Pelle di leopardo

­Giai Phong! La liberazione di Saigon

di | Editore: TEA
Voto medio di 757
| 82 contributi totali di cui 76 recensioni , 6 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Terzani arrivò in Vietnam nel 1972. Vide e visse l'inferno di quei giorni econsegnò la propria esperienza di testimone della guerra al diario che l'annodopo apparve col titolo "Pelle di leopardo". Ritornò in Vietnam nel 1975 e fuuno dei pochissimi ... Continua
Ha scritto il 14/08/17
Fanstastico
Una storia che non conoscevo nei dettagli, scritta da un maestro del nostro tempo.
Ha scritto il 14/08/17
Fanstastico
Una storia che non conoscevo nei dettagli, scritta da un maestro del nostro tempo.
Ha scritto il 06/08/17
Lucido e preciso
Non è uno dei libri che ho preferito di Terzani, soprattutto all'inizio troppo simile ad un diario di viaggio, ad un semplice resoconto dei fatti, ma mi è davvero piaciuto, forse perché mi piace molto lo stile di Terzani. Di questo libro però ho ...Continua
Ha scritto il 27/06/17
inviato di guerra, racconta gli ultimi periodi del conflitto in Vietnam, la presa di Saigon, la fuga degli americani, la ricostruzione e rieducazione del nuovo governo vietcong. Racconto appassionato, piacevole , un documento molto importante e non ...Continua
Ha scritto il 11/09/16
Dal vostro corrispondente in Vietnam
Questo libro sono in realtà due: nel primo “Pelle di leopardo” si racconta degli ultimi giorni prima della caduta del regime sud vietnamita, nel secondo “Giai Phong” i primi giorni dopo lo stesso evento. Entrambi i libri sono una serie di ...Continua
  • 1 mi piace

Ha scritto il Apr 10, 2013, 15:46
Than Cong era arrivato a Saigon il giorno dopo la Liberazione. "Mi successe una cosa buffissima. Non me la dimenticherò mai. Per anni mi ero dovuto scavare delle fosse, in cui dormire, in cui difendermi dai B-52. Basta una notte a scavare una ...Continua
Pag. 346
Ha scritto il Apr 10, 2013, 15:43
In poche ore la barriera di ignoranza, di paura, di silenzio fra Nord e Sud, fra un Vietnam e l'altro, andò in frantumi. Il vietcong, "nemico senza faccia" era diventato qualcuno di conosciuto, il figlio del vicino, il proprio fratello, un parente, ...Continua
Pag. 252
Ha scritto il Apr 10, 2013, 15:38
"Fino a qualche mese fa" dissi scherzando ad un ufficiale, "venivo a vedere le battaglie e voi dall'altra parte del fronte mi tiravate addosso: ora vi preoccupate che possa succedermi qualcosa se viaggio da solo nel Delta che controllate voi."
Pag. 302
Ha scritto il Apr 10, 2013, 15:36
"Dentro ogni vietnamita c'è un mandarino, un ladro, un mentitore che dorme, ma c'è anche un sognatore. A me la Rivoluzione fa sognare e voglio vederla coi miei occhi."
Pag. 174
Ha scritto il Apr 10, 2013, 15:35
Quando tornerete di là dite la verità. Dite quello che avete visto. Dite ad altri come voi di venire. Ci sono altri popoli nel mondo che non hanno il coraggio di fare la rivoluzione perchè sostanzialmente sopravvalutano la forza dei loro nemici. ...Continua
Pag. 1

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi