere di desiderio, molto più subdolo e pericoloso: quello di proteggerla.

Ordina per
  • 4

    Forse un po’ prolissa, ma la Gleason colpisce ancora

    Voss è maledetto dal patto che lo lega a Lucifero: vivrà in eterno ma solo nella notte e nutrendosi del sangue dei vivi. Tutto questo per lui è routine, fino a quando non incontra Angelica, la sorella di un noto cacciatori di vampiri.
    Per coloro che arrivano dalle opere di questa celebre au ...continua

    Voss è maledetto dal patto che lo lega a Lucifero: vivrà in eterno ma solo nella notte e nutrendosi del sangue dei vivi. Tutto questo per lui è routine, fino a quando non incontra Angelica, la sorella di un noto cacciatori di vampiri.
    Per coloro che arrivano dalle opere di questa celebre autrice, e sì mi riferisco alla saga Gardella, questo libro parte con molta più calma e con due protagonisti che si discostano da quelli che in precedenza la Gleason ci ha fatto amare, ma non per questo meno intriganti o piacenti. In ogni caso forse la partenza si rivela un po’ troppo calcolata, si dilunga nello sviluppo dello sfondo e lascia pochissimi pagine al succo che ogni lettrice della Gleason spasima: la passione!
    In ogni caos il libro è scritto in maniera scorrevole, e superato lo scoglio dei primi capitoli, si passa subito ad amare Voss e apprezzare Angelica, anche se non è l’eroina forte che ci aspetteremmo. Voss è sì il classico bel tenebroso, con un anima macchiata e pronto a redimersi, ma posso confessare che ha quella sfacciataggine e quel lato nascosto e tanto tormentato che strappa nettamente il cuore.
    Angelica invece è un personaggio molto più complesso, mi aspettavo l’eroina, mi sono ritrovata con il fiore della società che però ha un suo lato nascosto un poco calcolato ma che comunque permette alle lettrici di immedesimarsi nella lettura senza odiare troppo la sua semplicità e nemmeno vederla come l’ennesima ragazzina che perde la testa per il bel tenebroso.
    In definitiva quattro stelle, è stata una bella lettura, ma forse mi aspettavo troppo. In ogni caso la Gleason non delude, se escludo la prolissità al suo inizio confermo che è una lettura intrigante, passionale e che scatena le emozioni del lettore. Consigliato agli amanti dei vampiri e a coloro che ancora non conoscono questa bravissima autrice.

    ha scritto il 

  • 5

    La Gleason è una garanzia. :)
    L'aspetto romantico è sempre presente e forse alla lunga può stancare (ma non me ;)), però la trama dell'intera saga in questo primo volume è solo (a parer mio) abbozzata.
    Ci sono diversi personaggi che gravitano in queste 239 pagine, i principali sono Vo ...continua

    La Gleason è una garanzia. :)
    L'aspetto romantico è sempre presente e forse alla lunga può stancare (ma non me ;)), però la trama dell'intera saga in questo primo volume è solo (a parer mio) abbozzata.
    Ci sono diversi personaggi che gravitano in queste 239 pagine, i principali sono Voss e Angelica, ma la loro è una "storia nella storia" se mi permettete il modo di dire.
    Altri personaggi vengono abbozzati, Cash e Narcise, Maia e Dimitri, le cui gesta però immagino potrebbero avere sviluppi inattesi nei prossimi volumi.. chi vivrà vedrà! :)

    ha scritto il 

  • 2

    Lucifero dovrebbe chiedere i diritti per un considerevole abuso della sua immagine

    Due stelle e mezzo

    Non credo sia proprio pessimo come romanzo. Lo stile della Gleason non mi dispiace, così come il periodo storico in cui è ambientata la vicenda, ma non sono riuscita a non annoiarmi.
    La trama procede lenta, troppo, e i personaggi non mi hanno lasciato alcuno spesso ...continua

    Due stelle e mezzo

    Non credo sia proprio pessimo come romanzo. Lo stile della Gleason non mi dispiace, così come il periodo storico in cui è ambientata la vicenda, ma non sono riuscita a non annoiarmi.
    La trama procede lenta, troppo, e i personaggi non mi hanno lasciato alcuno spessore caratteriale. Semplicemente lui era un tipo viscido e lei una ragazza con un grande peso interiore.
    Ero tentata di abbandonarlo, ma alla fine ho deciso di finirlo, giusto per toglierlo dalla lista dei libri non letti.

