Più lontana della luna

Voto medio di 795
| 163 contributi totali di cui 151 recensioni , 11 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Pieni anni Settanta, a Stupinigi, dintorni di Torino. Lidia, una ragazza di quindici anni, figlia di un operaio Fiat, abita in una ex scuderia della Palazzina di caccia dei Savoia. Non va più a scuola e aiuta la madre a vendere verdura al mercato. ...Continua
Ha scritto il 15/07/16
Mastrocola
Ora che la conosco da un po', a volte trovo irritante la sua ostinazione a fare dei suoi personaggi delle novelle Biancaneve a tutti i costi, perché rischia di parermi una posa spesso non necessaria. Ma credo che questa sia un po' la sua cifra. ...Continua
Ha scritto il 16/02/16
Lettura scorrevole e piacevole; mi ha colpito in particolar modo lo stile a volte irreale con il quale l'autrice ha descritto la crescita della protagonista.
Ha scritto il 25/08/15
Piacevole e delicata la scrittura, reale e surreale allo stesso tempo la storia di Lidia, spirito libero degli anni settanta, fuori da ogni schema sociale, che parte con il suo cavallo per trovare se stessa, rispettando i suoi ideali senza lasciarsi ...Continua
Ha scritto il 21/07/15
carino- a tratti noiosetto - scorrevole - adatto ad una lettura in bus, come è capitato di leggerlo a me- Da pendolare!
Ha scritto il 02/05/15
Parte bene ma poi diventa noioso. Nel complesso lettura deludente.

Ha scritto il Aug 25, 2015, 07:39
(...)"Non avevano capito.Il mio pittore era un uomo lontano.Lontano da tutto.Ma non potevano capire ,erano così vicini,loro! Il contrario di lontani.Abitavano nella realtà, nel mondo,nella storia.Anzi,erano convinti di fare la storia." (...)
Ha scritto il Aug 25, 2015, 07:39
(...)"Non avevano capito.Il mio pittore era un uomo lontano.Lontano da tutto.Ma non potevano capire ,erano così vicini,loro! Il contrario di lontani.Abitavano nella realtà, nel mondo,nella storia.Anzi,erano convinti di fare la storia." (...)
Ha scritto il Mar 27, 2015, 16:31
Quando mi sentivo così, a metà tra l'inutile e il torvo, finivo sempre in cartoleria, perché una cartoleria ti riconforta l'anima, te la svaria, con tutti quegli oggettini come un timbrino, un portapennini, un cappuccio allungamatite, che ...Continua
Pag. 142
  • 1 mi piace
Ha scritto il Jan 31, 2010, 21:49
Sembrava una che non pensa di avere un futuro, cioè non pensa di doverci pensare perché tanto sa che il futuro ci pensa lui ad arrivare e a essere quel che deve essere: lui è il carro e noi ci stiamo solo sopra, siamo portati, e tanto vale ...Continua
Pag. 163
Ha scritto il Jan 31, 2010, 21:42
«Sì insomma, credo voglia dire che tu ami una persona e non importa se la vedi o no, la ami lo stesso. Anzi, credo che la ami proprio perché non la vedi. Quindi se è lontana, perfetto. Questo è l’amore da lontano».
Pag. 53

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Apr 21, 2016, 09:28
853.914 MAS 14918 Letteratura Italiana

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi