Pista nera

Agenda Noir, 18

Voto medio di 1989
| 303 contributi totali di cui 288 recensioni , 13 citazioni , 0 immagini , 2 note , 0 video
Il vicequestore Rocco Schiavone svela i segreti che si nascondono sotto la neve e l'apparente quiete di Champoluc, in Val d’Aosta.
Vale
Ha scritto il 11/08/18
una conferma

Non delude l'ennesimo caso intricato che il Vicequestore Rocco Schiavone deve risolvere. Accompagnato sa "pittorechi" colleghi, in questo romanzo si inizia a delineare la complessa personalità dell'astuto protagonista.

giumork
Ha scritto il 09/08/18

giallo debole, protagonista bello forte...
un giallo e un noir insieme, mi sembra solo un po' acerbo... con tutta la carne al fuoco che mette Manzini, mi sembra che il libro sia fin troppo "corto".. che finisca di botto...

Pasquale Schiavone
Ha scritto il 24/07/18
Ho cominciato a leggere i lavori di Manzini solo per il cognome del protagonista, Rocco Schiavone. Non avevo alcun pregiudizio o aspettativa, il libro mi ha piacevolmente colpito. Il pregio principale sta nella caratterizzazione del protagonista, un...Continua
*Midori Kobayashi*
Ha scritto il 15/07/18
Colpo di fulmine
Reduce da un periodo di poche e apatiche letture, non esito a dire che Manzini e il suo vicequestore Rocco Schiavone sono stati per me un autentico colpo di fulmine. Al di là dei suoi modi tra il ruvido e l'arrogante, del suo sarcasmo, del suo guarda...Continua
Ettore
Ha scritto il 14/06/18
svelto

si legge bene, un po' di volgarità di troppo.


Timoria...
Ha scritto il Mar 27, 2017, 18:50
Ma uno si può arrendere?” Chiese Rocco al vetro della finestra che dava sulla strada. Fu invece Ugo a rispondergli. “Certo che può. Ma io preferisco combattere che consegnarmi prigioniero”.
PPP
Ha scritto il Nov 15, 2016, 04:30
C’era un poeta tedesco che diceva che il passato è un morto senza cadavere. Non è vero. Il passato è un morto il cui cadavere non la smette mai di venirti a trovare. Di notte, come di giorno. E la cosa ti fa pure piacere. Perché il giorno che il pass...Continua
ilgrandepier
Ha scritto il Nov 05, 2016, 08:56
Ogni volta che chiudeva un caso si sentiva sporco, lurido, bisognoso di una doccia o di un viaggio di un paio di giorni. Come se fosse lui l'assassino. (Lunedì, pos. 3682)
ilgrandepier
Ha scritto il Nov 05, 2016, 08:55
La vendetta non serve a niente. Meglio, serve solo a farti credere di aver aggiustato il mosaico. In realtà hai solo dato sfogo alla tua frustrazione. Comprensibile, ma sempre di frustrazione si tratta. Il problema però è che finché la vendetta non l...Continua
ilgrandepier
Ha scritto il Nov 05, 2016, 08:52
Il passato è un morto il cui cadavere non la smette mai di venirti a trovare. Di notte come di giorno. E la cosa ti fa pure piacere. Perché il giono che il passato non dovesse più farsi vivo a casa tua, significa che ne fai parte. Sei diventato passa...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Luigi Antonucci
Ha scritto il Mar 15, 2017, 08:03
Divertirsi nel leggere un libro poliziesco è veramente difficile. Questo ci è riuscito.
Clelia49
Ha scritto il Mar 17, 2015, 17:26

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi