Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Per amore solo per amore

Di

Editore: Grandi Tascabili Bompiani

4.0
(489)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 208 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: A000015104 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Religion & Spirituality

Ti piace Per amore solo per amore?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    INTERESSANTE

    Non sapevo di cosa parlasse, non ricordavo avessero tratto un film dal libro. So che l'ho visto sullo scaffale e ho pensato che mi sarebbe piaciuto averlo, rilegato, nuovo nuovo anche se usato. E poi l'ho letto, scorrevole, curioso. Giuseppe prima di incontrare Maria. Giuseppe e Maria prima che a ...continua

    Non sapevo di cosa parlasse, non ricordavo avessero tratto un film dal libro. So che l'ho visto sullo scaffale e ho pensato che mi sarebbe piaciuto averlo, rilegato, nuovo nuovo anche se usato. E poi l'ho letto, scorrevole, curioso. Giuseppe prima di incontrare Maria. Giuseppe e Maria prima che arrivasse Gesù. E poi loro, famiglia fino all'adolescenza di Gesù.

    ha scritto il 

  • 3

    Una favola dolce e delicata che, con un linguaggio estremamente semplice (come si conviene ad un cronista dell’epoca) prova a raccontare come sono andate realmente le cose tra Giuseppe e Maria, duemila anni fa: come si sono conosciuti, frequentati e tutto il resto.
    L’inizio è molto brillante per ...continua

    Una favola dolce e delicata che, con un linguaggio estremamente semplice (come si conviene ad un cronista dell’epoca) prova a raccontare come sono andate realmente le cose tra Giuseppe e Maria, duemila anni fa: come si sono conosciuti, frequentati e tutto il resto. L’inizio è molto brillante perché con la fantasia dell’autore il racconto viene colmato di personaggi, paesaggi, aneddoti, e ovviamente delle tante sfaccettature del carattere del giovane Giuseppe. Proseguendo, questa quantità di dettagli viene a mancare, si percepisce il tentativo di lasciare un finale “aperto” che non confermi ma che non smentisca nemmeno la versione dei fatti come viene raccontata dal vangelo, e quindi dalla nascita di Gesù in avanti diventa tutto un po‘ più nebuloso, restano degli spazi vuoti nella narrazione. Una lettura comunque piacevole e a suo modo istruttiva.

    ha scritto il 

  • 3

    che tenera questa storia d'amore! purtroppo è troppo breve, quasi "sbilanciata": molto spazio al rapporto tra maria bambina e giuseppe e troppo poco per il dopo matrimonio.
    festa campanile è stato comunque educato e rispettoso, mi ha convinto.
    e naturalmente non vedo l'ora di vedere il film con a ...continua

    che tenera questa storia d'amore! purtroppo è troppo breve, quasi "sbilanciata": molto spazio al rapporto tra maria bambina e giuseppe e troppo poco per il dopo matrimonio. festa campanile è stato comunque educato e rispettoso, mi ha convinto. e naturalmente non vedo l'ora di vedere il film con abattantuono

    ha scritto il 

  • 4

    "O Dio, abbi pietà di me, peccatore!"


    Anche se non li cita, sono sicura che Socrates, girando per la Galilea, avrà incontrato sia Biff che Pomponio Flato.
    Peccato che il catechismo non contempli le ricostruzioni di certi moderni evangelisti, le debolezze umane insegnano di più di u ...continua

    "O Dio, abbi pietà di me, peccatore!"

    Anche se non li cita, sono sicura che Socrates, girando per la Galilea, avrà incontrato sia Biff che Pomponio Flato. Peccato che il catechismo non contempli le ricostruzioni di certi moderni evangelisti, le debolezze umane insegnano di più di una pedante condanna del peccato. Il rigore son bravi tutti, per essere fragili invece ci vuol coraggio.

    p.s. una curiosità mi ha accompagnato per tutta la lettura: ma che fine hanno fatto Anna e Gioacchino?

    ha scritto il 

  • 5

    alla fine quella tra maria e giuseppe è una storia d'amore. io, che non sono credente, ho trovato questo libro molto bello e dolce; do ragione a chi ha scritto prima di me che questo libro è sottovalutato ed è un peccato.

    ha scritto il 

  • 3

    umano molto umano

    Si pùò leggere.
    Giuseppe e Maria come non son mai stati pensati e raccontati: due innamorati normali, costretti a vivere una storia d'amore non convenzionale. San Giuseppe e la Madonna son riportati per un attimo sulla terra dal piedistallo a cui siamo abituati a immaginarli. I loro gesti e le l ...continua

    Si pùò leggere. Giuseppe e Maria come non son mai stati pensati e raccontati: due innamorati normali, costretti a vivere una storia d'amore non convenzionale. San Giuseppe e la Madonna son riportati per un attimo sulla terra dal piedistallo a cui siamo abituati a immaginarli. I loro gesti e le loro reazioni sono quelli di due persone normali, con paure/attese/reazioni (d'ira e di gioia) di due persone normali, senza però nulla togliere alle virtu che li han resi venerabili. Questo è un indubbio merito dell'autore, e questo forse giustifica il premio Campiello assegnato tempo fa al libro.

    A parte questo, una scrittura semplice ma fin troppo dettagliata: spesso il racconto si perde in descrizioni fin troppo precise e ogni gesto dei personaggi è spiegato nei minimi dettagli, lasciando poco spazio all'"intuizione" del lettore.

    Un'ottima idea di cui c'era bisogno, ma forse poteva esser raccontata un po' meglio. 2,5 stellette, arrotondate per eccesso per i meriti sopra citati.

    ha scritto il 

  • 4

    "C'è alcunchè di meraviglioso nell'inventare, simile all'atto della creazione: una cosa che ancora non c'è incomincia a esserci e da quel momento in poi è come se ci fosse stata sempre."

    (P.F.Campanile, Per amore solo per amore)

    ha scritto il 

  • 5

    "ha avuto coraggio a scegliere me, molto coraggio"

    non dico che sia il libro piu bello che io abbia mai letto (e infatti non lo dico)...ma questo romanzo è di una incomparabile dolcezza nel narrare una normale storia d'amore, un rapporto di coppia al di fuori del mito evangelico, senza per altro mai urtare o contrapporsi alla versio ...continua

    non dico che sia il libro piu bello che io abbia mai letto (e infatti non lo dico)...ma questo romanzo è di una incomparabile dolcezza nel narrare una normale storia d'amore, un rapporto di coppia al di fuori del mito evangelico, senza per altro mai urtare o contrapporsi alla versione, diciamo, ufficiale ...non so se capita anche a voi, ma a volte si ha l'impressione che certi libri ti chiamino ad una scelta, t'invitino alla loro lettura (con voce forte, ferma quanto però educata) quasi a rivendicare il proprio diritto ad essere letti. Una buona lettura! (mio parere eh!)

    ha scritto il 

  • 5

    Se un giorno dovessi spiegare a mio figlio cos'è l'amore gli consiglierei di leggere questo libro, a mio parere ancora troppo sottovalutato. Pasquale Festa Campanile riesce con una freschezza disarmante a proporre in tutta la loro umanità dei personaggi radicati nel profondo delle anime. Non si p ...continua

    Se un giorno dovessi spiegare a mio figlio cos'è l'amore gli consiglierei di leggere questo libro, a mio parere ancora troppo sottovalutato. Pasquale Festa Campanile riesce con una freschezza disarmante a proporre in tutta la loro umanità dei personaggi radicati nel profondo delle anime. Non si può non simpatizzare per Giuseppe e cercare di coglierne l'angoscia e l'amore, appunto, per Maria.

    ha scritto il 

Ordina per