Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Pippi Calzelunghe

Di

Editore: Salani

4.3
(1387)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 273 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Portoghese , Tedesco , Spagnolo , Francese , Svedese , Olandese

Isbn-10: 8862561008 | Isbn-13: 9788862561006 | Data di pubblicazione: 

Curatore: D. Ziliotto , Sanavio A. Palme ; Illustratore o Matitista: Nyman I. Vang

Disponibile anche come: Altri , Paperback , Copertina morbida e spillati , Tascabile economico

Genere: Children , Fiction & Literature , Humor

Ti piace Pippi Calzelunghe?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Un tempo avevo paura di rimanere in casa da sola, ma ora non più, perchè Pippi è con me" ha scritto Astrid Lindgren una bambina giapponese. Pippi Calzelunghe è infatti un libro conosciuto in tutto il mondo e tradotto in 54 lingue, di cui l'ultima dell'elenco è lo zulu. Anche voi troverete in Pippi una compagna forte, allegra, furba e ricchissima; vive sola a Villa Villacolle e non ha paura di niente: sta benissimo anche senza genitori, perchè così nessuno le dice quando è ora di andare a letto o le insegna le buone maniere, che non servono a nulla se non si è veramente generosi. E Pippi, appunto, lo è. Leggete le sue avventure e vi sentirete come lei, tanto forti da sollevare un cavallo.
Ordina per
  • 3

    «Indovinala, grillo!» esclamò Pippi. «Il giorno in cui mi capiteà di sentire che un bambino si rattrista all'idea di arrangiarsi da solo, senza l'intrusione dei grandi, giuro che imparerò l'intera tavola "piragotica" all'inverso!»

    Boken Om Pippi Langstrump, 1944

    ha scritto il 

  • 0

    un'amica senza età, come la mamma

    Avevo visto da bambina i telefilm in tv e mi erano piaciuti moderatamente forse perché ero già troppo grande per il genere, forse per l'ambiente nordico che mi stimolava poco la fantasia (mi ha sempre fatto quest'effetto il freddo) tuttavia serbavo per il simpatico sorriso di Pippi quell'affetto ...continua

    Avevo visto da bambina i telefilm in tv e mi erano piaciuti moderatamente forse perché ero già troppo grande per il genere, forse per l'ambiente nordico che mi stimolava poco la fantasia (mi ha sempre fatto quest'effetto il freddo) tuttavia serbavo per il simpatico sorriso di Pippi quell'affetto che si ha per le vecchie compagne di scuola di cui ci si domanda ogni tanto che faranno se avranno figli etc etc
    ora che l'ho letto posso dire che è l'autrice ha un grande valore a mio avviso e cioè quello di riuscire a vedere il mondo con occhi magici di bambina senza perdere l'arguzia scaltra che si acquista crescendo, così Pippi è per me una giovane mamma che guida i suoi figli a vivere il mondo con coraggio e allegria senza celarne i pericoli ma rendendoli forti della sua presenza rassicurante. chissà se sono riuscita ad assomigliarle un po' con la mia piccolina?

    ha scritto il 

  • 4

    LA BAMBINA PIù FORTE DEL MONDO FA COLPO

    é incredibile che questa BAMBINA ha tutto ma proprio tutto: forza, intelligenza e ricchezza, ma non ha dei genitori con cui stare.
    Non fatevi ingannare da quello che vi ho appena detto perchè è divertente e MOLTO PIACEVOLE DA LEGGERE!

    ha scritto il 

  • 4

    Un libro per bambini molto bello, insegna a non aver paura della solitudine e che la generosità è la ricetta per star bene e avere poi tanti amici. Anche chi si dimostra indipendente e sicuro di se, ha bisogni di amici veri.

    ha scritto il 

  • 3

    "Sai Tommy, per suonare un piano senza piano ci vuole un bell

    Quanto è lontana Pippi Calzelunghe dai nostri bambini iperprotetti?
    Non correre, non sudare, non ti sporcare, mangia più piano... aspetta, fermati, non ridere, fai il serio...
    Quanto spazio siamo disposti, noi adulti, a concedere ai nostri bambini affinché imparino a sperimentarsi e a ...continua

    Quanto è lontana Pippi Calzelunghe dai nostri bambini iperprotetti?
    Non correre, non sudare, non ti sporcare, mangia più piano... aspetta, fermati, non ridere, fai il serio...
    Quanto spazio siamo disposti, noi adulti, a concedere ai nostri bambini affinché imparino a sperimentarsi e a dialogare con la vera dimensione di loro stessi?
    Siamo in un'epoca diversa perché Pippi nasce in un contesto sociale restringente e bigotto e la sua irriverenza scaturisce semplicemente dal desiderio dell'autrice di libertà e di emancipazione da una società troppo pressante, tuttavia la storia della ragazzina dai capelli rossi può essere calata tranquillamente ai giorni nostri, in cui la tutela dell'infanzia, anziché consapevolizzare i fanciulli nell'esercizio dei loro diritti, ha finito per tarpargli le ali e per renderli dei soldatini dalle alte qualità prestazionali (i fanciulli di oggi hanno dimenticato il gioco del nascondino e della campana in virtù di eccellenti performance nel campo del nuoto, della danza ecc...). Il diritto al gioco e al tempo libero si sono trasformati nel bieco premio di consolazione per un alto voto scolastico!
    Per fortuna che Pippi c'è! Con la sua spontaneità, la sua allegria, la sua esuberanza... e ci aiuta ad immergerci in un mondo bello dove, a regnare, può solo la fantasia!
    E forse ha ragione la protagonista del racconto quando esclama: "Le persone grandi non si divertono mai; hanno solo molto da lavorare, degli abiti buffi, i calli e le tasse comunali. E poi sono pieni di superstizioni e di fisime: credono per esempio che succeda chissà cosa, magari di tagliarsi, se ci si infila il coltello in bocca."
    Pippi Calzelunghe è un libro che stranamente ho letto solamente da adulta (anche perché da piccola ero un bel po' pigra in fatto di lettura) e con piacere mi ha innescato nella memoria i dolci ricordi di un'infanzia trascorsa a giocare con gli amici giù nel cortile.
    Mi domando, sarà ancora possibile lasciare i nostri ragazzi in strada a compiere le mirabolanti avventure di Pippi? O ci resta da consolarci unicamente con la lettura di questo romanzo?

    ha scritto il 

Ordina per