Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Piedi d'argilla

Di

Editore: Salani

4.3
(1012)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 346 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese , Ceco

Isbn-10: 8884515157 | Isbn-13: 9788884515155 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Antonella Pieretti

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Fiction & Literature , Humor , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Piedi d'argilla?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Chi è l'assassino che si aggira per Ankh-Morpork? E soprattutto perché non è munito di regolare licenza? È vero che nella più grande città di Mondo Disco è impossibile rompere le regole, perché non se ne trova più una intera, ma quando è troppo è troppo: un delitto compiuto fuori dall'orario di servizio, senza alcuna traccia se non curiosi resti di argilla bianca. Il valoroso capitano Vimes della Guardia Cittadina, ormai perennemente sobrio, felicemente sposato e costantemente occupato a scampare agli attentati della Gilda degli Assassini, è determinato a scoprire il colpevole e a fermarlo. Ma mentre lui e i suoi uomini (e i suoi troll, e i suoi lupi mannari e i suoi nani travestiti) vanno a caccia di indizi, una mano criminale (forse la stessa?) uccide un serio artigiano a colpi di pagnotta e avvelena lentamente ma inesorabilmente il Patrizio di Ankh-Morpork...

Il terzo volume dell'irresistibile serie della Guardia Cittadina; un magistrale romanzo d'avventura venato di thriller, in cui Terry Pratchett mostra l'altra faccia del fantasy: satirico, spietato ed esilarante.
Ordina per
  • 5

    Il mio preferito del ciclo delle guardie

    Bello. Bellissimo.
    Tutti dovrebbero leggerlo.
    Un vero e proprio romanzo di formazione di un Golem, di autoconsapevolezza della classe operaia/di schiavi.
    Bellissimo.

    Spoiler?
    Peccato per il mega spoiler in copertina!!!!!

    ha scritto il 

  • 2

    Non all'altezza

    Libro conclusivo della "Trilogia delle Guardie", piedi d'argilla ne risulta, a mio parere, il peggiore. La storia ha perso il guizzo ironico e l'umorismo dissacrante che caratterizza i romanzi di Terry Pratchett e arranca stancamente di pagina in pagina, mentre i personaggi appaiono come copie s ...continua

    Libro conclusivo della "Trilogia delle Guardie", piedi d'argilla ne risulta, a mio parere, il peggiore. La storia ha perso il guizzo ironico e l'umorismo dissacrante che caratterizza i romanzi di Terry Pratchett e arranca stancamente di pagina in pagina, mentre i personaggi appaiono come copie sbiadite rispetto alle loro precedenti apparizioni.
    L'ho messo da parte arrivato circa a metà, ma lo riprenderò più avanti.

    ha scritto il 

  • 4

    Come si può evincere dal titolo, la trama è incentrata sulla figura del golem che, in questo romanzo, è declinata come un essere di argilla animato da un rabbino tramite parole scritte su un foglio inserito all'interno della testa della creatura. Ritenuta una pratica contraria alla religione, non ...continua

    Come si può evincere dal titolo, la trama è incentrata sulla figura del golem che, in questo romanzo, è declinata come un essere di argilla animato da un rabbino tramite parole scritte su un foglio inserito all'interno della testa della creatura. Ritenuta una pratica contraria alla religione, non è più legale produrne di nuovi, ma quelli già in circolazione possono essere ancora utilizzati dai rispettivi padroni, così come possono essere venduti ed acquistati.

    Queste creature sono considerate nulla più che oggetti, quindi non hanno alcun diritto e sono adibiti ai lavori peggiori. Mi ricorda qualcosa, però non si tratta di golem. Comunque sia, avranno modo di riscattarsi.

    L'evento che turba più della normale soglia fisiologica la città di Ankh-Morpork è la serie di omicidi non autorizzati che avvengono in città ed il tentativo, più efficace del solito, di avvelenare il Patrizio, Lord Vetinari, figura chiave nel mantenimento di un equilibro perfetto in città tra criminalità smodata e delinquenza accettabile.

    Ad intervenire in questo scenario è la Guardia cittadina, guidata dal capitano Vimes e composta da nani, troll, lupi mannari, gargoyle, zombie e chi più ne ha più ne metta. Si ritrovano i personaggi dei libri precedenti, come il caporale Nobbs, il capitano Carota, l'agente Angua e fa la sua comparsa il nuovo arrivato, il nano Felice Culetto. Solo Pratchett può rendere divertente una storia basata su un corpo di sicurezza, che normalmente ha un ruolo meno che marginale in un romanzo "normale".

    Il bello dei romanzi di Terry Pratchett è che fanno ridere, ma nel contempo portano a riflettere sugli aspetti dell'animo umano. Si avverte spesso un retrogusto di tristezza e disillusione che li rende più profondi di quello che può sembrare ad un lettore sbadato.

    (http://www.jhack.it/blog/2013/11/09/piedi-dargilla/)

    ha scritto il 

  • 4

    Ank Morpork "realista"

    Antes de empezar con Pies de barro no tenía ni idea de qué personajes me iba a encontrar así que fue una agradable sorpresa tropezar con una historia de La Guardia, tal vez mis personajes favoritos de toda la saga Mundodisco. La trama, que gira alrededor de unos golems, un par de a ...continua

    Antes de empezar con Pies de barro no tenía ni idea de qué personajes me iba a encontrar así que fue una agradable sorpresa tropezar con una historia de La Guardia, tal vez mis personajes favoritos de toda la saga Mundodisco. La trama, que gira alrededor de unos golems, un par de asesinatos y la sospechosa enfermedad del Patricio, es muy entretenida. Es un poco más "del mundo real", si se permite calificar así a una historia que transcurre en Ank Morpork, en el sentido de que el desenlace no se basa en desórdenes cuánticos y alteraciones de la realidad, algo propio de los títulos protagonizados por los magos.

    Muy entretenido y recomendable, no te ríes demasiado pero pasas un buen rato sin duda.

    ha scritto il 

  • 3

    No es de los mejores de Terry Pratchett, desde luego.
    La verdad es que los libros sobre la Guardia me aburren un poco, hasta que han empezado a aparecer los vampiros en ellos.
    El mejor personaje de esta serie sobre la Guardia, Angua, sin duda. Me gustaría que el autor se centrara un p ...continua

    No es de los mejores de Terry Pratchett, desde luego.
    La verdad es que los libros sobre la Guardia me aburren un poco, hasta que han empezado a aparecer los vampiros en ellos.
    El mejor personaje de esta serie sobre la Guardia, Angua, sin duda. Me gustaría que el autor se centrara un poco más en ella y su vida antes de ingresar en el cuerpo.

    ha scritto il 

  • 3

    Questo nuovo romanzo della serie dedicata alle Guardie (e che viene dopo "A me le guardie!" e "uomini d'arme") mi ha lasciato l'amaro in bocca. Meno sentimenti (se non quelli di Vimes e Angua un po' più approfonditi), meno rapporti tra i protagonisti, e più azione... mi sembrava di leggere un gia ...continua

    Questo nuovo romanzo della serie dedicata alle Guardie (e che viene dopo "A me le guardie!" e "uomini d'arme") mi ha lasciato l'amaro in bocca. Meno sentimenti (se non quelli di Vimes e Angua un po' più approfonditi), meno rapporti tra i protagonisti, e più azione... mi sembrava di leggere un giallo poliziesco, con l'unica differenza dal genere che è ambientato in un mirabolante mondo fantasy.
    Non si possono non amare lo stile ironico e la fantasia scoppiettante dell'autore, però avrei preferito approfondisse i legami tra i personaggi, invece questo libro sembra un semplice passaggio fra il secondo e il prossimo romanzo!
    Scomparsa, praticamente, la lady Ramkin amante dei draghi, messa da parte la faccenda se Carota diventerà Re, però ci si affeziona al nuovo personaggio (Felice/Felicia) e al golem coraggioso... quindi un libro carino, ma speravo in qualcosa di più.

    ha scritto il 

  • 5

    E' incredibile quello che Pratchett riesce a infilare in un libro... E' un po' come il bagaglio di scuotivento, o il Tardis del dottor Who, o la borsa di Mary Poppins (deve essere una fissazione piuttosto british).
    Piedi d'argilla è così zeppo che in un qualsiasi altro universo sarebbe già ...continua

    E' incredibile quello che Pratchett riesce a infilare in un libro... E' un po' come il bagaglio di scuotivento, o il Tardis del dottor Who, o la borsa di Mary Poppins (deve essere una fissazione piuttosto british).
    Piedi d'argilla è così zeppo che in un qualsiasi altro universo sarebbe già esploso mandando a destra e sinistra pezzi di ironia e di fantasy, di analisi storica e sociale, di religione e di psicologia, come se fossero coriandoli a una festa. Fortunatamente in questo universo, chissà per quale ragione (probabilmente era una probabilità su un milione), La genialità di Sir Terry Pratchett riesce a stare compressa in poche centinaia di pagine per volta. Nessuna esplosione, o almeno, nessuna fuori dai nostri cervellini!

    ha scritto il 

  • 5

    Ripeto: Pratchet è l'unico autore, al momento, che mi fa ridere di gusto.
    Arrivato alle ultime pagine del romanzo però mi sono intristito perchè, appunto, stava terminando questo fantastico viaggio per la mente.
    Per fortuna il buon Terry è uno scrittore prolifico ed ho ancora parecchi ...continua

    Ripeto: Pratchet è l'unico autore, al momento, che mi fa ridere di gusto.
    Arrivato alle ultime pagine del romanzo però mi sono intristito perchè, appunto, stava terminando questo fantastico viaggio per la mente.
    Per fortuna il buon Terry è uno scrittore prolifico ed ho ancora parecchio da leggere della sua produzione.

    ha scritto il 

Ordina per