Pet Sematary

Di

Editore: Sperling & Kupfer (Superbestseller Paperback, 32)

4.0
(4663)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 417 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese , Tedesco , Chi tradizionale , Olandese , Svedese , Portoghese , Lettone , Sloveno , Chi semplificata , Greco , Catalano , Polacco , Ceco , Russo , Ungherese

Isbn-10: 8878240303 | Isbn-13: 9788878240308 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Hilia Brinis

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Horror , Mistero & Gialli

Ti piace Pet Sematary?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
In una limpida giornata di fine estate, la famiglia Creed si trasferisce in un tranquillo sobborgo residenziale di una cittadina del Maine. Non lontano dalla loro casa, al centro di una radura, sorge Pet Sematary, il cimitero dei cuccioli, un luogo dove i ragazzi del circondariato, secondo un'antica consuetudine, usano seppellire i propri animaletti. Ma ben presto la serena esistenza dei Creed viene sconvolta da una serie di episodi inquietanti e dall'improvviso ridestarsi di forze oscure e malefiche.
Ordina per
  • 4

    Pet Sematary è un libro che lo zione non avrebbe mai voluto pubblicare perché secondo lui fin troppo macabro e disperato. Ed effettivamente è vero, perché niente è tanto taboo come il tema della morte ...continua

    Pet Sematary è un libro che lo zione non avrebbe mai voluto pubblicare perché secondo lui fin troppo macabro e disperato. Ed effettivamente è vero, perché niente è tanto taboo come il tema della morte e della sua accettazione. Il romanzo prende la classica situazione quotidiana kinghiana e vi aggiunge poco a poco elementi inquietanti che qui montano lenti fino a un finale assolutamente nichilista e privo di qualsiasi consolazione. Il tema principale è ovviamente quello dell'accettazione del dolore, e come al solito ci viene regalato un esempio magistrale di ritratto psicologico nella figura di Louis Creed, a dimostrazione di come King sia soprattutto uno scrittore di personaggi. La descrizione del suo strazio di fronte alla morte del figlioletto è forse una delle cose più devastanti che il re abbia mai scritto.
    Bellissime le atmosfere mortifere del bosco e dei due cimiteri gemelli (tra l'altro, per quanto riguarda il cimitero indiano, è interessante notare come sia diventato "malvagio" dopo l'arrivo dei colonizzatori, il che potrebbe portare anche a un'interessante lettura postcoloniale).

    ha scritto il 

  • 3

    Sicuramente non è tra i miei preferiti. L'ho trovato un po' noioso, prolisso in certi punti, abbastanza prevedibile. Punto forte la caratterizzazione dei personaggi.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Agghiacciante.....

    Intendo il finale.
    Ha tirato un pò troppo per le lunghe la parte in cui va a"recuperare" Gage al cimitero.L'ho trovata pallosa....poi ha sorvolato inspiegabilmente quando era nel cimitero tanto che so ...continua

    Intendo il finale.
    Ha tirato un pò troppo per le lunghe la parte in cui va a"recuperare" Gage al cimitero.L'ho trovata pallosa....poi ha sorvolato inspiegabilmente quando era nel cimitero tanto che sono dovuta tornare indietro perchè pensavo di aver lasciato il segnalibro alla pagina sbagliata.
    Un grande libro peccato che vada tutto a rotoli...per il comportamento di Louis ne muoiono tre e uno due volte (povero Church....).Riguardo la storia,naturalmente, riesco a tenere un certo distacco con certe tematiche per il semplice fatto che so benissimo che certe cose NON esistono e nemmeno ci credo.Riguardo la scrittura e i personaggi, King è il solito fuoriclasse.Bel libro,angosciante,triste, profondamente amaro nel finale ma sempre un bel libro che ho fatto bene a rileggere.
    lascio le cinque stelline della prima lettura.

    ha scritto il 

  • 5

    Il miglior romanzo di King tra quelli che ho letto finora

    La storia è fenomenale, i personaggi sono tratteggiati con sapienza, in particolare, credo, i rapporti tra moglie e marito. Ottimo

    ha scritto il 

  • 4

    Pet sematary di Stephen king
    Cosa c'è di più forte del dolore e del desiderio? Questa é la domanda che sta alla base di tutto il romanzo. Quando il desiderio di una vita diversa si trasforma in un inc ...continua

    Pet sematary di Stephen king
    Cosa c'è di più forte del dolore e del desiderio? Questa é la domanda che sta alla base di tutto il romanzo. Quando il desiderio di una vita diversa si trasforma in un incubo fino a che punto può sopportarlo la mente e il cuore umano? King cerca di rispondere a questa domanda raccontandoci la storia di Louis e di sua moglie Rachel arrivati in un nuovo posto, una casa nuova, una nuova speranza. Ma si sa che non é tutto oro quel che luccica e presto le loro vite saranno sconvolte e l istinto di conservazione avrà la meglio spingendo Louis oltre il limite del possibile e del credibile. Diversamente degli altri romanzi di King questo l ho apprezzato dall inizio alla fine, forse per il senso di famigliarità che lo pervade, anche se la parte fantasiosa c'è lo stesso questa volta non mi ha infastidita anzi ha contribuito ad alimentare il mistero della morte. Tutto nella vita ci siamo chiesti almeno una volta cosa c'è dopo... Dopo la catasta della legna... Il cuore di un uomo è fatto di un terreno più duro, Louis… […]. Un uomo ci coltiva quello che può… e ne ha cura.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    ha pure nominato il povero Cujo nelle prime pagine.....

    lo sto rileggendo a distanza di 23 anni.....tranne il nome del "povero" gatto" Church (ricordo la fine.....)il resto è una novità;-)non ricordo una mazza.
    Ma il "buon padre di famiglia" informarsi pr ...continua

    lo sto rileggendo a distanza di 23 anni.....tranne il nome del "povero" gatto" Church (ricordo la fine.....)il resto è una novità;-)non ricordo una mazza.
    Ma il "buon padre di famiglia" informarsi prima della strada davanti alla casa, noooooooooooooo??????????????

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Per Sematary si presenta non come un horror qualsiasi, ma come un crescendo di incubi e sensazioni di angoscia e ansia della morte. Dal gatto alle persone, il vero protagonista non è il Dott. Creed, m ...continua

    Per Sematary si presenta non come un horror qualsiasi, ma come un crescendo di incubi e sensazioni di angoscia e ansia della morte. Dal gatto alle persone, il vero protagonista non è il Dott. Creed, ma è in tutto e per tutto il cimitero degli animali, l'altro cimitero, al di là delle cataste, dove una forza maligna si annida.
    Dapprima pensavo che la vera parte horror fosse all'inizio, e invece no, si trova tutto alla fine, in un crescendo sempre più angosciante e pieno di insinuazioni, infatti King è stato molto bravo ad anticipare alcuni avvenimenti futuri che lasciano a bocca aperta lo stesso lettore.
    È il terzo libro che leggo di king e devo dire che mi ha sconvolta, bello davvero, anche se speravo ci fosse qualcosa in più che poteva riguardare il cimitero o gli animali stessi :)

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per