Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Per amore del sangue

La serie di Joe Pitt vol.1

Di

Editore: Fanucci

3.6
(50)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 320 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 8834714466 | Isbn-13: 9788834714461 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Science Fiction & Fantasy

Ti piace Per amore del sangue?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
A New York si sta diffondendo una misteriosa epidemia, che trasforma in zombie chiunque ne venga affetto: la causa è un batterio che si ciba della carne di chi colpisce, e che spinge gli uomini alla ricerca di sempre nuove energie, infettando altre persone. Joe Pitt, un vampiro di quarantacinque anni che ne dimostra almeno venti in meno, lavora come detective privato e deve scoprire le cause della malattia. Ma un altro incarico gli giunge da una delle famiglie più in vista della città: rintracciare una ragazzina fuggita di casa, della quale si sono perse le tracce. E mentre il clan di vampiri più influente di Manhattan incalza perché Joe trovi e distrugga colui che sta diffondendo il micidiale batterio tra gli umani, diventerà sempre più difficile non turbare il precario equilibrio in cui si trovano i clan dei vampiri…
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Atmosfere noir che ti trasportano in città fumose, vicoli bui, bettole dei bassifondi in cui brulicano i brutti ceffi più oscuri della città. Atmosfere che ti riportano in quei film polizieschi in cui i detective privati degli anni sessanta in soprabito e cappello a falde raccontano come voci fuo ...continua

    Atmosfere noir che ti trasportano in città fumose, vicoli bui, bettole dei bassifondi in cui brulicano i brutti ceffi più oscuri della città. Atmosfere che ti riportano in quei film polizieschi in cui i detective privati degli anni sessanta in soprabito e cappello a falde raccontano come voci fuori campo delle loro indagini e delle pupe pericolose. Humphrey bogart in una New york dei nostri tempi con solo una piccola differenza: ha canini appuntiti pronti a bere il vostro sangue!!!!
    Contenuti hot e violenti, con un pizzico di pura follia

    ha scritto il 

  • 2

    Non mi è piaciuto tanto anche se la storia regge dall'inizio alla fine con una scrittura concisa cruda e ricca di sfumature interessanti forse sono stufo del ciclo vampiresco......

    ha scritto il 

  • 1

    insignificante per chi, come me, aveva seguito il tag "zombie" e aveva comprato a scatola chiusa, in fiducia del tag...
    ...invece si è ritrovato tutt'altra storia.
    sono troppo fissata sul monotema zombie old school, fissazione mia, quindi non mi è affatto piaciuto il mix vampiri-zombi ...continua

    insignificante per chi, come me, aveva seguito il tag "zombie" e aveva comprato a scatola chiusa, in fiducia del tag...
    ...invece si è ritrovato tutt'altra storia.
    sono troppo fissata sul monotema zombie old school, fissazione mia, quindi non mi è affatto piaciuto il mix vampiri-zombie.

    ha scritto il 

  • 4

    Una visione più fantascientifica del vampirismo visto come un virus.
    Anche se preferisco la versione gotica e affascinante del vampiro classico, mi è piaciuto ugualmente questo libro. Scritto in modo scorrevole, il protagonista Joe Pitt è davvero un vampiro "cazzuto", per dirla a modo suo, ...continua

    Una visione più fantascientifica del vampirismo visto come un virus.
    Anche se preferisco la versione gotica e affascinante del vampiro classico, mi è piaciuto ugualmente questo libro. Scritto in modo scorrevole, il protagonista Joe Pitt è davvero un vampiro "cazzuto", per dirla a modo suo, che viene ingaggiato per ritrovare la figlia scomparsa di un riccone. Si ritroverà ad affrontare più o meno amichevolmente clan diversi di vampiri, zombie ( uomini infettati da un particolare batterio che fa imputridire il corpo e al tempo stesso crea desiderio di cibarsi di cervello umano ), spiriti e uomini senza scrupoli.

    ha scritto il 

  • 5

    sorpresona

    Gli do un 5 stelle quando forse, se non fossi ormai partigiano di questo scrittore, sarebbe più giusto un 4 stelle. Il fatto è che in un periodo di vampiri ovunque ... di vampiri che riempono gli scaffali delle librerie e le sale cinematografiche ... fa piacere leggere un hard boiled bello, ben s ...continua

    Gli do un 5 stelle quando forse, se non fossi ormai partigiano di questo scrittore, sarebbe più giusto un 4 stelle. Il fatto è che in un periodo di vampiri ovunque ... di vampiri che riempono gli scaffali delle librerie e le sale cinematografiche ... fa piacere leggere un hard boiled bello, ben scritto, duro e cinico al punto giusto ... che ha per protagonista un vampiro. Eggià. E' come se Marlowe o uno dei protagonisti dei romanzi di Spillane avesse improvvisamente messo i "canini" da battaglia. M'è proprio piaciuto.

