Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Per fare la frittata

By Jim Powell

(42)

| Others | 9788806203085

Like Per fare la frittata ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

3 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful


    una sensibilità eccezionale nel sezionare una vita, mostrare il risultato di proprie scelte o di scelte indotte dalle ideologie sposate.

    facile immedesimarsi nel protagonista e prendere schiaffi per tutto il romanzo: un libro superlativo.

    Is this helpful?

    Tambay said on Apr 27, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un bellissimo libro che affronta i temi classici della letteratura ebraica con ironia e una leggerezza di fondo.
    Aiuta a capire i chiarisce il bisogno di schierarsi da una parte senza che quella sia per forza la sola.
    Molto bello

    Is this helpful?

    Selene Uras said on Aug 23, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Cominciato bene, con una piccola idea brillante: un tizio – un vecchio comunista polacco che vive a Parigi - per campare scrive l’unica guida turistica esistente dei paesi dell’Europa orientale e la sua crisi (personale, politica e professionale) all ...(continue)

    Cominciato bene, con una piccola idea brillante: un tizio – un vecchio comunista polacco che vive a Parigi - per campare scrive l’unica guida turistica esistente dei paesi dell’Europa orientale e la sua crisi (personale, politica e professionale) allo sfaldarsi del blocco socialista.
    Purtroppo, però, le promesse non sono mantenute. Man mano che procede il libro scivola, sempre più vistosamente, nel polpettone. Ed è tutto un susseguirsi di eventi improbabili da feuilleton (fratelli ritrovati, madre non ritrovata ma che ha saggiamente lasciato una lettera-testamento, figli comparsi dal nulla, piccoli intrighi quasi spionistici ecc. ecc.) inframmezzati da insopportabili tirate sulle malefatte staliniste e digressioni sulla storia europea del Novecento. Il tutto raccontato con minuzia di particolari e senza nessuna abilità letteraria né pretesa di stile. E’ vero c’è un po’ di ironia, ed è quella che mi ha permesso di arrivare alla fine, ma è poca cosa. Il tutto si conclude con un roseo lieto fine: vissero tutti più o meno felici e contenti, essendosi buttati alle spalle ogni residuo ideologico. Il Novecento è veramente finito, non esistono buoni e cattivi ma solo persone, che si devono comprendere e accettare.

    Is this helpful?

    Celeste said on Jul 25, 2012 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (42)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Others 250 Pages
  • ISBN-10: 8806203088
  • ISBN-13: 9788806203085
  • Publisher: Einaudi
  • Publish date: 2012-03-01
Improve_data of this book