Pensieri della mano

Da una conversazione con Domenico Rosa

di | Editore: Adelphi
Voto medio di 14
| 12 contributi totali di cui 5 recensioni , 7 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Anche per chi abbia familiarità col suo universo visivo - disseminato di figure, paesaggi, oggetti, e disegni dentro disegni dentro disegni - lo sguardo di Tullio Pericoli non è facile da ricostruire. Almeno fino a quando non si coglie un dato essenz ...Continua
...
Ha scritto il 23/09/15

"Spesso si procede senza scegliere, e solo più tardi ci si accorge che invece una scelta si è fatta." (p. 22)

benedett@
Ha scritto il 31/10/14
“Che io guardi e basta è raro."
“Che io guardi e basta è raro. La mia è una continua traduzione di tutti i linguaggi che si manifestano nella vita reale in un’altra lingua (…). Traduco di continuo ogni cosa in immagini fatte di segni, di materia pittorica, di colori. E lo farei con...Continua
Lì
Ha scritto il 10/09/14
Pericoli, un grande artista, un grandissimo uomo.
"In effetti, noi diamo per scontato che il disegno esista. Invece non esiste: in natura non esiste la linea che contorna e definisce le cose. L'invenzione della linea credo sia stato uno degli avvenimenti più sconvolgenti per l'umanità, perché deline...Continua
giovanni milone
Ha scritto il 27/05/14
solo cinque dita
cosa fa un uomo che si trova a dover esprimere le proprie abilità con uno strumento in mano che cerca di accarezzargli a mente? come può scegliere la forma che più di tutte rappresenta la l’ampiezza del mondo interiore? probabilmente cerca di confess...Continua
Sidner
Ha scritto il 16/03/14
"La mano è la finestra della mente." Immanuel Kant

Sidner
Ha scritto il Mar 24, 2014, 21:18
A chi mi ha chiesto qualche volta quali fossero i libri che mi hanno formato, quelli che mi hanno arricchito di più, mi è successo di rispondere che erano quelli che ho dimenticato. Perché? Sono i libri che, durante la lettura, mi hanno distratto ma...Continua
Pag. 118
Sidner
Ha scritto il Mar 24, 2014, 21:16
Si sa quanto male riusciamo a vedere le cose tra le quali viviamo, e spesso soltanto chi viene da lontano sa dirci che cosa ci sta attorno.
Pag. 85
Sidner
Ha scritto il Mar 24, 2014, 21:15
Quando mi presentano qualcuno non riesco mai a ricordarne il nome. E' una cosa che succede a molti, ma perché? Perché - credo - quando ci presentano qualcuno siamo completamente assorbiti dall'osservazione del suo volto. Ci attrae al punto che non si...Continua
Pag. 76
Sidner
Ha scritto il Mar 18, 2014, 12:57
Ci si accontenta di vedere peggio in cambio della velocità, dell'immediatezza e dell'ampiezza del dato fornito. La pittura può avere un ruolo importante nell'impedire che ciò avvenga, può farci capire i vizi che riducono le nostre facoltà percettive,...Continua
Pag. 69
Sidner
Ha scritto il Mar 18, 2014, 12:54
Ai miei occhi io mi stimo certamente al di sotto dei contadini. Enfin io aro la mia tela come loro i campi.
Pag. 61

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi