Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Per mano mia

Il Natale del commissario Ricciardi

By Maurizio de Giovanni

(924)

| Paperback | 9788806203429

Like Per mano mia ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Natale 1931.
Mentre la città si prepara alla prima di Natale in casa Cupiello, dietro l'immagine di ordine e felicità imposta dal regime fascista, infieriscono fame povertà e disperazione. In un ricco appartamento vicino alla spiaggia di Mergellina Continue

Natale 1931.
Mentre la città si prepara alla prima di Natale in casa Cupiello, dietro l'immagine di ordine e felicità imposta dal regime fascista, infieriscono fame povertà e disperazione. In un ricco appartamento vicino alla spiaggia di Mergellina sono rinvenuti i cadaveri di un funzionario della milizia nazionale forestale, Garofalo, e di sua moglie Costanza. La donna è stata sgozzata vicino alla porta d'ingresso con un solo colpo di lama, non rinvenuta; l'uomo è stato ritrovato nel suo letto, trafitto da oltre trenta coltellate. I colpi sono stati inferti con forza diversa: gli assassini potrebbero essere più di uno. La figlia piccola si è salvata perché stava a scuola con la zia, suor Veronica, una donna comica e grassottella, con le mani sempre sudate... Sulla scena del delitto, Ricciardi percepisce l'immagine di Costanza, che sorridente chiede: "Cappello e guanti?" mentre Garofalo ripete: "Non ti devo proprio niente". Ben presto scopre che Di Girolamo era stato promosso centurione per aver segnalato un'attività di contrabbando coi pescherecci, e che la statuina di san Giuseppe è stata gettata a terra e frantumata... Giuseppe è il santo protettore dei lavoratori: ma davvero una questione di lavoro è il movente del delitto?

214 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Non è un giallo.

    Se per "giallo" si intende un libro nel quale, in base ad indizi e deduzioni, si giunge ad individuare il colpevole di un delitto.
    Si potrebbe definire "poliziesco", in quanto vi si narra l'indagine di due poliziotti.
    Ma l'abbondanza di pagine di col ...(continue)

    Se per "giallo" si intende un libro nel quale, in base ad indizi e deduzioni, si giunge ad individuare il colpevole di un delitto.
    Si potrebbe definire "poliziesco", in quanto vi si narra l'indagine di due poliziotti.
    Ma l'abbondanza di pagine di colore, barocche descrizioni d'ambiente, e tristezza, dolore, povertà, strazio che pervadono ogni pagina, mi inducono a classificarlo "letteratura", e l'autore ne sarà felice.
    In questa classifica tre stelle gli stanno pure larghe, ma gliele assegno in virtù di due meriti:
    1) Ha finalmente chiuso il dilemma: Livia o Enrica?
    2) Non ha utilizzati i suoi superpoteri paranormali per risolvere il caso.

    Is this helpful?

    Pantaleo Magrone said on Jun 22, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Serrato, il De Giovanni primo tipo, che incolla dalla prima all'ultima pagina.

    Is this helpful?

    Trenette65 said on Jun 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    E' Natale e l'atmosfera natalizia di Napoli ce la gustiamo per bene: i piatti, le tradizioni, i mercatini, il presepe.
    De Giovanni sa scrivere bene e al suo quinto romanzo non cerco neppure più dimostrazioni.

    Per la prima volta non mi hanno appass ...(continue)

    E' Natale e l'atmosfera natalizia di Napoli ce la gustiamo per bene: i piatti, le tradizioni, i mercatini, il presepe.
    De Giovanni sa scrivere bene e al suo quinto romanzo non cerco neppure più dimostrazioni.

    Per la prima volta non mi hanno appassionato le vicende dei protagonisti, trasversali in quasi tutti gli episodi, che "ripieni" del buonismo natalizio, sono fin troppo scontati.
    La trama noir scricchiola, non che sia il richiamo principale alle lettura di Ricciardi, ma la brusca chiusura del caso mi ha lasciato a bocca aperta, proprio come il capitone che ha ispirato il commissario al termine dell'indagine.

    Sono pronta alla lettura di "Vipera", perché in una serie di ottimo livello come questa, soprattutto in termini di scrittura, si può anche incespicare ogni tanto!

    Is this helpful?

    Grimilde said on Jun 3, 2014 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    Napul'è

    Questo romanzo è un vero inno alla città di Napoli, alla sua cultura, alla sua lingua, alla sua cucina, alla sua tradizione più bella, quella del Presepe: "In fondo, riflettè, non è che un presepe che dura tutto l'anno, questa città. Un immenso prese ...(continue)

    Questo romanzo è un vero inno alla città di Napoli, alla sua cultura, alla sua lingua, alla sua cucina, alla sua tradizione più bella, quella del Presepe: "In fondo, riflettè, non è che un presepe che dura tutto l'anno, questa città. Un immenso presepe vivente, che brulica di amori, fame, odi e rancori, che si ripara dal caldo e dal freddo come meglio può e medita come migliorare la propria terribile condizione."

    Is this helpful?

    Mapaola said on Apr 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Saper scrivere non significa saper scrivere un buon romanzo. Questo libro è deludente e molto noioso. Peccato.

    Is this helpful?

    Tania Maffei said on Apr 22, 2014 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (924)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Paperback 313 Pages
  • ISBN-10: 8806203428
  • ISBN-13: 9788806203429
  • Publisher: Einaudi (Stile libero big)
  • Publish date: 2011-10-25
  • Also available as: eBook
Improve_data of this book

Margin notes of this book