    ha scritto il 

  • 3

    Mahhhhh.....
    premeto che adoro la Gleason. Ho stra amato la saga dei Gardella.. e ho acquistato questi a occhi chiusi.. forse dovrei imparare a non aspettarmi troppo da autori che amo.
    La trama poteva essere buona, invece non mi ha lasciato nulla. il finale poi, sembra scritto troppo ...continua

    Mahhhhh.....
    premeto che adoro la Gleason. Ho stra amato la saga dei Gardella.. e ho acquistato questi a occhi chiusi.. forse dovrei imparare a non aspettarmi troppo da autori che amo.
    La trama poteva essere buona, invece non mi ha lasciato nulla. il finale poi, sembra scritto troppo velocemente. non lo so, poteva essere migliore secondo me. Ora ho anche gli altri due della saga. vedremo se in quelli ci sarà questa cosa che qui è mancata.

    ha scritto il 

  • 1

    Una grande delusione!

    Premetto che di questa autrice ho letto l’intera saga dei Gardella e mi è piaciuta tantissimo.
    Il primo libro era abbastanza adolescenziale e diciamolo poco credibile, ma la storia era intrigante e non mi ha mai annoiato.
    Poi nei successivi libri (5 per l’esattezza) la storia si è sv ...continua

    Premetto che di questa autrice ho letto l’intera saga dei Gardella e mi è piaciuta tantissimo.
    Il primo libro era abbastanza adolescenziale e diciamolo poco credibile, ma la storia era intrigante e non mi ha mai annoiato.
    Poi nei successivi libri (5 per l’esattezza) la storia si è sviluppata e anche la stessa protagonista è cresciuta.
    Quando ho letto l’ultimo libro, oramai mi ero così affezionata ai personaggi che ho versato qualche lacrimuccia per l’epilogo della storia, comunque appassionante e interessante.
    Tutto questo per dire che il primo volume di questa altra serie della Gleason non è altezza di quello che l’autrice mi aveva fatto sperare con la sua bellissima saga dei Gardella.
    All’inizio del libro mi sono trovata un po’ spaesata, non riuscivo a capire chi erano i personaggi, facevo un po’ di confusione. Inizio all’insegna della confusione più totale, poi ho cominciato a capire qualcosa ma c’erano delle parti che mi sembravano essere state aggiunte per far volume senza aggiungere effettivamente nulla alla storia.
    L’autrice, secondo me, voleva scrivere un romance mettendoci dentro anche i vampiri e ha fatto una insalata mista.
    Il libro non è decollato né come romance e né come fantasy vampiresco, anche se le premesse erano buone ma non ha sviluppato né un aspetto e né l’altro, per non parlare della conclusione…..

    ha scritto il 

  • 3

    Lettura piacevole, ma non entusiasmante.
    I personaggi mancano di spessore e non sono caratterizzati al meglio; la storia si sofferma pressoché sulla coppia Voss/Angela, ma entrambi non hanno attirato le mie simpatie.
    Angela sembra volersi comportare da donna adulta e responsabile, ma ...continua

    Lettura piacevole, ma non entusiasmante.
    I personaggi mancano di spessore e non sono caratterizzati al meglio; la storia si sofferma pressoché sulla coppia Voss/Angela, ma entrambi non hanno attirato le mie simpatie.
    Angela sembra volersi comportare da donna adulta e responsabile, ma alla fine si fa solamente trascinare dagli eventi. Anche Voss non è migliore, con i suoi comportamenti riesce solamente a mettere nei casini tutti.
    Inoltre trovo che, anche se l’ambientazione è piacevole, non rispetta molto gli usi e costumi dell’epoca, soprattutto per quanto riguarda la situazione delle donne che non avevano nemmeno la metà delle libertà che troviamo nel libro. Mi rendo conto che per la trama la Gleason abbia dovuto rendere più libertine le abitudini dell’epoca.
    Sinceramente mi aspettavo di più dopo la lettura del ciclo di Gardella.

    ha scritto il 

  • 4

    THE REGENCY DRACULIA SERIES book 1
    “The Vampire Voss”

    Da tre a quattro stelline

    Dopo la parentesi post-apocalittica delle Envy Chronicles, riecco la Gleason della Londra dei primi anni dell’Ottocento (periodo long regency) che si diverte a ...continua

    THE REGENCY DRACULIA SERIES book 1
    “The Vampire Voss”

    Da tre a quattro stelline

    Dopo la parentesi post-apocalittica delle Envy Chronicles, riecco la Gleason della Londra dei primi anni dell’Ottocento (periodo long regency) che si diverte a porre le proprie eroine in una società rigida e limitata da severe convenzioni e regole sociali, affinché possano infrangerne quante più possibile, con limpidezza, spirito pratico e un tocco di malizia.

