Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Piccole Donne

Di

Editore: Edizioni CAPITOL Bologna

4.1
(7653)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 170 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Tedesco , Turco , Coreano , Francese , Catalano , Giapponese , Portoghese , Svedese , Olandese

Isbn-10: A000064377 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Tascabile economico , Copertina morbida e spillati , Copertina rinforzata scuole e biblioteche

Genere: Fiction & Literature , Romance , Teens

Ti piace Piccole Donne?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Una storia che amo da sempre, che amerò per sempre

    Anche questo è un classico della mia infanzia, una storia a cui sono molto legata. Ogni anno guardo il film e ogni anno è un'emozione nuova.

    ha scritto il 

  • 3

    ho iniziato a leggerlo che portavo ancora le maniche corte e volevo mettere la spunta anche a questo classico. Ma non ci siamo amati per niente. Appena è scesa la neve, l'ho cercato come in preda ad un bisogno.
    Natale, buone intenzioni, semplicità di dialoghi e di pensieri. Quello che mi ci ...continua

    ho iniziato a leggerlo che portavo ancora le maniche corte e volevo mettere la spunta anche a questo classico. Ma non ci siamo amati per niente. Appena è scesa la neve, l'ho cercato come in preda ad un bisogno.
    Natale, buone intenzioni, semplicità di dialoghi e di pensieri. Quello che mi ci voleva.
    Niente di eccezionale, però rasserena.

    ha scritto il 

  • 4

    Avevo voglia di un libro coccoloso che mi accompagnasse in questo periodo pre Natalizio, non necessariamente una lettura a tema sul Natale ma qualcosa di tenero, quei libri che ti fanno pensare al caminetto acceso, all'intimità di casa... Piccole donne è stato perfetto. La storia è straconosciuta ...continua

    Avevo voglia di un libro coccoloso che mi accompagnasse in questo periodo pre Natalizio, non necessariamente una lettura a tema sul Natale ma qualcosa di tenero, quei libri che ti fanno pensare al caminetto acceso, all'intimità di casa... Piccole donne è stato perfetto. La storia è straconosciuta, anche per merito delle tante trasposizioni cinematografiche (non mancherò di rivedermi il film del 94) e non starò a raccontarla. Quello che mi è piaciuto di questo libro e che forse potrebbe apparire a tanti come artificioso e stucchevole è la bontà che impregna ogni pagina, i buoni vecchi valori che oggi sembrano tanto passati di moda (purtroppo!), la vita dura ma più semplice di una volta, l'unità di una famiglia, l'amicizia, l'amore per una madre, per un padre, per i propri fratelli e sorelle, la dedizione per il proprio lavoro, le cadute e le risalite... la vita... che, nonostante i suoi momenti bui, vale la pena di essere vissuta col sorriso nel cuore.

    ha scritto il 

  • 4

    "Natale non sarà più Natale, senza regali".
    Chi è che non conosce uno degli incipit più famosi della storia della letteratura?
    Buonista, smaccato e inverosimilmente americano, Piccole donne è il meraviglioso ritratto di una famiglia di sole donne - quattro sorelle e la loro madre - i ...continua

    "Natale non sarà più Natale, senza regali".
    Chi è che non conosce uno degli incipit più famosi della storia della letteratura?
    Buonista, smaccato e inverosimilmente americano, Piccole donne è il meraviglioso ritratto di una famiglia di sole donne - quattro sorelle e la loro madre - in perenne lotta con le difficoltà economiche, che riescono a superare con il sorriso sulle labbra e la forza dell'amore e dell'amicizia. Meg, Jo, Beth e Amy March sono le diversissime protagoniste di questa storia senza tempo, che deve essere assolutamente letta durante l'età dell'incanto: diversamente, vi sorprenderete della leziosità di queste ragazze già pronte a diventare delle perfette mogli e madri di famiglia, il cui imperativo è la bontà d'animo e l'onestà. Unica eccezione sembra l'anticonformista Jo, sedicenne pratica e poco incline alle sdolcinatezze, con il sogno nel cassetto di diventare una scrittrice. Messe da parte le fatiche della giornata, le sorelle March allestiscono teatrini scritti da Jo, suonano il piano, cantano e imparano a limare i loro difetti, protette da una mamma che si fa in quattro non solo per loro, ma anche per tutti i poveri del circondario. Al di là di quella che è una storia di perbenismo inficiato dalla morale borghese, Piccole donne ispira tanti di quei buoni sentimenti che, in fondo, vi lascerete conquistare da questa atmosfera chepiùnatalizianonsipuò, dove lo sforzo di essere gentili viene ricompensato dalla generosità altrui - sì, davvero bello il mondo della Alcott!
    Piccole donne è un libro prezioso, per me, perché è quello che mi ha iniziato alla lettura. Avevo otto anni e non conoscevo parole come "fardello", e di certo non potevo capire i riferimenti a Ivanhoe, ma ne ricordo ogni capitolo. Ricordo anche la forza delle quattro sorelle, la capacità di Jo di uscire fuori da quel quadro di "femminilità" (inteso nell'accezione patriarcale del termine) in cui volevano inserirla, la frustrazione della povertà. In fondo, se non ad accondiscendere quasi sempre - cosa sbagliatissima - e a mortificare la propria vanità, Piccole donne insegna ad andare avanti nonostante le difficoltà, rifugiandosi nel proprio mondo immaginario e nell'amore della propria famiglia.

    ha scritto il 

  • 3

    Leggo per la prima volta, a ventinove anni, Piccole Donne. E fin dalle prime pagine mi rendo conto di essere fuori tempo massimo. Le avventure delle sorelle March sono leziose e la Alcott è fin troppo accorta nel guidare il lettore verso un mondo fatto di buoni sentimenti e moralità imperante, in ...continua

    Leggo per la prima volta, a ventinove anni, Piccole Donne. E fin dalle prime pagine mi rendo conto di essere fuori tempo massimo. Le avventure delle sorelle March sono leziose e la Alcott è fin troppo accorta nel guidare il lettore verso un mondo fatto di buoni sentimenti e moralità imperante, in cui le donne devono imparare a essere miti e operose, a correggere i lati impetuosi del proprio carattere e ambire ad essere amate e scelte come compagne di vita da un brav'uomo, perché questa è la sorte migliore che possa capitare. Tre stelline perché, comunque, è e resta uno dei capisaldi della letteratura per ragazzi e perché ho sempre avuto un debole per Jo.

    ha scritto il 

  • 4

    Un classico capolavoro da leggere e rileggere!
    Beth è la mia preferita ma anche quella scavezzacollo di Jo ha il suo perchè (e tutto sommato si può dire la vera protagonista del libro, quella che emerge di più)!
    Mi è piaciuto tantissimo!

    ha scritto il 

Ordina per