Per orgoglio o per amore

Un romanzo di Fitzwilliam Darcy, gentiluomo

Di

Editore: TEA

3.6
(485)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 288 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8850219822 | Isbn-13: 9788850219827 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Bruno Amato

Disponibile anche come: Altri

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Rosa

Ti piace Per orgoglio o per amore?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
"È passabile, ma non abbastanza bella per tentare un uomo par mio." Così prende avvio la storia d'amore senza tempo tra Fitzwilliam Darcy e Elizabeth Bennet in "Orgoglio e pregiudizio", il capolavoro di Jane Austen amato da milioni di lettori, nel quale, tuttavia, così poco si rivela del misterioso e affascinante eroe, Mr. Darcy. Tanto poco che resta aperta la domanda: chi è Fitzwilliam Darcy? Sullo sfondo dell'epoca Regency, perfettamente ricostruita nelle coloratissime atmosfere e nelle ambientazioni storiche e politiche, Pamela Aidan tenta una risposta. Rievocando gli eventi narrati nel capolavoro di Jane Austen, restando fedele agli amatissimi personaggi, dipinge uno straordinario quadro dove racconta il passato e il presente di Mr. Darcy. In Per orgoglio o per amore, il primo episodio di una trilogia, assistiamo così all'incontro tra Darcy e Elizabeth Bennet, nell'Hertfordshire, e scopriamo che sconvolse l'esistenza del freddo e distaccato gentiluomo fin dal primo istante. Un romanzo da non perdere per tutti coloro che desiderano ritrovare i luoghi, i personaggi, i dialoghi e le emozioni già conosciuti grazie a Jane Austen, per poter sognare, ancora.
Ordina per
  • 2

    Mi aspettavo che questo libro contenesse tutta la storia di Orgoglio e Pregiudizio, salvo poi arrivare alla fine e scoprire che è stato diviso in tre libri. Questa cosa non mi piace. Se Orgoglio e pre ...continua

    Mi aspettavo che questo libro contenesse tutta la storia di Orgoglio e Pregiudizio, salvo poi arrivare alla fine e scoprire che è stato diviso in tre libri. Questa cosa non mi piace. Se Orgoglio e pregiudizio è stato benissimo in un libro solo perchè la versione di Darcy doveva essere divisa?
    Dico subito che ho letto il grande classico solo una volta, quindi non ricordo i dettagli, tuttavia non mi sembra che Jane Austen si dilungasse così tanto delle descrizioni. Lascio un analisi più approfondita in merito a chi l'ha letto più volte, ma secondo me Pamela Aidan si è fatta prendere troppo la mano con tutti quei dilungamenti che potevano benissimo essere abbreviati, secondo me. Non so, forse sono partita prevenuta prechè Jane Austen è morta da un pezzo e la versione di Darcy, in una trilogia per giunta, mi sembra solo una trovata commerciale neanche troppo riuscita. Dicasi lo stesso per i presunti seguiti su due delle sorelle Bennet che sembra siano in lavorazione.

    ha scritto il 

  • 3

    Lettura leggera ma piacevolissima, scrittura garbata e nulla disturba rispetto al romanzo della Austen, anzi, senza voler rubare la scena alla grande scrittrice, la Aidan confeziona una credibile stor ...continua

    Lettura leggera ma piacevolissima, scrittura garbata e nulla disturba rispetto al romanzo della Austen, anzi, senza voler rubare la scena alla grande scrittrice, la Aidan confeziona una credibile storia allo specchio dalla parte di Darcy.
    La coppia Bingley e Jane ispira subito tenerezza, non si può dire che la sorella di Bingley susciti simpatia, ma è un personaggio centrale nell'ostacolare gli amori che sbocciano intorno a lei.
    Darcy, lotta contro un sentimento che non può e non riesce a soffocare, la ragione nulla può di fronte ad un innamoramento. Seppure già si sa come va la storia, attendo con piacere la lettura del seguito.

    ha scritto il 

  • 3

    Libro piacevole x le appassionate di storie dell 800 come me... Ma in nessun modo paragonabile al brio di orgoglio e pregiudizio... L ho trovato molto noioso in alcuni punti ... Soprattutto verso la f ...continua

    Libro piacevole x le appassionate di storie dell 800 come me... Ma in nessun modo paragonabile al brio di orgoglio e pregiudizio... L ho trovato molto noioso in alcuni punti ... Soprattutto verso la fine.. Come se l autrice non sapesse più come continuare... Addirittura x più capitoli Elizabeth non viene nemmeno ricordata e citata... A questo punto leggerò gli altri 2 libri x curiosità..

    ha scritto il 

  • 4

    Riempie piacevolmente i vuoti della storia della Austen! Darcy, Darcy, cosa pensava costui, il bel tenebroso, l'uomo che non deve chiedere mai?
    Certo la scrittura non è quella della Austen, ma è comun ...continua

    Riempie piacevolmente i vuoti della storia della Austen! Darcy, Darcy, cosa pensava costui, il bel tenebroso, l'uomo che non deve chiedere mai?
    Certo la scrittura non è quella della Austen, ma è comunque adatta alla storia e rispettosa, a parer mio, dell'originale. Mi sono chiesta se Jane Austen abbia mai pensato ai protagonisti maschili, alle loro giornate, ai loro pensieri.
    Però no, il cavallo di Darcy non SI SAREBBE MAI CHIAMATO TRAFALGAR!

