Persuasione

Di

Editore: Newton & Compton (BEN Biblioteca Economica Newton)

4.1
(5019)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 216 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Portoghese , Spagnolo , Tedesco , Francese , Ungherese , Catalano , Chi semplificata , Svedese , Greco , Polacco , Ceco

Isbn-10: 8881834723 | Isbn-13: 9788881834723 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Fiorenzo Fantaccini ; Curatore: Ornella De Zordo

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida , Tascabile economico , eBook , Copertina morbida e spillati

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace Persuasione?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Anne Elliot, la protagonista del romanzo, ha sbagliato: da giovanissima, appena diciannovenne, si è lasciata convincere dall'opposizione del padre, Sir Walter, e dalla "persuasione" di Lady Russell a rompere il fidanzamento col giovane ufficiale di marina Frederick Wentworth, amatissimo ma non ricco. Adesso, a ventisette anni, Anne è sola; per di più, le sorti economiche della sua famiglia hanno subito un rovescio e il padre è stato costretto a dare in affitto la propria tenuta all'ammiraglio Croft. Ma un giorno l'ammiraglio riceve la visita del proprio cognato, un affermato e facoltoso capitano di marina: è Frederick, e questa volta, otto anni dopo, Anne ha la sua seconda occasione. Ultimo e più maturo romanzo della Austen, Persuasione contiene un impareggiabile ritratto della provincia inglese d'inizio Ottocento e, attraverso la contrastata vicenda della sua eroina, una intensa polemica antiaristocratica.
Ordina per
  • 4

    Reading Jane...in another way

    - Anto., hai mai letto Persuasione? E' di Jane Austen.

    So di chi è.
    E..sì, è un libro sull'attesa.
    Due persone che si incontrano, e si innamorano ma al momento sbagliato, e si devono separare. Ad anni ...continua

    - Anto., hai mai letto Persuasione? E' di Jane Austen.

    So di chi è.
    E..sì, è un libro sull'attesa.
    Due persone che si incontrano, e si innamorano ma al momento sbagliato, e si devono separare. Ad anni di distanza si rivedono ed hanno un’altra occasione, solo che non sanno se è passato troppo tempo; la lunga attesa, sai, può avere cambiato le cose*.

    - Mh, non credo. Questa duunque è la tua recensione al libro?

    No, questa è per le (spasi)amanti di Anne.

    - Mhalla2, e per quelle di Wentworth? (e temo a chiedere.)

    Oh virgola di spospiro beh virgola di sospiro per tutte le altre c'è youtube.
    Istruzioni (per l'uso dei link corretto):
    1) aprire il link 1 in una nuova scheda, premere pause, togliere l'audio.
    2) aprire il link 2 in una nuova, nuova scheda, attivare l'audio, non premere pause
    3) ritornare al link 1 e premere VELOCEMENTE play

    Link1:
    http://www.youtube.com/watch?v=uG38TcqElzY

    Link2:
    http://www.youtube.com/watch?v=eEdUJ5UHFpc

    Fatto?

    - Fatto.

    E che ne pensi?

    - Che *LE COSE non sono affatto cambiate: sei sempre folle.
    E tu, invece, cosa ne pensi?

    Che noi donne quando siamo innamorate non facciamo altro che correre.
    E cadere.
    Link3:
    http://www.youtube.com/watch?v=T0Se9qSZC5g

    ha scritto il 

  • 4

    La lettera che ogni donna vorrebbe ricevere

    Emozionante dalla prima all'ultima pagina
    La lettera poi è qualcosa che va aldilà di ogni azione.

    “Non posso più ascoltare tacendo. Devo parlarvi con i mezzi che ho a disposizione. Voi mi trafiggete ...continua

    Emozionante dalla prima all'ultima pagina
    La lettera poi è qualcosa che va aldilà di ogni azione.

    “Non posso più ascoltare tacendo. Devo parlarvi con i mezzi che ho a disposizione. Voi mi trafiggete l’anima. Io sono tra l’agonia e la speranza. Non ditemi che è troppo tardi, che questo prezioso sentimento è svanito per sempre. Vi offro di nuovo il mio cuore, vi appartiene ancor più di quando otto anni e mezzo fa voi quasi me lo spezzaste. Non dite per carità che l’uomo dimentica più della donna, che il suo amore è più rapido a morire. Non ho mai amato nessuna all’infuori di voi. Posso essere stato ingiusto, forse debole e offeso, ma incostante mai. Solo voi mi avete condotto a Bath. Penso e faccio progetti solo per voi. Non ve ne siete accorta? Possibile che non indoviniate i miei desideri? Non avrei atteso neanche questi dieci giorni se avessi conosciuto i vostri sentimenti. Devo andare senza conoscere il mio destino ma tornerò qui o vi seguirò non appena possibile. Una parola, uno sguardo saranno sufficienti a farmi entrare in casa di vostro padre questa sera o mai più”.

    ha scritto il 

  • 3

    Jane Austen, la Kinsella dell'epoca. Scrive bene e su questo non si può dire nulla. La storia mi ricorda un po' Orgoglio e pregiudizio, al quale non supera. Piacevole ma non da impazzire..

    ha scritto il 

  • 3

    Complessivamente è un romanzo grazioso, fortemente impregnato dell'ironia della Austen e della sua capacità di descrivere in modo raffinato e divertito certi personaggi dell'epoca, fin troppo attuali. ...continua

    Complessivamente è un romanzo grazioso, fortemente impregnato dell'ironia della Austen e della sua capacità di descrivere in modo raffinato e divertito certi personaggi dell'epoca, fin troppo attuali.
    Perché solo 3 stelle? Perché l'ho trovato un po' prolisso e in certe parti anche dispersivo. Non mi ha convinta completamente l'evoluzione dell'atteggiamento del capitano Wentworth nei confronti di Anne, mi è sembrato troppo repentino. Detto questo, è comunque un buon libro.

    ha scritto il 

  • 5

    Persuasione è l'ultimo romanzo completo della Austen, il romanzo della maturità. La protagonista, come l'autrice, è ora pronta ad un amore razionale e studiato, diversamente, anni prima, lo stesso amo ...continua

    Persuasione è l'ultimo romanzo completo della Austen, il romanzo della maturità. La protagonista, come l'autrice, è ora pronta ad un amore razionale e studiato, diversamente, anni prima, lo stesso amore e uomo erano stati rifiutati.
    La storia è emozionante e confortante, l'autrice permette alla sua protagonista di avere una seconda possibilità, perchè solo con la maturità è possibile la nascita di una storia duratura.
    Bellissimi alcuni passi finali del romanzo e il modo in cui l'autrice cerca di sottolineare la diversità dei sentimenti umani per l'uomo e la donna...
    "...l'uomo è più robusto della donna, ma non vive più a lungo; e questo spiega con esattezza la mia opinione sulla natura degli affetti maschili. Davvero, sarebbe troppo duro per voi, se le cose stessero altrimenti. Avete già molte difficoltà, e privazioni, e pericoli da affrontare. Lavorate e faticate sempre, esposti a rischi e asprezze di ogni genere. Lasciate la casa, la patria, gli amici, tutto.Non avete tempo, salute, vita che possiate considerare pienamente vostra. Sarebbe davvero troppo duro" e qui la voce tremò "se a tutto questo dovessero venire aggiunti sentimenti come quelli di una donna."

    ha scritto il 

  • 4

    Persuasione credo sia fra gli ultimi libri scritti da Jane Austen e si vede. Più piccolo (in un saggio credo di avere letto che lo scrisse quando già era malata e questo forse influì sulla "taglia") e ...continua

