Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Poesie

Di ,

Editore: Bompiani

4.1
(77)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 221 | Formato: Paperback

Isbn-10: A000033003 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Altri

Genere: Fiction & Literature

Ti piace Poesie?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Last night I drove a car

    Ieri notte ho guidato un auto
    non sapendo guidare
    non possedendo un'auto
    Ho guidato e ho investito
    persone che amavo
    ... ho traversato una città a 190.

    Mi sono fermato a Hedgeville
    e ho dormito di dietro sul sedile
    ... eccitato per la mia nuova vit ...continua

    Ieri notte ho guidato un auto
    non sapendo guidare
    non possedendo un'auto
    Ho guidato e ho investito
    persone che amavo
    ... ho traversato una città a 190.

    Mi sono fermato a Hedgeville
    e ho dormito di dietro sul sedile
    ... eccitato per la mia nuova vita.

    ha scritto il 

  • 4

    "ti ci volevano quattro litri di whisky al giorno per reggere di quell'america lo sguardo vitreo",sulla morte di jack kerouac.
    che mi pare un verso notevole, che spazza via, ad esempio, le puttanate sul successo:nei libri di kerouac si vede che si spendeva ciò che aveva in tasca, e prima de ...continua

    "ti ci volevano quattro litri di whisky al giorno per reggere di quell'america lo sguardo vitreo",sulla morte di jack kerouac.
    che mi pare un verso notevole, che spazza via, ad esempio, le puttanate sul successo:nei libri di kerouac si vede che si spendeva ciò che aveva in tasca, e prima del successo non si sarebbe potuto permettere 4 litri al giorno, è molto semplice.

    ha scritto il 

  • 3

    Poeta della beat generation.
    « Beat è il viaggio dantesco, il beat è Cristo, il beat è Ivan, il beat è qualunque uomo, qualunque uomo che rompa il sentiero stabilito per seguire il sentiero destinato »

    ha scritto il 

  • 4

    A volte lo leggevo è pensavo "Era un uomo un po' perso, Corso". Ed è vero.
    Perso dentro, perso fuori, perso nelle parole e così ha perso i punti, le pause, le paure che a poco a poco riponeva nelle pagine in cui scriveva.
    Corso parla dell'america, parla dell'amore, parla della libertà e ...continua

    A volte lo leggevo è pensavo "Era un uomo un po' perso, Corso". Ed è vero.
    Perso dentro, perso fuori, perso nelle parole e così ha perso i punti, le pause, le paure che a poco a poco riponeva nelle pagine in cui scriveva.
    Corso parla dell'america, parla dell'amore, parla della libertà e parla si se. Pretende più di Kerouac e qualunque altro Beat presente in giro. Non lo si può negare.
    Pretende l'attenzione. Pretende che lo si studi. Pretende la non-superficialità. Ma, questo, da chiunque che sia veramente disposto a capire lui e quello che vuol dire.

    A me ogni poesia è piaciuta.
    Mi ha sommersa.

    ha scritto il