Paul Newman

una vita

Di

Editore: Baldini Castoldi Dalai

3.6
(7)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 464 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8860737648 | Isbn-13: 9788860737649 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Biografia

Ti piace Paul Newman?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
La vita di uno degli attori più amati della storia del cinema. Dall’Actors Studio a Broadway, dai successi televisivi a quelli hollywoodiani, il critico cinematografico Shawn Levy ripercorre la storia di colui che, per decenni, ha rappresentato l’ideale della star del grande schermo, combinando fascino e talento, e non smettendo mai di lavorare duramente per cercare di migliorare uno stile di recitazione che gli ha fruttato dieci nomination all’Oscar (vinto nel 1987 grazie a Il colore dei soldi). E poi la passione per le auto, le molteplici attività benefiche e i problemi che non hanno risparmiato nemmeno una stella del cinema: il difficile rapporto con il figlio, morto di overdose, e la battaglia contro l’alcol. «Questo libro», ha scritto il «Washington Post», «ci manda un messaggio importante: anche se non possiamo aspirare alla stessa vita di Paul Newman, possiamo ugualmente giocarci le nostre carte con coraggio, grazia e generosità».
Ordina per
  • 4

    Una biografia davvero ben fatta, piena di dati (forse troppi, in certi casi) e approfondimenti, la quale rivela (se mai ce ne fosse stato bisogno) l'intelligenza, l'eleganza e la riservatezza dell'att ...continua

    Una biografia davvero ben fatta, piena di dati (forse troppi, in certi casi) e approfondimenti, la quale rivela (se mai ce ne fosse stato bisogno) l'intelligenza, l'eleganza e la riservatezza dell'attore e soprattutto dell'uomo Newman. A conferma che dietro ogni grande uomo c'è una (altrettanto) grande donna, la figura di Joanne Woodward spicca per sensibilità e personalità.
    Un libro in cui per fortuna non si indugia mai nel patetico. né nell'elogio sperticato.

    ha scritto il