Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Peter Pan

Il bambino che non voleva crescere

By James Matthew Barrie

(411)

| Paperback | 9788807820397

Like Peter Pan ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

329 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Ho letto solo le prime 60 pagine. Non mi è piaciuto per niente.

    Is this helpful?

    Valentina said on Jun 10, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Sigh, sono cresciuto!!

    Eh si, ho provato a farmi ragazzino come Peter Pan, ma non ce l'ho proprio fatta. Dopo alcune decine di pagine e qualche tentativo devo alzare bandiera bianca e arrendermi, non a Capitan Uncino bensì al libro stesso.
    Altre recenti letture per giovani ...(continue)

    Eh si, ho provato a farmi ragazzino come Peter Pan, ma non ce l'ho proprio fatta. Dopo alcune decine di pagine e qualche tentativo devo alzare bandiera bianca e arrendermi, non a Capitan Uncino bensì al libro stesso.
    Altre recenti letture per giovani le avevo gradite, mentre questa la trovo troppo troppo... fuori dalle mie corde.
    Resterò col bel ricordo del film di Walt Disney :)

    Is this helpful?

    gio' said on May 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Sempre inquietante il vecchio Peter!

    Is this helpful?

    mgt said on May 26, 2014 | 1 feedback

  • 2 people find this helpful

    Finché si può bisogna necessariamente volare...

    Niente, in Peter Pan, è solo bene o solo male. I personaggi fanno scelte decisive per loro stessi e per gli altri, non esiste il grigio ma solo il nero o il bianco (o resti bambino o cresci, o scegli di rimanere o te ne vai, o uccidi o vieni u ...(continue)

    Niente, in Peter Pan, è solo bene o solo male. I personaggi fanno scelte decisive per loro stessi e per gli altri, non esiste il grigio ma solo il nero o il bianco (o resti bambino o cresci, o scegli di rimanere o te ne vai, o uccidi o vieni ucciso).
    Il fatto che Wendy, infine, scelga di diventare grande e di tornare a casa sancisce una spaccatura irreparabile tra lei e tutto ciò che rappresenta Peter; una spaccatura commovente in cui tutti ci immedesimiamo, e leggendola ci rendiamo conto che forse non abbiamo mai avuto scelta, che siamo cresciuti senza accorgercene e che se anche Peter ci aveva condotti all'Isolachenoncè offrendoci la possibilità di rimanervi per sempre, probabilmente adesso siamo grandi perché abbiamo rifiutato e neanche ce lo ricordiamo...

    Leggi la recensione completa su:
    http://www.spulcialibri.it/2014/02/peter-pan-di-james-m…

    Is this helpful?

    Spulcialibri said on Feb 18, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Se avete bambini, vi consiglio questa edizione: molto ben curata, parecchie illustrazioni e, cosa non da poco, è fedele alla storia originale (manca solo la parte di Peter nei giardini di Kensington).
    E bravo Geronimo Stilton. ;)

    Is this helpful?

    Lady Mercury said on Feb 16, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    I read this ages ago, I think in elementary school, and of course I remembered the story from movies and the play, but even still, this was not entirely what I expected. The most interesting character to me was suprisingly Mrs. Darling, especially at ...(continue)

    I read this ages ago, I think in elementary school, and of course I remembered the story from movies and the play, but even still, this was not entirely what I expected. The most interesting character to me was suprisingly Mrs. Darling, especially at the beginning. Most of the characters are pretty one-dimensional, but she goes a little deeper, as well as Hook. There is a lot behind the story that I'm sure I did not pick up on as a child, like the relationship between Wendy and Peter Pan. I liked the idea of the Neverland as existing in the minds of children. Some aspects of the book are clearly dated, so that some parts come off as sexist (the whole portrayal of Wendy, mostly, who does nothing but sit around and do "motherly" things, sewing all day, fussing about whether things are clean, and making sure the children are in bed on time) or racist (the descriptions of the Indians are not exactly politically correct), but nothing worse than normal for the time. All in all, a book which has a lot to offer not just for the child reader, but for the adult as well.

    Is this helpful?

    Makenzie said on Feb 9, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book