Poesie

La grande poesia, 3

Voto medio di 139
| 20 contributi totali di cui 16 recensioni , 4 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
«Non ho ritratti recenti, ma sono piccola come lo scricciolo, ho i capelli arditi come il riccio della castagna, e gli occhi hanno il colore dello sherry che l’ospite lascia in fondo al bicchiere.» Così Emily Dickinson (1830-1886) tracciava, in una l ...Continua
Evi *
Ha scritto il 02/07/16
Era un sabato mattino che succedeva ad una notte quasi insonne e affollata di problemi in forma di mostri invincibili, il mattino, già di per sé, con la sua alba dalle dita rosate, rischiara il nero della notte, ma può molto anche la lettura in pu...Continua
Andùril
Ha scritto il 14/02/13
(611) Ti vedo meglio al buio, non mi occorre altra luce: l’amore è per me un prisma che supera il violetto. Ti vedo meglio per gli anni che s’inarcano in mezzo. Al minatore basta la sua lampada per annullare la miniera. E ti vedo ancor meglio n...Continua
Gwen
Ha scritto il 21/01/11
I versi di Emily Dickinson, anche se semplici e delicati, delineano un carattere deciso e fermo. Bevvi una sola sorsata di vita. Vi dirò quanto la pagai: precisamente un'esistenza. E' questo il prezzo sul mercato, dicono. Mi pesarono granello per gra...Continua
Debora
Ha scritto il 27/07/10

Emily Dickinson è senza dubbio una delle più grandi poetesse di tutti i tempi!

sere_intothejungle
Ha scritto il 26/06/10
Fai ch'io per te sia l'estate quando saranno fuggiti i giorni estivi! la tua musica quando il fanello tacerà e il pettirosso! .............................. Ha una solitudine lo spazio, solitudine il mare e solitudine la morte- eppure tutte queste so...Continua

michela
Ha scritto il Dec 08, 2009, 20:54
Soppravvissi,non so come ,alla notte, entrai nel giorno;per essere salvi,basta essere salvi, senz'altra formula. Da allora prendo il mio postotra i vivi come chi ,commutata la sua pena è candidato alla grazia dell'alba- ma la sua vera dimora è...Continua
Pag. 247
michela
Ha scritto il Dec 08, 2009, 20:50
Tutti coloro che perdiamo qualcosa ci tolgono; resta ancora uno spicchio sottile, che come luna,qualche torbida notte,obbedirà al richiamo delle maree.
Pag. 281
michela
Ha scritto il Dec 08, 2009, 20:48
Da un asse all'altra avanzavo così lenta ,prudente. Sentivo le stelle sul capo, esotto i piedi il mare. Questo solo sapevo:unaltro passo poteva essere l'ultimo. Ed avevoquell'andatura incerta che chiamano esperienza.
Pag. 195
michela
Ha scritto il Dec 08, 2009, 20:46
il presagio è quell'ombra che si allunga sul prato, indice di tramonti, ad avvertire l'erba sbigottita che su lei presto scenderà la notte.
Pag. 173

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi