Andy Wharol predisse che in futuro tutti avrebbero avuto quindici minuti di celebrità. Per Nicola Presci, uno dei tanti prodotti della moderna industria delle star, quei quindici minuti sono stati quanto di più emozionante e travolgente si possa imma ...Continua
ciro andreotti
Ha scritto il 17/06/17
Fidati di me
Nicola Presci Milanese di poco più di venti anni ha vinto un reality di quelli che entri da ‘Signor Nessuno’ e ne esci da vincitore incontrastato della Lotteria Italia, da tredici al totocalcio con l’Akragas che espugna Lo Juventus Stadium, e tu hai...Continua
  • 1 mi piace
Massimiliano
Ha scritto il 27/07/15
Vana Gloria
Vana gloria Un libro scorrevole, divertente a tratti e soprattutto dissacrante. Prendere in giro il mondo delle show biz e' un bel passatempo, soprattutto per chi "odia" tutto quel circolo di pseudo talent show che sfornano pseudo VIP buoni solo ad a...Continua
Tonino
Ha scritto il 28/06/15
Divertente e...
Divertente e, specie nella parte finale, anche crudo, spiazzante. E' scritto veramente molto bene ed il mondo finto della tv e dei reality è descritto grottescamente, ma anche molto realisticamente. Decisamente cruda la parte finale. Molto buono. ...Continua
  • 1 mi piace
Raffaello Ferrante
Ha scritto il 30/01/15
recensito per Mangialibri
http://www.mangialibri.com/node/16501 “Ragazzi!”. La voce di Alessia Marcuzzi esplode dagli altoparlanti posizionati nella casa sommersa immediatamente dagli strilli, dai gridolini, dagli applausi dei quattro concorrenti superstiti ancora rinchiusi l...Continua
  • 2 mi piace
Antoturi
Ha scritto il 22/01/15
Adesso vediamo se mi riesce a dire qualcosa di sensato su questo libro.
Perché questo romanzo appartiene alla categoria di quelle opere che io definisco magmatiche. Anche se questa volta più che per diversità stilistiche o per la contrapposizione di contenuti, lo è per il modo in cui si muove la narrazione. Una narrazion...Continua
  • 2 mi piace

Marzia
Ha scritto il Nov 27, 2015, 17:19
Ora lo so, non si può vivere passando da un'ultima chance all'altra. ma conta qualcosa, se poi sono stato comunque io a lanciare l'atto finale?
Pag. 350
Marzia
Ha scritto il Nov 27, 2015, 17:16
C'è un grado di dolore, una quantità di ferite che si possono ricevere oltre la quale non resta più niente per cui valga la pena di battersi, e quando si è arrivati a perdere tutto, mantenere l'equilibrio è solo uno dei tanti lussi che non ci si può...Continua
Pag. 349

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi