Percy Jackson and the Last Olympian

Percy Jackson & the Olympians, book 5

By

Publisher: Penguin (Puffin Books)

4.3
(1836)

Language: English | Number of Pages: 384 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Chi traditional , Spanish , French , Portuguese , German , Italian , Dutch , Czech

Isbn-10: 0141321288 | Isbn-13: 9780141321288 | Publish date:  | Edition 1

Cover Design: Christian McGrath

Also available as: Hardcover , Audio CD , idBinding_154 , Others , eBook

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Teens

Do you like Percy Jackson and the Last Olympian ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Most people get presents on their sixteenth birthday. I get a prophecy that could save or destroy the world. That's how it is when you're the son of Poseidon, God of the Sea.
According to an ancient prophecy, bad things will happen when I turn sixteen - because I'm the one who gets to decide the fate of the entire world. But no pressure. This is the one where Kronos, Lord of the Titans, is beginning his attack on New York City, where Mount Olympus stands virtually unguarded. Oh, and the dreaded (and not to mention enormous) monster Typhon is also heading our way. So it's me and forty of my demigod friends versus untold evil...

Soon Percy Jackson must make the hardest choice of his life - a choice that will save or destroy the world.
Sorting by
  • 4

    Ultimo capitolo di una divertente pentalogia fatta da racconti leggeri, scorrevoli e coinvolgenti. L' uso della mitologia è intrigante, il ritmo sempre buono e veloce, la trama accattivante.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    Una conclusione degna di questa serie.
    È difficile trovare un finale che riesca a soddisfare pienamente il lettore: molte volte capita che decine di migliaia di domande siano lasciate in sospeso, o ch ...continue

    Una conclusione degna di questa serie.
    È difficile trovare un finale che riesca a soddisfare pienamente il lettore: molte volte capita che decine di migliaia di domande siano lasciate in sospeso, o che molti personaggi secondari vengono lasciati scivolare nell’oblio e che possibili ship non vengano verificate ecc, ma Riordan è riuscito a chiudere tutte le porte che ha aperto nel corso di questi cinque romanzi.
    Ammetto di non essere partita con il piede giusto. Questa serie mi sembrava fin troppo infantile nei primi volumi, ma è maturata come Percy… Circa dai. Percy su alcune cose deve ancora crescere molto, ma immagino che Annabeth gli darà volentieri una mano XD
    Quest’ultimo romanzo è interamente concentrato sulla battaglia finale e il tempo di respirare è davvero molto ridotto.
    Succedono così tante cose che ti ritrovi a leggere una pagina dietro l’altra incurante del tempo.
    Tra morti, nuovi nemici e nuovi poteri, devo ammettere che sono quattro le cose che mi hanno colpito di più:

    - La presenza di Nico: finalmente ha lo spazio che merita e lo vediamo molto spesso. È inoltre, importantissimo per ribaltare l’esito della battaglia.
    - I flashback: non solo vedremo la vera storia della famiglia di Nico e quella di Luke, ma tutti i tasselli del puzzle andranno al loro posto, completando finalmente la storia.
    - La profezia: sono davvero soddisfatta che sia andata in questo modo. Se Percy fosse stato davvero l’eroe, sarebbe stato scontato all’ennesima potenza, ma Luke… Finalmente ha avuto la redenzione che cercava. Sono felice per lui. Come insegna OUAT, nessun cattivo nasce così.
    - La decisione di Percy: ok, questo punto era un po' scontato, ma il suo discorso ha fatto comunque un certo effetto. E sono felice per gli dei minori. Alla fine aveva ragione Dioniso: anche se gli dei s’innalzano al di sopra di tutto, sono comunque collegati ai mortali. Senza di loro e alla loro fede, non sono niente.

