Pericle il Nero

Voto medio di 562
| 69 contributi totali di cui 63 recensioni , 6 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Questa di Pericle è un noir, girato come un buon film americano degli anni Quaranta, con un ritmo secco, un plot che non perde un colpo e personaggi che hanno uno spessore del tutto ignoto ai cliché imposti dal genere: Pericle, l'uomo-cane che divent ...Continua
Paolo
Ha scritto il 13/12/18
Romanzo "Nero", che parafrasando una famosa pubblicità " Nero, che più nero non si può" . Non marroncino, o fumo di londra, o nero antracite ma proprio NERO nero, tipo catrame o petrolio. Un romanzo a metà strada tra un film e un fumetto, come se Que...Continua
Twin Fitzgerald...
Ha scritto il 24/08/18
Pericle è un signor nessuno: ex attore porno col dono di riuscire a inturgidire il pene a comando, una volta uscito dal mondo del cinema a luci rosse si reinventa camorrista con un mestiere atipico. Sfrutta la sua unica dote “facendo il culo” ai nemi...Continua
Inaeugenia
Ha scritto il 05/12/16
Molto efficace in quanto in prima persona da Pericle stesso veniamo a sapere della sua disgraziatissima vita che alla fine vede forse un barlume di speranza e riscatto dopo aver tramortito il suo padrone boss ed essere scappato con il denaro sufficie...Continua
Simone Malizia
Ha scritto il 03/11/16
Pericle detto Pasquale

Ho letto questo libro per curiosità. Nel complesso non è male, forse un po' ripetitivo e poco originale. Bello il personaggio protagonista

CaGi
Ha scritto il 15/10/16

mah. l'ho trovato un noir piuttosto banale e scontato


Paolo
Ha scritto il Dec 13, 2018, 14:26
Volevo dimostrare a me stesso di essere uomo, ma se uno, per considerarsi, fa quello che si aspettano gli altri, è una sega, altro che un uomo
Livio Addabbo
Ha scritto il May 31, 2017, 09:11
Volevo dimostrare a me stesso di essere uomo, ma se uno, per considerarsi, fa quello che si aspettano gli altri, è una sega, altro che un uomo.
Elicy
Ha scritto il Nov 24, 2011, 10:20
Ho pensato che era proprio una bella notte. C'era un quarto di luna e a mare, mannaggia alla miseria, ci stavano pure le lampare. Si sentiva l'acqua e a me mi pareva proprio di stare in una canzone napoletana. Mi veniva una tale malinconia che mi son...Continua
Pag. 63
Elicy
Ha scritto il Nov 24, 2011, 10:20
C'erano odori normali, c'era una sensazione di scrupolo.
Pag. 62
Elicy
Ha scritto il Nov 24, 2011, 10:19
Perciò quando l'avevo riconosciuta avevo dovuto fare così, perchè se non moriva lei, lei faceva morire me. E chi non si è mai trovato in una situazione così, è meglio che si asserra la bocca, che di ignoranti ce ne stanno già assai.
Pag. 28

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi