Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Pianto di sirena

E altri racconti

By Junichiro Tanizaki

(274)

| Paperback | 9788807810343

Like Pianto di sirena ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

16 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Tanizaki: ovvero quando il decadentismo di matrice europea si fonde con la cultura giapponese di fine ottocento.

    Is this helpful?

    Nimrod said on Nov 22, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Jun’ichiro Tanizaki (1886-1965), nei suoi racconti di esordio (siamo tra il 1910 e il 1917) realizza una mirabile sintesi tra le poetiche decadenti europee (Wilde, Poe), intrise di un culto raffinato per la bellezza e di un profondo senso del mistero ...(continue)

    Jun’ichiro Tanizaki (1886-1965), nei suoi racconti di esordio (siamo tra il 1910 e il 1917) realizza una mirabile sintesi tra le poetiche decadenti europee (Wilde, Poe), intrise di un culto raffinato per la bellezza e di un profondo senso del mistero, e un’innata capacità di indagare i più riposti recessi della psiche, a cui si aggiunge l’attrazione/paura della carne proveniente dalle sue radici culturali.
    Ne nascono situazioni e personaggi caratterizzati da una sensualità languida e perversa, che oscilla tra un sadismo che fa della sofferenza arte (“Il tatuaggio”) e un masochismo che trae voluttà dal rendersi vittima della più raffinata crudeltà (“Kirin”) o dal conformarsi ai desideri altrui (“Buffone di professione”). La bellezza femminile, sensuale, perversa e crudele, si esprime attraverso la dominazione, anche quando essa rappresenta l’alter ego del protagonista nel gioco del travestimento (“Il segreto”).
    Altre volte la donna è solo un medium, un “animale guida” nel bosco intricato dove convivono bene e male, bellezza e orrore, innocenza e perdizione: il Parco di “Il prestigiatore”. Il pellegrinaggio del protagonista e della sua compagna culmina al cospetto del mago, un androgino in cui bellezza (femminile) e forza (virile) appaiono finalmente risolti in unità. Davanti al suo fascino conturbante e soggiogati dalle sue parole, i protagonisti si lasciano andare alla danza sfrenata del satiro, in cui la perdita delle fattezze umane mediante la metamorfosi rappresenta la conquista della totalità e pienezza esistenziale.
    Nel racconto che da il titolo alla raccolta, l’incontro tra Oriente e Occidente nella città frontiera di Nanchino genera un’atmosfera bizantina, lussuosa e lussuriosa, e l’omaggio (per noi straniante) dell’oriente alla nostra Europa “culla di civiltà”. L’incontro tra i due mondi, tanto agognato dal giovane ricco, vizioso e annoiato che ne è il protagonista, avviene attraverso l’apparizione della sirena (di cui un misterioso mercante olandese si disfa con dolore), ambigua sintesi di pura bellezza e sotterranea crudeltà, candida fanciulla e gelido serpente d’acqua, ardente passione e sovrana indifferenza. Il suo ultimo guizzo fuori dalle acque del mare lascia appena intravedere l’esistenza di un mistero insondabile, alla ricerca del quale il protagonista compirà, verso l’Europa, quel viaggio di ricerca che tanti giovani europei, decenni dopo, ripercorreranno a ritroso.

    Is this helpful?

    Loredana Mancini said on May 26, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L'esasperata ricerca della bellezza e l'inevitabile agonia che conduce per mano i protagonisti di questi gioielli fatti di parole. Spudoratamente attuali e mirabilmente perversi questi racconti paiono addirittura anacronistici per l'epoca in cui sono ...(continue)

    L'esasperata ricerca della bellezza e l'inevitabile agonia che conduce per mano i protagonisti di questi gioielli fatti di parole. Spudoratamente attuali e mirabilmente perversi questi racconti paiono addirittura anacronistici per l'epoca in cui sono stati scritti. Bellissimo libro.

    Is this helpful?

    Shaula said on May 15, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un raccolta di racconti così bella era tanto che non la leggevo. Il tema comune è la ricerca della bellezza, della perfezione, raggiungibile se non attraverso la perversione e la crudeltà. Ne il "Il tatuaggio", "Kirin" e "Il segreto" è l'egoismo e la ...(continue)

    Un raccolta di racconti così bella era tanto che non la leggevo. Il tema comune è la ricerca della bellezza, della perfezione, raggiungibile se non attraverso la perversione e la crudeltà. Ne il "Il tatuaggio", "Kirin" e "Il segreto" è l'egoismo e la sete umana a trionfare su tutto, mentre invece, nei pochi restanti racconti gli uomini vengono rappresentati più come delle vittime inermi, intrappolate in un gioco senza fine.
    Così scrive Tanizaki nei suoi anni di gioventù.

    Is this helpful?

    Martatroccola said on Oct 7, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    prove generali di perversione

    divertenti e un po' surreali questi racconti giovanili promettono cose che poi verranno riprese e ampliate nei romanzi, il tutto risulta intrigante quanto basta per suscitare curiosità sulle opere mature dell'autore

    Is this helpful?

    Mircalla64 (Free Liu Xiaobo) said on Aug 4, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    C'è un personaggio, in questi sei racconti, che è solito andare in giro la sera travestito da donna, nascondendo nella cintura piccoli pugnali o narcotici.
    Il motivo che lo spinge è lo stesso per cui tutti i personaggi di Tanizaki fanno quello che fa ...(continue)

    C'è un personaggio, in questi sei racconti, che è solito andare in giro la sera travestito da donna, nascondendo nella cintura piccoli pugnali o narcotici.
    Il motivo che lo spinge è lo stesso per cui tutti i personaggi di Tanizaki fanno quello che fanno: la ricerca della Bellezza.

    Seduto nel greve buio di un cinema, la ragazza che gli siede accanto sussurra una didascalia sullo schermo "...Arrested at last..." e gli soffia addosso il fumo di una sigaretta profumata, pungendolo con pupille splendenti come diamanti. In quell'attimo lui si accorge che si tratta di una sua vecchia fiamma.

    Questo, per me, è Pianto di Sirena di Jun'ichiro Tanizaki.

    Is this helpful?

    Barbara said on Mar 30, 2011 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (274)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 128 Pages
  • ISBN-10: 8807810344
  • ISBN-13: 9788807810343
  • Publisher: Feltrinelli
  • Publish date: 2009-06-01
Improve_data of this book

Collection with this book