Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Poirot e la strage degli innocenti

Di

Editore: Hachette (I grandi gialli di Agatha Christie)

3.7
(865)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 222 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Tedesco , Portoghese , Greco , Olandese

Data di pubblicazione: 

Traduttore: Tina Honsel

Disponibile anche come: Altri , Paperback , Tascabile economico

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Poirot e la strage degli innocenti?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    A pleasant read. However, I found some of the underlying motivations for the murder unconvincing.
    I was surprised by the frequent comments, made by different characters, on how much times have changed ...continua

    A pleasant read. However, I found some of the underlying motivations for the murder unconvincing.
    I was surprised by the frequent comments, made by different characters, on how much times have changed - an increase in children murders, a more violent society, sex are all mentioned. A very different atmosphere from the other Christie books I've read. The author was clearly aging, and starting to feel disconnected from the world she lived in - as if she could not grasp it completely anymore.

    ha scritto il 

  • 4

    Hallowe'en Party (1969)

    Halloween, la notte delle streghe. L'anno è il 1969. Per Michael Myers dobbiamo aspettare ancora una decina d'anni. Siamo in piena contestazione, però. Dame Agatha la relega sullo sfondo, ma non la ig ...continua

    Halloween, la notte delle streghe. L'anno è il 1969. Per Michael Myers dobbiamo aspettare ancora una decina d'anni. Siamo in piena contestazione, però. Dame Agatha la relega sullo sfondo, ma non la ignora del tutto. E nell'immutabile campagna inglese della Christie anche i delitti si fanno più brutali, seppur presentati con il solito garbo. Poirot è invecchiato, la Christie non perde occasione per metterlo in ridicolo nele sue strette scarpe di vernice poco adatte alla campagna, gli affianca il proprio alter ego Ariadne Oliver e orchestra un delitto che sembra o che si spera che sia opera di un maniaco, perchè la vittima è una ragazzina. Il romanzo fa parte dell'ultima produzione della Signora del Delitto, ma questo Poirot dimostra che Dame Agatha non è invecchiata male. Il motivo dell'acqua, che condurrà l'investigatore belga alla scoperta dell'assassino, offre un classico esempio di depistaggio degno della fama dell'autrice.

    ha scritto il 

  • 2

    Contortissimo e stranamente sottotono...persino lo stile della Christie - di solito se non altro piacevole - sembra latitare.
    Uno degli episodi più deboli della 'serie' Poirot, a mio modesto avviso. ...continua

    Contortissimo e stranamente sottotono...persino lo stile della Christie - di solito se non altro piacevole - sembra latitare.
    Uno degli episodi più deboli della 'serie' Poirot, a mio modesto avviso.

    ha scritto il 

  • 2

    Mah... che noia Poirot in questo libro! :( Non succede praticamente mai nulla e il mistero non è poi così fitto come vuol sembrare perchè si capiva fin dall'inizio chi era il colpevole...

    ha scritto il 

  • 4

    Si finisce sempre per tornare alle mele .

    Un caso per un Poirot annoiato. Contattato da una sua amica scrittrice, il geniale ispettore belga, sarà occupato a risolvere il mistero della morte di una ragazza durante un gioco con le mele. Altre ...continua

    Un caso per un Poirot annoiato. Contattato da una sua amica scrittrice, il geniale ispettore belga, sarà occupato a risolvere il mistero della morte di una ragazza durante un gioco con le mele. Altre morti sospette si aggirano nel piccolo paesino. Delitti a se o ... ?
    Ancora una volta cara signora Christie, non mi ha deluso!

    ha scritto il