Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Poirot a Styles Court

Di

Editore: Mondadori (Oscar scrittori moderni. Narrativa, 1499)

4.0
(2618)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 207 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Chi semplificata , Tedesco , Spagnolo , Francese , Ceco , Olandese

Isbn-10: 8804508558 | Isbn-13: 9788804508557 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Diana Fonticoli ; Prefazione: Julian Symons

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri , Paperback , eBook

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Poirot a Styles Court?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Mon ami!

    "Parola mia" mormorò "lei è un fenomeno, signor Poirot!"


    Sono cresciuta guardando Poirot in televisione, per questo ho approcciato il primo romanzo della Christie in maniera abbastanza sicura: conosco il detective a memoria ed ero certa che, utilizzando le mie celluline grigie, sare ...continua

    "Parola mia" mormorò "lei è un fenomeno, signor Poirot!"

    Sono cresciuta guardando Poirot in televisione, per questo ho approcciato il primo romanzo della Christie in maniera abbastanza sicura: conosco il detective a memoria ed ero certa che, utilizzando le mie celluline grigie, sarei riuscita a risolvere il caso prima dell'ultimo capitolo.
    Non ci sono riuscita.
    Questa opera prima è fresca e scorrevole e, sullo sfondo di un delitto ben congeniato che ti tiene attaccato alle pagine, delinea alla perfezione il personaggio di Hercule Poirot, così come quello del suo amico Hastings.

    ha scritto il 

  • 0

    poirot a styles court

    questo libro mi è piaciuto molto per vari motivi:
    -è molto avvincente, c'è suspense, c'è sempre la voglia di continuarlo a leggere anche se la trama non va avanti velocissima.
    -un altro motivo è perchè mi piace il modo investigativo di poirot, ossia questa grande attenzione e astuzia ...continua

    questo libro mi è piaciuto molto per vari motivi:
    -è molto avvincente, c'è suspense, c'è sempre la voglia di continuarlo a leggere anche se la trama non va avanti velocissima.
    -un altro motivo è perchè mi piace il modo investigativo di poirot, ossia questa grande attenzione e astuzia che lui impiega nelle indagini quasi come se fosse una religione da professare.
    invito chiunque a leggere questo libro...merita!!!

    ha scritto il 

  • 4

    Ho deciso di abbandonare Miss Marple e gettarmi su Poirot e devo dire che ne sono rimasta piacevolmente colpita. Poirot, a differenza di Miss Marple, partecipa alle indagini, c'è in prima persona.

    ha scritto il 

  • 3

    Estupendo libro de Agatha Christie con mi personaje detectivesco favorito: Hércules Poirot. Como todos sus libros, está muy bien estructurado y poco a poco se van encajando las piezas hasta el giro final, que es poco menos curioso.
    Si eres un fanátic@ de esta escritora o de las novelas de m ...continua

    Estupendo libro de Agatha Christie con mi personaje detectivesco favorito: Hércules Poirot. Como todos sus libros, está muy bien estructurado y poco a poco se van encajando las piezas hasta el giro final, que es poco menos curioso.
    Si eres un fanátic@ de esta escritora o de las novelas de misterio, no puedes dejar de leerlo.

    ha scritto il 

  • 4

    Carinissimo!
    Prima avventura del mio amato Poirot.

    Hastings la nostra voce narrante, viene invitato a trascorrere il suo congedo a Styles Court casa del suo amico Cavendish. Qui fa al conoscenza della famiglia..e incontra in paese il suo vecchio amico Poirot poliziotto belga in pensi ...continua

    Carinissimo!
    Prima avventura del mio amato Poirot.

    Hastings la nostra voce narrante, viene invitato a trascorrere il suo congedo a Styles Court casa del suo amico Cavendish. Qui fa al conoscenza della famiglia..e incontra in paese il suo vecchio amico Poirot poliziotto belga in pensione.
    Ovviamente c'è un omicidio (la madre del suo amico di cui è ospite) e così chiede a Poirot di indagare.

    Scrittura semplice, senza troppi fronzoli, diretta, piena di dettagli che sembrano insignificanti..ma poi.

    Agatha sempre la migliore, almeno per me.

    ha scritto il 

  • 5

    I romanzi di Agatha Christie sono una passione di mia madre, ne ho sempre avuti mille in casa e credevo di averli letti più o meno tutti (perlomeno quelli con Poirot e Miss Marple).
    Invece — a parte che dovrei rileggerli (e pian pianino lo farò) — qualcuno mi mancava proprio, e nello specif ...continua

    I romanzi di Agatha Christie sono una passione di mia madre, ne ho sempre avuti mille in casa e credevo di averli letti più o meno tutti (perlomeno quelli con Poirot e Miss Marple).
    Invece — a parte che dovrei rileggerli (e pian pianino lo farò) — qualcuno mi mancava proprio, e nello specifico mi mancava questo, che non è uno dei tanti, bensì il primo romanzo con Hercule Poirot e in assoluto il primo romanzo di Agatha Christie.
    Pubblicato dopo la Prima Guerra Mondiale (nel '20), in realtà risale a quattro anni prima, quando, per scommessa con la sorella, la futura regina del giallo (all'epoca giovane sposina col marito al fronte e infermiera all'ospedale di Torquay) buttò giù una storia intricata e perfetta, ambientata in quei giorni in una villa di campagna nell'Essex (la Styles Court del titolo).
    L'anziana padrona di casa una notte viene avvelenata e tutti subito pensano che il colpevole sia il neomarito, di vent'anni più giovane. Però anche i due figliastri (figli del primo marito, ma che la donna ha allevato sin da piccoli come fossero suoi) avrebbero avuto dei buoni motivi (economici) per farla fuori. O ancora l'assassino potrebbe essere un altro degli ospiti della villa... Insomma, si brancola nel buio.
    Ma il caso vuole che in zona alloggi un ex ispettore di polizia belga, rifugiatosi in Inghilterra dopo l'invasione del suo paese da parte della Germania (nel 1914). Sarà lui a sbrogliare la matassa e a rivelare l'identità del colpevole, che a dire il vero scopre abbastanza presto, ma non può farne il nome perché gli manca la prova per inchiodarlo, o, come dice lui, "l'ultimo anello della catena".
    Fondamentale sarà inoltre il contributo inconsapevole dell'ingenuo capitano Hastings (che della vicenda è anche il narratore), trentenne reduce di guerra in convalescenza e, soprattutto, vecchio amico di Poirot: nonostante ce la metta tutta i suoi ragionamenti non sono quasi mai esatti, ma ogni tanto dice qualcosa che accende una lampadina nella mente dell'investigatore.
    Tra l'altro gli scambi Poirot-Hastings sono la parte più divertente del romanzo. Il povero capitano viene spesso preso in giro, seppure bonariamente, dall'amico, e noi che leggiamo siamo portati a ridere di lui, della sua scarsa capacità di ragionamento, della comicità di quando si offende o di quando pensa di avere capito tutto e che Poirot invece ormai stia perdendo colpi.
    Eppure Hastings siamo noi, che crediamo a ogni falsa pista e arriviamo alla fine avendo via via ritenuto colpevoli praticamente tutti i personaggi del libro (e ciononostante ci diamo un sacco di arie), e la Christie è geniale perché ci mette in ridicolo (anche qui bonariamente, s'intende) senza che ce ne accorgiamo.
    Logicamente 5 étoiles.

    ha scritto il 

  • 4

    La lettura di questo romanzo mi ha divertita moltissimo ed è stata la mia ancora di salvezza in un periodo buio per le mie letture: mi ha fatto tornare la voglia di leggere. In più mi ha fatto conoscere Hercule Poirot, un personaggio che già so amerò moltissimo, forse anche più di Miss Murple la ...continua

    La lettura di questo romanzo mi ha divertita moltissimo ed è stata la mia ancora di salvezza in un periodo buio per le mie letture: mi ha fatto tornare la voglia di leggere. In più mi ha fatto conoscere Hercule Poirot, un personaggio che già so amerò moltissimo, forse anche più di Miss Murple la cui prima avventura, "La morte del villaggio", non è stata così perfetta quanto questa. Sfido chiunque ad aver indovinato il colpevole, e soprattutto con le giuste motivazioni: non è semplicemente possibile perché l'abilità della Christie di depistare noi lettori con indizi che sembrano dire qualcosa mentre in realtà significano tutt'altro è incredibile.

    ha scritto il 

  • 2

    Anche se geniale Poirot mi sta antipatico...

    Carina la storia, mi pare sia la prima che ha scritto in assoluto la Christie, e l'ambientazione... Come al solito la genialità dell'investigatore belga mi ha gabbata e non sono riuscita ad individuare il colpevole. Ma Poirot è prima di tutto un saccente, dal mio punto di vista. E non sopporto qu ...continua

    Carina la storia, mi pare sia la prima che ha scritto in assoluto la Christie, e l'ambientazione... Come al solito la genialità dell'investigatore belga mi ha gabbata e non sono riuscita ad individuare il colpevole. Ma Poirot è prima di tutto un saccente, dal mio punto di vista. E non sopporto questo suo modo di essere!! Preferisco di gran lunga il buon Maigret di Simenon...

    ha scritto il 

Ordina per