Pensare/classificare

di | Editore: Rizzoli
Voto medio di 75
| 14 contributi totali di cui 6 recensioni , 8 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Paolo70
Ha scritto il 04/08/14
unico nel suo genere, una via di mezzo tra un saggio e un esperimento, oltrechè una confessione dell'interesse tassonomico dell'autore. tentativi di classificare e catalogare qualsiasi cosa, inclusi i criteri di classificazione (una meta-classificazi...Continua
rabbit
Ha scritto il 23/02/11
traduzione sergio pautasso
copertina: paul klee, _betroffener ort_, 1922, berna, kunstmuseum - note su ciò che cerco - intorno a qualche modo di usare il verbo abitare - note riguardanti gli oggetti che si trovano sulla mia scrivania - tre camere ritrovate - brevi note sull'ar...Continua
zia Grazia
Ha scritto il 07/09/10
Irresistibile
16.09 L'ho finito, gustato, assaporato fino in fondo. Mi sono vestita a festa per leggerlo e ho messo da parte una buona bottiglia di vino, come si fa quando si deve incontrare un amico. E poi più che leggerlo l'ho ascoltato parlare, passare da un...Continua
Daisy (in...
Ha scritto il 16/07/10

"Un signore che legge sulla spiaggia è sulla spiaggia per leggere o legge perché è sulla spiaggia?"
That is the question! da non dormirci la notte.
Ribadisco: Perec era matto... ma matto nel senso buono del termine.

CALIBANO
Ha scritto il 05/09/07

Un delirio classificatorio che ci spinge verso l'ossessione del particolare ed una poetica del non-finito


Kobayashi
Ha scritto il Oct 03, 2014, 07:33
A proposito di quanto sia difficile immaginare una città ideale Non mi piacerebbe vivere in America, ma a volte sì Non mi piacerebbe vivere all'aperto, ma a volte sì Mi piacerebbe vivere nel Quartiere Latino, ma a volte no Non mi piacerebbe vive...Continua
Pag. 115
Kobayashi
Ha scritto il Oct 03, 2014, 07:33
Il sonno. Si legge molto prima di addormentarsi, spesso per addormentarsi e più ancora quando non si riesce a prendere sonno. E' un gran piacere, mentre vi trovate in una casa dove siete stati invitati per un week-end, scoprire dei libri che non avet...Continua
Pag. 111
Kobayashi
Ha scritto il Oct 03, 2014, 07:32
La voce, le labbra Muovere le labbra leggendo è considerato un atto grossolano. Ci hanno insegnato a leggere facendoci leggere ad alta voce; in seguito è stato necessario disimparare quanto ci viene ora presentato come una cattiva abitudine, senza d...Continua
Pag. 103
Kobayashi
Ha scritto il Oct 03, 2014, 07:32
Il contrario della moda, ovviamente, non è il demodé, il fuori moda; è invece il presente: ciò che è, ancorato, permanente, resistente, abitato: l'oggetto e il suo ricordo, l'essere e la sua storia. Non serve gran che essere o voler essere contro la...Continua
Pag. 49
Kobayashi
Ha scritto il Oct 03, 2014, 07:32
7 E tuttavia... Dovrebbe trattarsi di piacere: piacere del corpo, piacere del gioco, piacere di vestirsi così in un altro modo, piacere a volte di nascondersi o mascherarsi o truccarsi, piacere di scoprire, di immaginare, piacere di ritrovare qualc...Continua
Pag. 45

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi