Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Perdona si te llamo amor

By

Publisher: Planeta

3.2
(3089)

Language:Español | Number of Pages: 704 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian , Catalan , Portuguese

Isbn-10: 8408076949 | Isbn-13: 9788408076940 | Publish date: 

Also available as: Softcover and Stapled , Others , Mass Market Paperback

Category: Fiction & Literature , Romance , Teens

Do you like Perdona si te llamo amor ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Niki es una joven madura y responsable que cursa su último año de secundaria. Alessandro es un exitoso publicista de 37 años a quien acaba de dejar su novia de toda la vida. A pesar de los 20 años de diferencia que hay entre ambos y del abismo generacional que los separa, Niki y Alessandro se enamorarán locamente y vivirán una apasionada historia de amor en contra de todas las convenciones y prejuicios sociales.
Una deliciosa novela sobre el poder del amor ambientada en las románticas calles de Roma. Perdona si te llamo amor es, además, una involuntaria guía alternativa de esta ciudad. Deseosos de conocer los escenarios de esta love story contemporánea, jóvenes de todo el mundo buscan los consejos que aparecen diseminados por todo el libro para descubrir donde comer las mejores pizzas o saborear los helados más exquisitos.
Sorting by
  • 3

    he querido leer el libro antes de ver la película que se estrena el 19 de este mes .....que puedo decir??? pues que esperaba más , mucho más!!!!aburrido , ñoño ..pesado.. aunque ha tenido ...continue

    he querido leer el libro antes de ver la película que se estrena el 19 de este mes .....que puedo decir??? pues que esperaba más , mucho más!!!!aburrido , ñoño ..pesado.. aunque ha tenido sus momentos

    said on 

  • 2

    Reading Challenge 2014 7/50

    Potete trovare la mia recensione qui: ...continue

    Potete trovare la mia recensione qui: http://giadalexy.booklikes.com/post/862213/doppia-recensione-film-e-libro-scusa-ma-ti-chiamo-amore-federico-moccia-27-02-14-20-04-14-reading-challenge-2014-7-50-

    said on 

  • 2

    Amore impensabile tra due persone che appartengono a generazioni diverse, mondi distanti ma dai sentimenti simile. Questo romanzo fa credere che l'amore vero supera gli ostacoli, anche quelli ...continue

    Amore impensabile tra due persone che appartengono a generazioni diverse, mondi distanti ma dai sentimenti simile. Questo romanzo fa credere che l'amore vero supera gli ostacoli, anche quelli anagrafici. Personaggi impalpabili e un po' stereotipati.

    said on 

  • 2

    No lo acabe

    Empieza muy bien e interesante pero a medida que vas avanzando a mi personalmente me aburre, sobretodo viendo el grueso del libro y el tiempo que voy a perder con el habiendo tantos otros donde voy a ...continue

    Empieza muy bien e interesante pero a medida que vas avanzando a mi personalmente me aburre, sobretodo viendo el grueso del libro y el tiempo que voy a perder con el habiendo tantos otros donde voy a disfrutar. Una historia que puede ser muy bonita pero que no termina de convencerme.

    said on 

  • 3

    Entretenido aunque algo empalagoso. Tiene una forma de escribir algo peculiar, que no termina de convencerme. Las frases cortas, algunas muy cortas. Bastante repetitivo. Los personajes de ...continue

    Entretenido aunque algo empalagoso. Tiene una forma de escribir algo peculiar, que no termina de convencerme. Las frases cortas, algunas muy cortas. Bastante repetitivo. Los personajes de sensaciones similares, todos iguales, hacía continuamente comparaciones con películas, con canciones y las frases filosóficas en todos los personajes... lo hacía muy ficticio.

    said on 

  • 1

    Malísimo

    Lo siento pero es el único adjetivo que merece. Todavía no entiendo qué ve la gente (gente mayoritariamente del sexo femenino) a estas "novelas", si es que se pueden llamar así. El autor no tiene ...continue

    Lo siento pero es el único adjetivo que merece. Todavía no entiendo qué ve la gente (gente mayoritariamente del sexo femenino) a estas "novelas", si es que se pueden llamar así. El autor no tiene ningún mérito, ha escrito únicamente historias de amores adolescentes, superficiales y sin nada destacable. Pésima lectura. Crítica en http://piensaescribesm.blogspot.com.es/2013/01/federico-moccia-y-sus-pseudorromanticas.html

    said on 

  • 1

    Scusa ma ti chiamo merda

    Ao, e quanno ce vò, ce vò… Te lo scrivo in dialetto Moccia: Nun te se po’ proprio leggè! E tu sicuramente mi risponderai: Beh, ma se ce ‘o sai, perché continui a leggermi? E io ti rispondo: ...continue

    Ao, e quanno ce vò, ce vò… Te lo scrivo in dialetto Moccia: Nun te se po’ proprio leggè! E tu sicuramente mi risponderai: Beh, ma se ce ‘o sai, perché continui a leggermi? E io ti rispondo: Perché a volte mi attira anche la merda…la tua poi è particolarmente prelibata… La storia credo sia nota a tutti grazie al film diretto sempre da Moccia e con protagonisti Michela Quattrociocche(famosa più per il suo rapporto sentimentale con Alberto Aquilani, ex giocatore di Roma e Juventus e attualmente in forza alla Fiorentina più che per il suo talento artistico) e l’onnipresente Raoul Bova(oh, sembra che in Italia esista solo lui come attore…), da un lato c’è un uomo di trentasette anni, Alex, il classico simil-bamboccione con tanto di crisi esistenziale e sentimentale(è stato appena mollato dalla compagna Elena), dall’altro c’è Niki, diciasettenne dal carattere tutto pepe e dall’intelligenza molto limitata. I due si incontrano per caso, anzi, come si dice a Roma “fanno er botto”, si scontrano in un incidente d’auto, ne nasce un litigio, lei lo obbliga a darle un passaggio dato che il suo motorino ha avuto la peggio, si reincontrano di nuovo, s’innamorano, pomiciano, trombano e tutti contenti(tranne noi lettori, ovviamente…). Ovviamente la loro storia d’amore ha delle complicazioni, c’è l’indecisione emotiva di Alex che ama ancora la sua ex, c’è la notevole differenza d’età, ci sono le O.N.D.E, le amiche di Niki(il nome è dato dall’acronimo delle loro iniziali, Olly, Niki, Diletta e l’ultima che non mi ricordo), ci sono i genitori di lei che considerano lui un pervertito e via dicendo… Tutto questo in settecento pagine, pagine che ho cercato di finire il prima possibile(ho fatto un vero e proprio “tour de force”, a momenti non lasciavo le pagine nemmeno per andare in bagno…), pagine di una tristezza e di una vuotezza uniche, pagine che servono soltanto a sbrodolare una storia banale, totalmente inconsistente, scritta con un stile sciatto, vacuo, per nulla interessante. Un libro che non ti cattura, che non ti lascia assolutamente nulla se non uno spaventoso interrogativo: ma davvero le adolescenti di oggi sono andate in brodo di giuggiole con questo romanzo? Davvero c’è chi sogna di avere al proprio fianco per tutta la vita un uomo come Alex e una donna come Niki? Se è così, allora siamo davvero messi male… Su Moccia non ho nulla da dire, se non che lo reputo il Gigi D’Alessio della letteratura...Gigi è il cantante della banalità, Moccia è lo scrittore della banalità e quello che fa più riflettere è che entrambi fanno soldi a palate…così va la vita, così va il mondo… Moccia si è superato questa volta, chi si è lamentato di “Tre metri sopra il cielo” deve assolutamente leggersi anche questo per rendersi conto di come non ci sia mai fine allo schifo, di come un uomo possa dare il peggio di sé, di come possa riuscire a raggiungere livelli ancor più infimi… Non ci crederete, ma Moccia ha una conoscenza lessicale che nemmeno un bambino di un anno(usa le stesse cento parole per settecento pagine, ripetute sempre a oltranza, come un martello pneumatico…roba da non crederci…), è un autore che si vanta di conoscere il mondo adolescenziale meglio di chiunque altro, ma in realtà è solo un furbetto che ha trovato il metodo giusto per fare soldi su soldi... A volte mi sembra di vivere in un incubo, un incubo in cui esiste un Moccia scrittore…spero di svegliarmi un giorno da quell’incubo, lo spero proprio…

    said on 

  • 1

    Avendo trovato carino il film (più che altro per la presenza di Raul Bova) ho deciso di dare un'ultima possibilità a Federico Moccia, ma ne sono amaramente pentita: personaggi odiosi, superficiali ...continue

    Avendo trovato carino il film (più che altro per la presenza di Raul Bova) ho deciso di dare un'ultima possibilità a Federico Moccia, ma ne sono amaramente pentita: personaggi odiosi, superficiali e sciocchi, atmosfera deprimente per la stupidità che si respira. Moccia, non ci ricascherò, tra di noi è finita per sempre.

    said on 

  • 5

    Bem mais um livro deste autor que gostei, a maneira como escreve deixa-nos logo agarrados de início. E ao longo de todo o livro vamos descobrindo cada vez mais coisas acerca dos personagens e há ...continue

    Bem mais um livro deste autor que gostei, a maneira como escreve deixa-nos logo agarrados de início. E ao longo de todo o livro vamos descobrindo cada vez mais coisas acerca dos personagens e há sempre algo a acontecer de maneira que a narrativa nunca perde ritmo. é uma história ao mesmo tempo engraçada, divetida, com amor, ciúmes, traição, aventuras e até um pouco de suspense. Agora só me resta saber o que me espera na continuação.

    said on 

Sorting by