    ha scritto il 

  • 4

    A chi vuole rivivere la storia di Elisabeth e Mr. Darcy

    Bello, un libro piacevole adatto per rivivere le gioie di "Orgoglio e pregiudizio", anche se l'originale rimarrà sempre insuperabile.
    L'autrice è stata in grado di ricreare al meglio la magia di Jane ...continua

    Bello, un libro piacevole adatto per rivivere le gioie di "Orgoglio e pregiudizio", anche se l'originale rimarrà sempre insuperabile.
    L'autrice è stata in grado di ricreare al meglio la magia di Jane Austen, si ha veramente l'impressione di leggere una versione arricchita del libro. Mr Darcy non perde la sua complessa personalità, ma scopriamo qualcosa in più sul suo carattere e sui suoi sentimenti per Elisabeth.
    Ho molto apprezzato l'aggiunta di personaggi nuovi che circondano Mr Darcy, come ad esempio il fedele Flecher, che arricchiscono la storia con momenti leggeri e molto divertenti.
    Sicuramente consigliato a tutte le fans di Orgoglio e Pregiudizio.

    ha scritto il 

  • 2

    Nemmeno il fascino di Mr.Darcy è riuscito a dare a questa lettura un pó di brio!

    Noioso... È stato come guardarsi una puntata intera di "Porta a porta"... E per intera intendo dall'inizio alla fine (pubblicità compresa!)!!!!

    ha scritto il 

  • 3

    Diciamo tre stelline più. Non è che non mi sia piaciuto ma nonostante adori il personaggio di Darcy, l'ho trovato un po' noioso ed ho fatto fatica a finirlo. Niente a che fare con la Austen od anche s ...continua

    Diciamo tre stelline più. Non è che non mi sia piaciuto ma nonostante adori il personaggio di Darcy, l'ho trovato un po' noioso ed ho fatto fatica a finirlo. Niente a che fare con la Austen od anche solo la Bebris...che peccato!!

    ha scritto il 

  • 3

    Finalmente ho finito un'altra trilogia!

    Breve premessa. Adoro Orgoglio e Pregiudizio pertanto sono sempre disposta ad acquistare tutto quello che in qualche modo lo riguarda. Fine premessa.
    Come molti sanno Orgoglio e Pregiudizio della Aust ...continua

    Breve premessa. Adoro Orgoglio e Pregiudizio pertanto sono sempre disposta ad acquistare tutto quello che in qualche modo lo riguarda. Fine premessa.
    Come molti sanno Orgoglio e Pregiudizio della Austen è raccontato attraverso il punto di vista di Lizzie Bennet lasciando che i pensieri e i sentimenti di Mr. Darcy rimanessero un mistero per il
    lettore. Dopo anni di lavoro, Pamela Aidan ha deciso di riscrivere interamente questo romanzo dal punto di vista di Mr. Darcy e porvi così rimedio. Ma sarà riuscita ad appassionarmi come lo è stato per l'originale? La mia risposta è Ni.
    Prima di tutto, tre romanzi sono stati decisamente troppi e sinceramente avrei preferito un unico volume come lo è stato quello della Austen. Quello di mezzo può essere tranquillamente evitato perché racconta di una possibile catena di eventi che hanno ben poco di affascinante e intrigante.
    Ricco di descrizioni che seppur belle e di pregio, in alcuni punti hanno reso il romanzo poco scorrevole e noioso (di qualcuna ne avrei fatta volentieri a meno).
    Altra cosa che non mi ha convinto è la figura di Lizzie che compare poco o nulla (solo nell'ultimo volume è decisamente più presente) e un Darcy romantico e perso a sognare la sua Lizzie per tutto il tempo (niente a che vedere con il Darcy della Austen).
    Tra tutti i volumi, l'ultimo è quello più carino ma in generale la trilogia non mi ha fatto fare i salti di gioia anche se l'idea di raccontare la storia di Orgoglio e Pregiudizio attraverso gli occhi di Darcy era interessante. Si poteva fare decisamente di meglio.

    ha scritto il 

  • 2

    L'ho letto perchè mi piace molto "Orgoglio e pregiudizio" e l'idea di riscrivere la storia dal punto di vista di Mr Darcy mi è piaciuta ma, mi domando, Jane Austen è riuscita a descrivere TUTTA la sto ...continua

    L'ho letto perchè mi piace molto "Orgoglio e pregiudizio" e l'idea di riscrivere la storia dal punto di vista di Mr Darcy mi è piaciuta ma, mi domando, Jane Austen è riuscita a descrivere TUTTA la storia in circa 200 pagine, perchè Pamela Aidan ce ne ha messe 600???
    Con questo voglio dire che ho trovato questo libro (primo appunto di una serie di 3, di cui non ho intenzione di leggere gli altri due!!!) abbastanza lento, con molte descrizioni che francamente avrebbe potuto fare a meno (mancava che descrivesse quando andava a fare i suoi bisogni).

    ha scritto il 

Ordina per