Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Paul e Virginie

Testo francese a fronte

Di

Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

3.4
(66)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 306 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Francese

Isbn-10: 8817106917 | Isbn-13: 9788817106917 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Tascabile economico , Paperback

Genere: Fiction & Literature , Travel

Ti piace Paul e Virginie?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Il romanzo che fu il manifesto di una generazione di giovani che siriconosceva nell'elogio della Natura di Rousseau e credeva nella bontà dellanon-cultura opposta alla durezza della civiltà. Due giovani, Paul e Virginie,belli, puri, estranei a qualsiasi educazione che non sia quella della bellezzae della natura, vivono nel XVIII secolo nell'incanto di una bellissima isola.Tutto sorride attorno a loro, tutto è bello, incontaminato, buono. Ma il lorocasto idillio è infranto quando una zia di Virginie decide di richiamarla inFrancia perché "vuole che sia educata". Sul continente la sventurata nontroverà altro che dolore e rimpianti; imbarcatasi per ritornare dal suo Paulperirà in un naufragio.
Ordina per
  • 4

    Letto da: Laura.

    Ricordo di aver acquistato questo libro perche' mi era tornato in mente uno sceneggiato di quando ero bimba che mi aveva molto emozionata. Il linguaggio di Saint-Pierre e' aulico ...continua

    Letto da: Laura.

    Ricordo di aver acquistato questo libro perche' mi era tornato in mente uno sceneggiato di quando ero bimba che mi aveva molto emozionata. Il linguaggio di Saint-Pierre e' aulico come solo un romanzo del '700 puo' essere pero' ha il pregio di toccare sia i sentimenti piu' profondi e puri che le grandi domande che l'uomo da sempre si fa sulla vita, sul futuro, sull'ignoto, sull'anima, ecc. Non fornisce risposte, o meglio, propone alternative opposte e lascia al lettore la curiosita' di approfondire.

    ha scritto il 

  • 5

    Paul et Virginie

    La storia di Paul e Virginie potrebbe essere paragonata a quella di Romeo e Giulietta, ma quello che rende il racconto particolare è che è ambientato alle Mauritius...eh sì!Anche lì esiste una ...continua

    La storia di Paul e Virginie potrebbe essere paragonata a quella di Romeo e Giulietta, ma quello che rende il racconto particolare è che è ambientato alle Mauritius...eh sì!Anche lì esiste una leggenda simile a quella dei due amanti veronesi. In più, se avrete la possibilità di leggere questa storia riuscirete anche a scoprire perchè tutt'ora alle Mauritius alcuni luoghi portano dei nomi che ricordano questa bellissima storia d'amore..

    ha scritto il 

  • 4

    «N'aie pas peur, je me seas bien fort avec toi.»

    Hans Axel Von Fersen era un uomo che di certo non passava inosservato. Alto ben un metro e novanta, atletico, spalle larghe e volto aperto, colpiva i cuori delle nobildonne di tutta Europa con i suoi ...continua

    Hans Axel Von Fersen era un uomo che di certo non passava inosservato. Alto ben un metro e novanta, atletico, spalle larghe e volto aperto, colpiva i cuori delle nobildonne di tutta Europa con i suoi brillanti occhi azzurri, ornati da lunga ciglia nere, e la sua aria misteriosa e riservata, che gli avevano fatto guadagnare l'appellativo di Le Beau Fersen. L'indiscusso fascino che lo accompagnava fin dalla più giovane età colpirono in particolare il cuore di una delle regine più famose della storia, Maria Antonietta, che lo conobbe a soli diciotto anni durante un ballo in maschera. L'amore appassionato, platonico o fisico che fosse, che sbocciò fra la Delfina di Francia e il bel svedese era cosa nota anche all'epoca: contemporanei sostennero che Maria Antonietta era addirittura incapace di dominarsi al cospetto del conte, principiando a tremare chiaramente alla presenza inaspettata del suo amante.

    Nonostante le numerose relazioni amorose delle quali Maria Antonietta venne tacciata, di certo la più plausibile rimane quella con Fersen, che le rimase vicino anche nei tremendi momenti del Grande Terrore. Leggenda vuole, infatti, che nel 1791, prigioniera dei rivoluzionari nelle Tuileries, Maria Antonietta sentisse l'esigenza di comunicare con il suo fascinoso amante, ma braccata dai propri persecutori necessitasse di un codice. Le venne quindi in mente di usare come cifrario un libro, una storia romantica che entrambi, come due novelli Paolo e Francesca, avevano grandemente amato. Si trattava di un racconto uscito pochi anni prima, di straordinario successo e con l'eccezionale potere di far palpitare i cuori e lacrimare gli occhi di tutta la Francia: il celeberrimo romanzo di Bernardin de Saint Pierre, Paul et Virginie...

    ...recensione completa su: http://handwrittenpoetry.blogspot.com/2011/04/speciale-bernardin-de-saint-pierre-paul.html

    ha scritto il 

  • 0

    Acquistato per forza come lettura estiva per la classe di lingua francese. Già allora avevo vaghi ricordi di un vecchio telefilm strappalacrime che han fatto da deterrente...e ancor oggi quando vedo ...continua

    Acquistato per forza come lettura estiva per la classe di lingua francese. Già allora avevo vaghi ricordi di un vecchio telefilm strappalacrime che han fatto da deterrente...e ancor oggi quando vedo la copertina ingiallita sento un senso di repulsione. Devo impormi di leggerlo se non altro per rispolverare il Francese...

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    ambiente bucolico e leggiadro, fanciulli innamorati che vengono separati dalla vita e si ricongiungono solo con la morte.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Forse niente di eccezionale,ma è un piccolo classico della letteratura sentimentale e utopistica di metà '700,con il mito delbuon selvaggioe dell'età dell'oro della natura.Da consigliare a tutte ...continua

    Forse niente di eccezionale,ma è un piccolo classico della letteratura sentimentale e utopistica di metà '700,con il mito delbuon selvaggioe dell'età dell'oro della natura.Da consigliare a tutte le anime fanciullesche e sognatrici che seguono le orme del buon Rousseau.
    La scena della morte di Virgine è una delle più commoventi che abbia mai letto...T_T

    ha scritto il 

  • 3

    Ho trovato questo libro cercando tracce dello sceneggiato omonimo che ricordavo di aver visto da piccolina (c'è qualcuno che se lo ricorda?). Lo sceneggiato era bellissimo, il libro, tolta la trama ...continua

    Ho trovato questo libro cercando tracce dello sceneggiato omonimo che ricordavo di aver visto da piccolina (c'è qualcuno che se lo ricorda?). Lo sceneggiato era bellissimo, il libro, tolta la trama romantica, è un polpettone noiosissimo sul tema del "buon selvaggio". Che delusione...

    ha scritto il