Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Poesie

Gitanjali - Il giardiniere

Di

Editore: Newton Compton

4.1
(112)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 270 | Formato: Tascabile economico

Data di pubblicazione:  | Edizione 9

Traduttore: Girolamo Mancuso ; Prefazione: Alessandro Bausani

Disponibile anche come: Paperback , Altri

Ti piace Poesie?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    "IL" poeta

    "IL" poeta. O uno de "I" poeti per eccellenza. Nonostante l'estrazione culturale che potrebbe far pensare ad atteggiamenti classisti, ecco che compare invece la vita di tutti i giorni, il rapporto ...continua

    "IL" poeta. O uno de "I" poeti per eccellenza. Nonostante l'estrazione culturale che potrebbe far pensare ad atteggiamenti classisti, ecco che compare invece la vita di tutti i giorni, il rapporto con la spiritualità, il gusto delle cose semplici, l'importanza dell'attimo. Un poeta cinematografico, religioso, popolar ma profondo. Come un quadro di Hopper, come un fioretto di San Francesco, come il "da-sein" di Heidegger. Come tante cose fondanti.

    ha scritto il 

  • 5

    fa vibrare il cuore..

    ricordo che nel periodo in cui ri-leggevo questo libro, intorno ai 17-18 anni, sul pullman nel tragitto casa-scuola-casa, un giorno in classe l'insegnante di italiano disse qualcosa tipo "i libri di ...continua

    ricordo che nel periodo in cui ri-leggevo questo libro, intorno ai 17-18 anni, sul pullman nel tragitto casa-scuola-casa, un giorno in classe l'insegnante di italiano disse qualcosa tipo "i libri di poesie non vanno letti come se fossero un romanzo: basta leggere qualche poesia, le più importanti magari..." e mentre lei diceva così io restavo a bocca aperta (un po' delusa, anche, lo ammetto) e le mie compagne di classe si giravano a guardarmi sapendo che avevo da poco finito e stavo rileggendo una seconda volta proprio un libro di poesie!

    tagore fa vibrare il cuore e l'anima... emoziona...

    ha scritto il 

  • 2

    Poco nerbo, poco sangue e nervi. Non è un Milton né un Baudelaire né un Majakovskij. Non si sente un dramma vero, la poesia è leggera ed eterea (e forse anche intenzionalmente) ma non è il mio ...continua

    Poco nerbo, poco sangue e nervi. Non è un Milton né un Baudelaire né un Majakovskij. Non si sente un dramma vero, la poesia è leggera ed eterea (e forse anche intenzionalmente) ma non è il mio genere di poesia. Io ho bisogno di stillicidio spirituale, non di esercizio stilistico.

    ha scritto il 

  • 4

    Un'altra edizione. Generalmente non leggo i libri di poesie dalla prima all'ultima pagina. Non ho neppure alcuna competanza specifica per valutare la poesia, soprattutto se tradotta.

    Leggere ...continua

    Un'altra edizione. Generalmente non leggo i libri di poesie dalla prima all'ultima pagina. Non ho neppure alcuna competanza specifica per valutare la poesia, soprattutto se tradotta.

    Leggere qualche verso di Tagore è, in ogni caso, sempre un piacere.

    ha scritto il 

  • 4

    Generalmente non leggo i libri di poesie dalla prima all'ultima pagina. Non ho neppure alcuna competanza specifica per valutare la poesia, soprattutto se tradotta.

    Leggere qualche verso di Tagore ...continua

    Generalmente non leggo i libri di poesie dalla prima all'ultima pagina. Non ho neppure alcuna competanza specifica per valutare la poesia, soprattutto se tradotta.

    Leggere qualche verso di Tagore è, in ogni caso, sempre un piacere.

    ha scritto il 

  • 5

    Son passati quindi anni circa dall'ultima volta che l'ho letto e oggi come allora ho le stesse emozioni, lo stesso piacere nel rileggerlo. Tagore è capace di portarti in un luogo magico al di là di ...continua

    Son passati quindi anni circa dall'ultima volta che l'ho letto e oggi come allora ho le stesse emozioni, lo stesso piacere nel rileggerlo. Tagore è capace di portarti in un luogo magico al di là di ogni confine razionale spazio-temporale, ha un modo di parlare con l'anima raffinato e allo stesso tempo unico perché stimola le corde più o meno nascoste del nostro cuore. Assolutamente da leggere.

    ha scritto il 

  • 4

    "Non mi accorsi del momento in cui varcai per la prima volta la soglia di questa vita. Quale fu la potenza che mi schiuse in questo vasto mistero come sboccia un fiore in una foresta a ...continua

    "Non mi accorsi del momento in cui varcai per la prima volta la soglia di questa vita. Quale fu la potenza che mi schiuse in questo vasto mistero come sboccia un fiore in una foresta a mezzanotte? Quando al mattino guardai la luce, subito sentii che non ero uno straniero in questo mondo, che l'inscrutabile senza nome e forma mi aveva preso tra le sue braccia sotto l'aspetto di mia madre." Solo un esempio di poesie semplici che più leggi più ti lasciano una dolcezza,una calma che rasserena il cuore

    ha scritto il