    Nonostante una prima parte opaca e un poco insipida e nonostante una mitologia che non ho apprezzato pienamente (ho trovato i numerosi interventi della voce di Lucifero poco convincenti e a tratti forzati, se non ridicoli), la Gleason sa come irretire e conquistare il lettore, trasportandolo nel suo mondo accanto ai suoi protagonisti. Con questo primo volume della Regency Draculia ci regala una danza a tempo del nuovo scandaloso walzer nella sfarzosa aristocrazia dell’epoca, tra corse in carrozza, ricevimenti, corpetti, guanti, nastri e maliziose insidie all’etichetta. E, soprattutto, una storia d’amore che si prende i suoi tempi, sviluppandosi in maniera verosimile, e i cui protagonisti non smentiscono mai se stessi, rimanendo fedeli alle proprie identità e ai propri fini anche quando l’amore inizia a bussare al loro cuore, sino al vibrante abbattimento delle barriere sociali e personali del finale. E intanto ci presenta i protagonisti che animeranno i prossimi libri, intrecciando le loro storie inestricabilmente con quelle di Voss e Angelica, rendendoli già intimi al lettore.

    Meno coinvolgente e dinamico delle Gardella Vampire Chronicles, The Vampire Voss è un libro comunque sufficientemente solido e brillante da risultare assolutamente gradevole.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Andando in dettaglio devo dire che la coppa protagonista Voss/Angela mi è piaciuta molto. Angela è una persona che non si spaventa e affronta il fatto che Voss è un vampiro dimostrando che, visto che lo ama, non gli importa, ne è una prova la scena finale in camera di lei. Voss, invece, mi è pars ...continua

    Andando in dettaglio devo dire che la coppa protagonista Voss/Angela mi è piaciuta molto. Angela è una persona che non si spaventa e affronta il fatto che Voss è un vampiro dimostrando che, visto che lo ama, non gli importa, ne è una prova la scena finale in camera di lei. Voss, invece, mi è parso remissivo nei confronti della morte quasi la cercasse, la scena nell'hotel di Parigi dimostra questo, ma pronto a combattere er stare con Angela.
    La coppia Dimitri/Maia e la mia preferita e anche la più comica, a parer mio, sono ansiosa di leggere il libro che li riguarda per vedere come va a finire.
    Infine la coppia Chas/Narcise su di loro non mi sono fatta un'idea precisa ma devo dire che anche loro hanno un certo fascino, non mi resta che aspettare il libro su di loro.
    La storia di fondo l'ho trovata interessante e anche di come si diventa vampiri è alquanto intrigante.
    Concludendo devo dire che questo libro mi è alquanto piaciuto, in alcuni punti l'ho trovato anche comico (le volte in cui Maia doveva parlare con Dimitri e le reazioni di lui all'idea di questi colloqui).

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Non c'è verso non mi piaccioni i libri in costume! E questo sicuramente non ha aiutato il mio giudizio sul libro. I merletti le crinoline i guanti e tutti i convenevoli stucchevoli che girano intorno a questa epoca non fanno per me. Detto questo il libro non sarebbe poi così male, ma la storia no ...continua

    Non c'è verso non mi piaccioni i libri in costume! E questo sicuramente non ha aiutato il mio giudizio sul libro. I merletti le crinoline i guanti e tutti i convenevoli stucchevoli che girano intorno a questa epoca non fanno per me. Detto questo il libro non sarebbe poi così male, ma la storia non mi ha appassionato più di tanto, lei è un po' "moscetta" sinceramente, e anche da lui,pur essendo il classico bel vampiro, mi aspettavo qualcosa di più,eppure all'inizio aveva tutte le caratteristiche che deve avere un vampiro, cattivo, spietato, strafottente, "godone", ma poi mi si "ammoscia" e, ciliegina sulla torta diventa "umano" MA PERCHE'? I vampiri sono vampiri e tali devono rimanere, costi quello che costi, altrimenti si parla e si legge d'altro!! E ora come faccio a leggere "cacciatori di vampiri" sempre della Gleason se non sopporto l'epoca in cui si svolge la storia? Boh!

    ha scritto il