    Persuasione credo sia fra gli ultimi libri scritti da Jane Austen e si vede. Più piccolo (in un saggio credo di avere letto che lo scrisse quando già era malata e questo forse influì sulla "taglia") e più disilluso. Anne non è frizzante come Elizabeth Bennett, infallibile come Fanny Price o passionale come Marianne Dashwood, Anne è disillusa ben conscia d'aver sprecato l'unica occasione di felicità della sua vita e il romanzo quindi non ha quel romanticismo speranzoso di altre sue opere è spesso malinconico, grigio, introspettivo. Personalmente mi piace molto, trovo che Frederick Wentworth sia uno dei pochi, pochissimi personaggi maschili della Austen ad essere davvero romantico e di grosso spessore e mi piace perchè sia lui che Anne arrivano alla felicità attraverso la tribolazione derivata dalla consapevolezza degli errori passati e la conquistano proprio perchè determinati a non commetterli ancora. Per altro lo trovo ferocemente caustico e i personaggi "cattivi" qui sono davvero delle persone meschine, egoiste e grette senza l'orpello della satira o qualche altro alleggerimento narrativo (cosa sarà mai Fanny Dashwood contro Elizabeth Elliot?). Insomma bello, detto ciò nella mia rilettura austeniana annuale do netta precedenza a Orgoglio e Pregiudizio, più leggero nelle sue innegabili profondità.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    persuasa!

    E' inimitabile! Quando Jane Austen prende in mano una penna, non è mai per nulla. Devo dire che Persuasione è stata una dolce scoperta; ricordo di aver confrontato varie "classifiche" delle opere di M ...continua

    E' inimitabile! Quando Jane Austen prende in mano una penna, non è mai per nulla. Devo dire che Persuasione è stata una dolce scoperta; ricordo di aver confrontato varie "classifiche" delle opere di Miss Austen, e in quasi nessuna Persuasione era ai primi posti, anzi.
    Invece dal mio punto di vista Persuasione è il secondo classificato, naturalmente dopo Orgoglio & Pregiudizio.
    Bellissimo.
    Come già anticipato nella mia recensione a O&P, la lettera in cui il capitano Wentworth alla fine si dichiara è da antologia: non si può trattenere la commozione.

    ha scritto il 

  • 2

    Tre stelle per Anne, una mente forte con maniere dolci, la protagonista femminile che mi è piaciuta assai, per la sua bontà, la sua sensibilità, il suo saper mettersi da parte a beneficio di altri, l ...continua

    Tre stelle per Anne, una mente forte con maniere dolci, la protagonista femminile che mi è piaciuta assai, per la sua bontà, la sua sensibilità, il suo saper mettersi da parte a beneficio di altri, la sua crescita psicologica nel prendere in mano la propria esistenza in vista di una autorganizzazione soddisfacente che sappia scegliere tra solitudine e un matrimonio imposto dall’alto delle convenzioni sociali o famigliari.
    Tre stelle anche per il protagonista maschile, il capitano Wentwhort, e tre stelle per il gioco, efficacemente riprodotto dalla scrittura di Jane Austen, di sguardi, di dubbi, di slanci e di ricadute, di illusioni presto disilluse e viceversa, che contraddistingue l’evoluzione del rapporto rinascente tra i due destinati.

    Tre stelle perchè è comunque Jane Austen.

    Da un conto matematico le stelle dovrebbero essere tre ma la noia intensa che globalmente ha accompagnato la mia lettura è stata più che pari a due.
    Noia dovuta soprattutto alle innumerevoli descrizioni di spostamenti in calesse da una dimora di campagna all’altra per ottemperare a visite di cortesia imposte dall’esigenza di restare ben saldi all’interno della cerchia nobiliare o dall’accrescere il proprio prestigio presso aristocratici influenti, alla lentezza delle pagine e delle vicende debolissime, non da ultimo per lo stupore innanzi un finale inspiegabilmente affrettato.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per