Per cosa si uccide

Voto medio di 1.120
| 178 contributi totali di cui 173 recensioni , 5 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Inizia d'estate, con un cane sgozzato, una serie di omicidi lunga un anno nelquartiere di Quarto Oggiaro, periferia di Milano. Protagonista è, suomalgrado, l'ispettore Ferraro, uomo senza particolari qualità. Separato con unfiglio, vive da solo. ... Continua
Ha scritto il 16/06/17
Un bello spaccato di realtà popolare Milanese
Non vi aspettate un intricato thriller stile Jefferey Deaver...Biondillo racconta la realtà popolare milanese attraverso gli occhi dell'ispettore Ferraro - non un rambo americano, ma un ragazzo cresciuto in periferia, insomma uno di noi - mettendo ..." Continua...
Ha scritto il 02/10/16
Anche no
Amo i gialli, amo Milano, amo soprattutto i gialli ambientati a Milano. Ma qui davvero faccio fatica ad apprezzare, pur conoscendo molto dei luoghi raccontati.
Ha scritto il 22/09/16
Una bella scoperta, una sorta di Scerbanenco dei giorni nostri
Ha scritto il 03/06/16
Discreto
Da un giallo non mi aspetto nient'altro che passare qualche ora con la mente svagata... questo libro tanto dà, niente di più, ma non pretende neanche di farlo. Godibile, leggero, forse alcune battute al limite della caricatura, ma nell'insieme ..." Continua...
Ha scritto il 11/11/15
Godibilissimo poliziesco spigliato e scritto con intelligenza, con una capacità notevole di mescolare noir e romanzo popolare, umorismo e intimismo, in una Milano finalmente non banalizzata ma raccontata con brio e affetto da qualcuno che ..." Continua...

Ha scritto il Apr 07, 2013, 10:52
“Era bello il film?”
“Bellissimo, ho pianto per tutto il tempo.”
Pag. 179
Ha scritto il Apr 07, 2013, 10:51
L'autunno è la stagione eterna di Milano. Il cielo si fa grigio e pare restare così per sempre. Una carrettata di foglie arrugginite invade i marciapiedi, residuo di un'antica abitudine al ciclo delle stagioni senza più senso.
Pag. 41
Ha scritto il Apr 07, 2013, 10:51
La massa meridionale faceva ritorno alle terre d'origine, così come ogni anno, con un certo gusto per la transumanza. L'esodo doveva provarti fisicamente, a ricordo del primo passaggio del Mar Rosso. Dalla Terronia all'Altitalia, di modo che gli ... Continua...
Pag. 15
Ha scritto il Oct 11, 2008, 14:06
Quarto Oggiaro metteva tristezza. Non date retta a chi decanta le gioie di una estate in città. Milano, senza i suoi abitanti, semplicemente non ha senso. Senza il viavai, senza le incazzature, i furgoncini degli artigiani in seconda fila e le ... Continua...
Pag. 6
  • 1 commento
Ha scritto il Sep 28, 2008, 19:18
Ferraro si accorse che ora stavo pensando a sua figlia, a Giulia. All'idea assurda, angosciante, che qualcuno potesse rubargliela, stuprarla, ucciderla. Ebbe un fremito. Era un poliziotto e sapeva che in una società civile la legge è sopra ognuno ... Continua...
Pag. 87

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi