Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Poesie zen

Di

Editore: Newton Compton (Grandi tascabili economici; 150)

3.8
(50)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 128 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8879838520 | Isbn-13: 9788879838528 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Adriana Gallo Ziffer ; Curatore: Lucien Stryk , Takaschi Ikemoto

Genere: Fiction & Literature

Ti piace Poesie zen?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    Primavera
    "la primavera cent'anni fa
    era molto calda: è nel mio
    palmo, tanta vita, tanta gaiezza.

    Il futuro è un uccello che sfreccia
    senza scopo, il passato è feccia -
    ogni cosa è qui, ora.

    Pensiero che sprigiona pensiero
    che sprigiona pensiero: pr
    ...continua

    Primavera
    "la primavera cent'anni fa
    era molto calda: è nel mio
    palmo, tanta vita, tanta gaiezza.

    Il futuro è un uccello che sfreccia
    senza scopo, il passato è feccia -
    ogni cosa è qui, ora.

    Pensiero che sprigiona pensiero
    che sprigiona pensiero: promontori
    inghiottiti dal tempo, lo sperone delle maree.

    Rocce che sorgono, rocce che sprofondano.
    Non c'è spazio, ciò che fu non esiste,
    fra cent'anni da ora
    la primavera sarà di nuovo calda."

    ha scritto il 

  • 4

    Questo mondo
    come una goccia di rugiada
    E' forse solo
    una goccia di rugiada
    Eppure.. Eppure..

    Un vecchio stagno
    vi salta una rana
    il suono dell' acqua

    In un tramonto rosso e oro
    acucciato sulla sponda di un acquitrino
    ho visto quella rana
    ...continua

    Questo mondo
    come una goccia di rugiada
    E' forse solo
    una goccia di rugiada
    Eppure.. Eppure..

    Un vecchio stagno
    vi salta una rana
    il suono dell' acqua

    In un tramonto rosso e oro
    acucciato sulla sponda di un acquitrino
    ho visto quella rana
    ho sentito quel suono
    ma non erano nuovi
    erano tutte le rane dall' inizio del mondo
    e tutti i cerchi nell' acqua
    e tutti i tramonti
    e i tepori e le sabbie umide della riva

    ha scritto il