Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Poesie

Lavorare stanca - Verrà la morte e avrà i tuoi occhi

By Cesare Pavese

(125)

| Hardcover

Like Poesie ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

10 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 4 people find this helpful

    Anche noi ci fermiamo a sentire la notte
    nell'istante che il vento è più nudo: le vie
    sono fredde di vento, ogni odore è caduto;
    le narici si levano verso le luci oscillanti.

    Abbiam tutti una casa che attende nel buio
    che torniamo: una donn
    ...(continue)

    Anche noi ci fermiamo a sentire la notte
    nell'istante che il vento è più nudo: le vie
    sono fredde di vento, ogni odore è caduto;
    le narici si levano verso le luci oscillanti.

    Abbiam tutti una casa che attende nel buio
    che torniamo: una donna ci attende nel buio
    stesa al sonno: la camera è calda di odori.
    Non sa nulla del vento la donna che dorme
    e respira; il tepore del corpo di lei
    è lo stesso del sangue che mormora in noi.

    Questo vento ci lava, che giunge dal fondo
    delle vie spalancate nel buio; le luci
    oscillanti e le nostre narici contratte
    si dibattono nude. Ogni odore è un ricordo.
    Da lontano nel buio sbucò questo vento
    che s'abbatte in città: giù per prati e colline,
    dove pure c'è un'erba che il sole ha scaldato
    e una terra sventrata che esala all'inverno
    il respiro del fondo. Si è spento ogni odore
    lungo il buio, e in città non ci giunge che il vento.

    Torneremo stanotte alla donna che dorme,
    con le dita gelate a cercare il suo corpo,
    e un calore ci scuoterà il sangue, un calore di terra
    annerita di umori: un respiro di vita.
    Anche lei si è scaldata nel sole e ora scopre
    nella sua nudità la sua vita più dolce,
    che nel giorno scompare, e ha sapore di terra.

    Is this helpful?

    ☺ Ale ☺ said on Nov 15, 2010 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Poesie molto malinconiche, versi lunghi e una musicalità fuori dal comune. Completano il tutto due piccoli saggi dell'autore riguardo alle poesie di "Lavorare stanca". Un must "Verrà la morte e avrà i tuoi occhi"

    Is this helpful?

    Roberto Rho said on Jun 9, 2010 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Mi sento troppo piccola e finita, esistenzialmente e letterariamente parlando, per poter commentare uno come Pavese. C'è solo da levarsi il cappello e fare l'inchino signori miei. Che qui non siamo di fronte a una raccolta di poesie, qui siamo davant ...(continue)

    Mi sento troppo piccola e finita, esistenzialmente e letterariamente parlando, per poter commentare uno come Pavese. C'è solo da levarsi il cappello e fare l'inchino signori miei. Che qui non siamo di fronte a una raccolta di poesie, qui siamo davanti a "LA POESIA". E non quella fatta, scritta, pronta, ma quella che trasuda tra riga e riga, che si apre oltre il segno grafico e la comprensione immediata, quella che si fa leggere oltre quello che segui con gli occhi...quella che ti racconta pure quello che non c'è scritto.

    Is this helpful?

    GattaFiore said on Jun 25, 2009 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Versi immortali sullo strazio di un' anima inquieta e al tempo stesso rassegnata. Ogni volta che leggo "Verrà la morte e avrà i tuoi occhi" è come se rinnovassi un antico, sconsolato dolore

    Is this helpful?

    Pennadoro said on May 4, 2009 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (125)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
  • Hardcover 180 Pages
  • ISBN-10: A000015985
  • Publisher: Giulio Einaudi (NUE)
  • Publish date: 1961-12-20
  • Also available as: Paperback , Others
Improve_data of this book