    ha scritto il 

  • 3

    Carino!!!
    Sono rimasta piacevolmente sorpresa da questa storia, scorrevole e ben costruita. Leggerò sicuramente altre avventure di questo simpatico personaggio, che per sopravvivere (e soprattutto restare "indipendente") accetta di fare dei "lavoretti" più o meno sporchi.. e che a volte si ...continua

    Carino!!!
    Sono rimasta piacevolmente sorpresa da questa storia, scorrevole e ben costruita. Leggerò sicuramente altre avventure di questo simpatico personaggio, che per sopravvivere (e soprattutto restare "indipendente") accetta di fare dei "lavoretti" più o meno sporchi.. e che a volte si ritrova, suo malgrado, coinvolto in giochi di potere più grandi di lui, fra le varie fazioni che si condendono la città dove vive. Detta così sembrerebbe una 2normale" crime-story, ma c'è un piccolo dettaglio.. il protagonista è un vampiro! ^^

    ha scritto il 

  • 4

    Se la new wave della moda vampiresca deve propinarci solo personaggi tipo Edward Cullen (lo so, mi ripeto, ma so che oltre a lui ce ne sono tanti altri a giro) ben venga Joe Pitt: outsider tosto ma un po' sfigato, massiccio e di scarso fascino sensuale, ha quasi casualmente due canini più lunghi ...continua

    Se la new wave della moda vampiresca deve propinarci solo personaggi tipo Edward Cullen (lo so, mi ripeto, ma so che oltre a lui ce ne sono tanti altri a giro) ben venga Joe Pitt: outsider tosto ma un po' sfigato, massiccio e di scarso fascino sensuale, ha quasi casualmente due canini più lunghi del dovuto, e vive in un mondo "post-contemporaneo" - apocalittico ma sensa eccessi - dove vampiri e umani convivono, e guarda caso quelli peggiori finiscono sempre per essere i mortali.
    Il libro ha un ottimo ritmo noir, e alterna i colpi di scena in modo forse un po' scontato ma senz'altro efficace.
    Lontano dall'essere un capolavoro, pur tuttavia Per amore del sangue è degno erede del filone vampiresco più brutale, sporco e cattivo, quello che ha tra i suoi maggiori esempi Io sono leggenda, dal tratteggio molto fumettistico (mi viene in mente SIN CITY) e che offrono sempre molto cibo al nostro intrattenimento più "sanguigno".
    Inutile dire che se ne potrebbe ricavare un buon film.

    ha scritto il 

  • 4

    Premetto che a me, in genere, le storie di detective "hard-boiled" non piacciono. E il protagonista è un vero detective hard-boiled, che si muove in una città violenta dominata da bande e da intrighi di potere, in cui si trova, ovviamente, invischiato fino al collo; che poi Joe Pitt sia anche un ...continua

    Premetto che a me, in genere, le storie di detective "hard-boiled" non piacciono. E il protagonista è un vero detective hard-boiled, che si muove in una città violenta dominata da bande e da intrighi di potere, in cui si trova, ovviamente, invischiato fino al collo; che poi Joe Pitt sia anche un vampiro è importante ai fini della trama, ma non più di tanto per il personaggio. Lo dico come pregio del romanzo: i vampiri qui sono umanizzati, ma scordatevi i vampiri domestici di Twilight. Sono umanizzati nel senso che sono molti, diversi, con diverse morali e aspirazioni e i loro clan non sono affatto dei club Rotary, ma bande che si contendono il territorio: dalle lobbies di potere ai rivoluzionari idealisti, ai mistici ascetici, ai motociclisti, ce n'è per tutti.
    Il romanzo poi scorre bene, un po' lento in certi punti iniziali, veloce e d'azione nella seconda parte. Se anche, come a me, non vi piacciono le storie hard-boiled, vale comunque la pena di dargli una chance.

    ha scritto il 

  • 5

    Non c'è che dire, questo autore ha una scrittura serrata, non perde mai il ritmo pur restando scorrevole e molto piacevole.
    La storia è originale, un po' fuori dagli schemi, quasi una spiegazione (più o meno valida) del perchè esistano vampiri e zombie, e dei loro metodi di sopravvivvenza, ...continua

    Non c'è che dire, questo autore ha una scrittura serrata, non perde mai il ritmo pur restando scorrevole e molto piacevole.
    La storia è originale, un po' fuori dagli schemi, quasi una spiegazione (più o meno valida) del perchè esistano vampiri e zombie, e dei loro metodi di sopravvivvenza, delle faide tra quartieri, tra politicanti e no-global.
    Una struttura interessante che potrebbe suggerire nuovi risvolti alla storia rendendola più complessa, un mix tra vampiri e thriller, bello, costante-crescente nel ritmo, da non perdere.

    ha scritto il