Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Pig Island

By

Publisher: Atlantic Monthly Press

3.0
(94)

Language:English | Number of Pages: 352 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Italian , German , French , Portuguese , Dutch

Isbn-10: 0871139529 | Isbn-13: 9780871139528 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Softcover and Stapled , Others , eBook , Audio CD

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like Pig Island ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 2

    Un ‪‎romanzo‬ demoniaco senza demonio. E senza tante altre cose.

    Sono incappato in questo romanzo per puro caso. Non conoscevo l’autrice e non avevo sostanzialmente idea di cosa trattasse: una delle mie trimestrali escursioni casuali nel mondo della letteratura. A differenza di quanto era successo per John Connolly però, l’azzardo non mi ha ripagato con una le ...continue

    Sono incappato in questo romanzo per puro caso. Non conoscevo l’autrice e non avevo sostanzialmente idea di cosa trattasse: una delle mie trimestrali escursioni casuali nel mondo della letteratura. A differenza di quanto era successo per John Connolly però, l’azzardo non mi ha ripagato con una lettura altrettanto piacevole. Joe Oeksy è un giornalista trentenne specializzato nello smascherare vicende sovrannaturali e quando viene invitato sull’Isola dei Porci (Pig Island, che dà il titolo originale al romanzo) per documentare la comparsa di un ominide biforme (con tanto di coda demoniaca), non crede alle sue orecchie. E’ infatti su quell’Isola che i membri del culto della guarigione psicogena si sono stabilizzati dopo che Malachi Dove, fondatore del gruppo e antica nemesi di Joe Oeksy, ha fatto perdere le sue tracce. Dall’arrivo sull’Isola iniziano a susseguirsi strani e misteriosi eventi che si svilupperanno in un’indagine serrata e in una battaglia a distanza tra Joe e il suo arcinemico Malachi. Partiamo con le note positive: il romanzo si legge comunque in fretta. Le prime cento pagine scorrono molto veloci e la scelta di scrivere in prima persona (che io in genere detesto) è interessante perché il personaggio di Joe funziona. Poi però le cose si complicano. Non ho, per esempio, capito la scelta dell’autrice di alternare il punto di vista di Joe con quello della moglie Alex e di farlo attraverso presunte lettere che la donna scrive al suo psicologo. Qui la sospensione di incredulità va a farsi benedire. Come lettere non sono credibili, per niente. E la donna, che scrive in prima persona, lo fa in modo troppo barocco e davvero poco realistico. Joe, a lungo andare, è un problema. Se inizialmente il suo odio per Malachi Dove è un motore sufficiente poi si comporta davvero in modo troppo stupido e irrazionale facendo esattamente tutto quello che non dovrebbe. In più la tensione narrativa portata avanti in modo egregio durante le prime pagine subisce continue aggressioni da parte dell’autrice tanto da rendere alcuni passaggi noiosi. Ultimo neo, il finale. Non tanto per il colpo di scena, quello è riuscito. Ma per il come ci si arriva: troppo in fretta, in modo troppo rapido e poco emozionale. Mo Hayder aveva una buonissima cartuccia che ha deciso di sparare senza prendere la mira e senza darsi il tempo di colpire al momento opportuno. Una chiusura così rapida è più tipica di un racconto breve con tutti i problemi di spazio che presenta ma nel momento in cui l’autrice scrive 250 pagine, è in debito con il lettore di una conclusione meno affrettata. Leggendo qua e là, mi par di capire che sia una delle opere meno riuscite della Hayder e questo depone a suo favore: la affronterò di nuovo andando a pescare i suoi pezzi migliori.

    said on 

  • 1

    Libro veramente scadente. Non merita proprio l'etichetta dell'horror, tutte quelle recensioni positive evidentemente sono solo a scopo di business, come sempre d'altronde. storia solo a tratti interessante, finale d'effetto ma non eccessivamente emozionante.

    said on 

  • 3

    My thoughts

    This was a very good thriller with lots of twists and turns. I liked the ways the characters interacted and I definitely did not expect the ending.

    said on 

  • 1

    La Hayder con questo libro è scesa di molto dal mio Olimpo personale degli scrittori. Dire che mi ha deluso è un pò limitatito. Storiella Horror/Splatter improbabile e senza anima. Bruttino! Mo Hayder non mi ha davvero convinto. Letto fino a metà, basta e avanza.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    divorato...

    con uno stile asciutto ed a piccoli passi la Hayder ci conduce in un crescendo di tensione ..in un vortice di sensazioni uditive visive olfattive ..per catapultarci poi stremati di fronte ad un finale che solo con il senno di poi potremmo prevedere..Joe ha non più in Malachi la sua nemesi ma nell ...continue

    con uno stile asciutto ed a piccoli passi la Hayder ci conduce in un crescendo di tensione ..in un vortice di sensazioni uditive visive olfattive ..per catapultarci poi stremati di fronte ad un finale che solo con il senno di poi potremmo prevedere..Joe ha non più in Malachi la sua nemesi ma nella discendenza di questi..e ciò che sembrava colpa diviene tentativo di protezione..l' adorazione perversa diviene un tentativo di salvezza..e ciò che sembra innocenza dileggiata si rivela nefandezza occultata.. unica piccola pecca per le quattro stelline..il finale sebbene non presto percepibile si chiude troppo presto ..senza spazzare via tutti i dubbi..ma lasciando con molto amaro in bocca e tanta tanta voglia di riscatto..

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    2

    Il libro è così così, alcune parti sembrano davvero noiose e interminabili; all'inizio c'è molta suspense, invece alla fine il racconto diventa quasi incomprensibile. Mi ha deluso il finale, sarebbe stato molto più bello se ci fosse stato uno scontro finale tra Joe e Malachi.

    said on 

  • 5

    Profoundly creepy!!! Gruesome and thrilling and chilling. There is nothing in this plot that I could guess beforehand. One of the two best Mo Hayder books (Devil of Nanking the other one).

    said on