    Una nota di merito va anche a Rachel, che si dimostra l’oracolo più cazzuto di sempre e a Estia. Povera piccola Estia.
    Ora immagino di aver altro 50 libri su Percy Jackson da leggere, perché a quanto pare è come i funghi: compare sempre.

    said on 

  • 2

    Capitolo finale delle avventure del giovane Percy.
    La fine è degna di una saga che nel bene e nel male è riuscita ad intrattenermi.
    Soprattutto nella seconda metà del libro, dove impazza la battaglia, ...continue

    Capitolo finale delle avventure del giovane Percy.
    La fine è degna di una saga che nel bene e nel male è riuscita ad intrattenermi.
    Soprattutto nella seconda metà del libro, dove impazza la battaglia, la narrazione è molto affascinante.
    Percy fa uno step decisivo nei suoi poteri e tutte le trame vengono chiuse.

    said on 

  • 5

    Ho iniziato la lettura di questo libro, continuando poi gli altri quattro libri della saga, soprattutto perché consigliato fortemente da un amico. La lettura è stata senza dubbio fin da subito scorre ...continue

    Ho iniziato la lettura di questo libro, continuando poi gli altri quattro libri della saga, soprattutto perché consigliato fortemente da un amico. La lettura è stata senza dubbio fin da subito scorrevole, anche se l'inizio è stato poco convincente, perché, personalmente, l'ho trovato molto "adolescenziale". E probabilmente lo è, ma questo non esclude il fatto che sia molto piacevole, interessante e coinvolgente. Più leggevo e più ne volevo leggere ancora, soprattutto con l'avanzare delle pagine e dei libri. Come ho detto prima, iniziandolo pensavo che mi avrebbe deluso e, invece, non l'ha fatto per niente. Anzi, non mi sono pentita dell'averlo continuato. Mi sono innamorata di Percy (e anche di suo padre, Poseidone) e del suo potere dell'acqua, di Grover e della sua fedeltà agli amici, di Annabeth e del suo orgoglio, di Dioniso (ma, alla fine, quanto è cuccioloso?!). La crescita di Percy, Annabeth e Grover, attraverso i cinque libri, mi ha ricordato molto Harry Potter, Ron e Hermione, e, lo ammetto, questo mi ha fatto emozionare un po'.
    Per gli amanti del fantasy e della mitologia greca, consiglio fortemente la lettura di questa saga. Trovo che fantasy e mitologia siano un mix davvero potente!

    said on 

  • 4

    Questa serie è stata davvero carina, dall’inizio alla fine, e sono contenta di averla letta. Forse l’avrei apprezzata ancora di più se l’avessi letta un paio d’anni fa, perché si capisce che i destina ...continue

    Questa serie è stata davvero carina, dall’inizio alla fine, e sono contenta di averla letta. Forse l’avrei apprezzata ancora di più se l’avessi letta un paio d’anni fa, perché si capisce che i destinatari sono principalmente ragazzi delle medie, ma a me sono piaciuti lo stesso. L’autore ha uno stile scorrevole, molto piacevole, che ti fa leggere le pagine con facilità. L’io narrante, Percy Jackson, è riuscito a farmi ridere più di una volta nel corso della narrazione. Il mio personaggio preferito, Rachel, è stata caratterizzata bene, e mi è piaciuta la sua scelta finale. Annabeth e Percy sono molto teneri, alle prese con gli ormoni adolescenziali. La parte d’azione mi ha tenuto col fiato sospeso, e anche il finale mi ha lasciato soddisfatta. Probabilmente leggerò anche la serie successiva, Percy Jackson e gli eroi dell’Olimpo, magari quest’estate.
    Insomma Rick Riordan mi ha donato una lettura piacevole, leggera ma al tempo stesso utile per imparare l’affascinante mitologia greca in modo divertente. Lo consiglio!

    said on 

  • 5

    Degno epilogo di una saga che, libro dopo libro, mi ha affascinata sempre di più!
    Ogni personaggio trova il suo destino, ogni cosa trova il suo posto.
    L'unico dispiacere..che si finita! :) ...continue

    Degno epilogo di una saga che, libro dopo libro, mi ha affascinata sempre di più!
    Ogni personaggio trova il suo destino, ogni cosa trova il suo posto.
    L'unico dispiacere..che si finita! :)

    said on 

  • 4

    Del 2009.
    Circa 300 pagine di battaglia. Potevano affossare un libro, ma invece anche questo riesce a intrattenere ottimamente. Rimane non il migliore della saga (4 stelle e non 5).
    Comunque, meglio d ...continue

    Del 2009.
    Circa 300 pagine di battaglia. Potevano affossare un libro, ma invece anche questo riesce a intrattenere ottimamente. Rimane non il migliore della saga (4 stelle e non 5).
    Comunque, meglio di Harry Potter: al quinto libro qui rimango fan, là ero rimasto turbato.

    said on 

Sorting by