Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Perdas de fogu

Di ,

Editore: E/O

3.5
(978)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 157 | Formato: Copertina morbida e spillati

Isbn-10: 8876418415 | Isbn-13: 9788876418419 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , eBook

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Perdas de fogu?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Sardegna 2008. Pierre Nazzari è un disertore ricattato e costretto a fare il lavoro sporco in operazioni segrete o illegali. Finisce nelle mani di una struttura parallela al servizio di un comitato d'affari locale e viene obbligato a spiare Nina, una giovane ricercatrice veterinaria che studia gli effetti dell'inquinamento bellico sugli animali nella zona del poligono di Salto di Quirra. Mentre l'ex militare tenta di conquistare la fiducia della giovane donna, il suo passato ritorna per chiudere un conto lasciato in sospeso. Entrambi saranno costretti a giocare una partita complicata e pericolosa il cui premio è la sopravvivenza. Sullo sfondo un mondo di affaristi e politici, ex contractor e strutture di sicurezza private, militari e industrie di armamenti legati al grande business della produzione bellica. Frutto di una lunga e meticolosa inchiesta condotta da Massimo Carlotto e dal gruppo di scrittori uniti nella sigla Mama Sabot, "Perdas de Fogu" segna il ritorno di Carlotto al grande romanzo d'inchiesta contemporaneo. Un'indagine mozzafiato con una trama fitta di colpi di scena, il cui protagonista rappresenta una forte novità nel panorama del noir. Una denuncia dei giochi sporchi di ambienti politici e militari ai danni della nostra salute e sicurezza.
Ordina per
  • 3

    Interessante

    Tuttavia il suo interesse si esaurisce nel parziale svelamento di quanto da tempo accade in una delle zone più belle della Sardegna: Capo Teulada, sulla costa sud dove il mare è tanto trasparente da f ...continua

    Tuttavia il suo interesse si esaurisce nel parziale svelamento di quanto da tempo accade in una delle zone più belle della Sardegna: Capo Teulada, sulla costa sud dove il mare è tanto trasparente da far pensare ai Caraibi. Lì l'esercito americano ha installato delle misteriose strutture nelle quali si fanno misteriosi esperimenti pare davvero molto nocivi per chi abita vicino. Non a caso questo libro è fuori commercio, mi dice chi abita là e ha sperato che almeno un romanzo di uno scrittore noto scuotesse l'inerzia delle coscienze.
    Purtroppo trama e personaggi sono abbastanza piatti e scontati: Carlotto sa fare di meglio.

    ha scritto il 

  • 2

    Importante l'argomento trattato, pessima la forma narrativa.

    Sono lapidaria ed inclemente, lo so, ma ho sviluppato una grossa avversione per gli stereotipi letterari.

    ha scritto il 

  • 4

    IL romanzo è frutto di una meticolsa inchiesta, condotta da Carlotto e dal gruppo di scrittori uniti sotto la sigla "Mama Sabot", e segna il ritorno di Carlotto al romanzo d'inchiesta contemporaneo. A ...continua

    IL romanzo è frutto di una meticolsa inchiesta, condotta da Carlotto e dal gruppo di scrittori uniti sotto la sigla "Mama Sabot", e segna il ritorno di Carlotto al romanzo d'inchiesta contemporaneo. Ambientato in Sardegna, il plot narrativo funziona a pieni giri, mostrando a tratti il Carlotto migliore.

    ha scritto il 

  • 1

    Un'occasione persa

    E' un vero peccato aver bruciato un tema così interessante in questo romanzo mal riuscito.
    La storia fatica a decollare. I personaggi sono troppi, poco caratterizzati e con una rete di relazioni diffi ...continua

    E' un vero peccato aver bruciato un tema così interessante in questo romanzo mal riuscito.
    La storia fatica a decollare. I personaggi sono troppi, poco caratterizzati e con una rete di relazioni difficile da seguire. Si ha l'impressione che non si arrivi al nocciolo della loro essenza, rimane tutto molto in superficie. Quando si chiude il libro non rimane niente.
    Da Massimo Carlotto mi aspetto decisamente di più.

    ha scritto il 

  • 2

    Due occasioni sprecate: come inchiesta non aiuta a capire la complessità della situazione della base del salto di quirra, come romanzo, un abbozzo mal cucito. Si poteva fare di meglio, perchè lo stile ...continua

    Due occasioni sprecate: come inchiesta non aiuta a capire la complessità della situazione della base del salto di quirra, come romanzo, un abbozzo mal cucito. Si poteva fare di meglio, perchè lo stile c'è.

    ha scritto il 

  • 4

    Trama saggiamente intricata, personaggi dannatamente realistici e qualche spunto di riflessione sulla situazione politico/amministrativa in Italia (con particolare riferimento ala Sardegna e alla prov ...continua

    Trama saggiamente intricata, personaggi dannatamente realistici e qualche spunto di riflessione sulla situazione politico/amministrativa in Italia (con particolare riferimento ala Sardegna e alla provincia di Cagliari).
    Sono questi gli ingredienti vincenti per un noir eccezionale. A mio parere fra i migliori di Carlotto.

    ha scritto il 

  • 3

    Non conoscevo l'esistenza dell'enorme e inquietante poligono che fa da sfondo alla vicenda e Carlotto rende sempre le sue storie molto interessanti e ricche di spunti di approfondimento sul malaffare ...continua

    Non conoscevo l'esistenza dell'enorme e inquietante poligono che fa da sfondo alla vicenda e Carlotto rende sempre le sue storie molto interessanti e ricche di spunti di approfondimento sul malaffare italico. Quello che colpisce questo romanzo secondo me é data dalla scarsa caratterizazione dei personaggi, solo abbozzati e parecchio anonimi.
    Comunque nel complesso una buona lettura

    ha scritto il 

Ordina per