Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Poirot e la strage degli innocenti

Di

Editore: Hachette (I grandi gialli di Agatha Christie)

3.7
(843)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 222 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Tedesco , Portoghese , Greco , Olandese

Data di pubblicazione: 

Traduttore: Tina Honsel

Disponibile anche come: Altri , Paperback , Tascabile economico

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Poirot e la strage degli innocenti?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Hallowe'en Party (1969)

    Halloween, la notte delle streghe. L'anno è il 1969. Per Michael Myers dobbiamo aspettare ancora una decina d'anni. Siamo in piena contestazione, però. Dame Agatha la relega sullo sfondo, ma non la ignora del tutto. E nell'immutabile campagna inglese della Christie anche i delitti si fanno più br ...continua

    Halloween, la notte delle streghe. L'anno è il 1969. Per Michael Myers dobbiamo aspettare ancora una decina d'anni. Siamo in piena contestazione, però. Dame Agatha la relega sullo sfondo, ma non la ignora del tutto. E nell'immutabile campagna inglese della Christie anche i delitti si fanno più brutali, seppur presentati con il solito garbo. Poirot è invecchiato, la Christie non perde occasione per metterlo in ridicolo nele sue strette scarpe di vernice poco adatte alla campagna, gli affianca il proprio alter ego Ariadne Oliver e orchestra un delitto che sembra o che si spera che sia opera di un maniaco, perchè la vittima è una ragazzina. Il romanzo fa parte dell'ultima produzione della Signora del Delitto, ma questo Poirot dimostra che Dame Agatha non è invecchiata male. Il motivo dell'acqua, che condurrà l'investigatore belga alla scoperta dell'assassino, offre un classico esempio di depistaggio degno della fama dell'autrice.

    ha scritto il 

  • 2

    Contortissimo e stranamente sottotono...persino lo stile della Christie - di solito se non altro piacevole - sembra latitare. Uno degli episodi più deboli della 'serie' Poirot, a mio modesto avviso.

    ha scritto il 

  • 2

    Mah... che noia Poirot in questo libro! :( Non succede praticamente mai nulla e il mistero non è poi così fitto come vuol sembrare perchè si capiva fin dall'inizio chi era il colpevole...

    ha scritto il 

  • 4

    Si finisce sempre per tornare alle mele .

    Un caso per un Poirot annoiato. Contattato da una sua amica scrittrice, il geniale ispettore belga, sarà occupato a risolvere il mistero della morte di una ragazza durante un gioco con le mele. Altre morti sospette si aggirano nel piccolo paesino. Delitti a se o ... ?
    Ancora una volta cara signo ...continua

    Un caso per un Poirot annoiato. Contattato da una sua amica scrittrice, il geniale ispettore belga, sarà occupato a risolvere il mistero della morte di una ragazza durante un gioco con le mele. Altre morti sospette si aggirano nel piccolo paesino. Delitti a se o ... ? Ancora una volta cara signora Christie, non mi ha deluso!

    ha scritto il 

  • 2

    Intreccio debole. Pathos inesistente.

    Questo libro mi ha lasciato davvero l'amaro in bocca. Mi aspettavo un giallo classico, raffinato e che mi tenesse incollato fino all'ultima pagina.
    Niente. Di questo libro non mi ha convinto niente. Non mi ha convinto il movente, né tanto meno come Poirot sia arrivato alla conclusione.
    Interi p ...continua

    Questo libro mi ha lasciato davvero l'amaro in bocca. Mi aspettavo un giallo classico, raffinato e che mi tenesse incollato fino all'ultima pagina. Niente. Di questo libro non mi ha convinto niente. Non mi ha convinto il movente, né tanto meno come Poirot sia arrivato alla conclusione. Interi paragrafi inutili, che rallentano il dipanarsi della storia e allentano la poca (diciamo inesistente) tensione. Conversazioni fuori luogo, di cui non se ne capisce il senso, se non riempire le pagine. Interessanti le descrizioni del giardino e della figura del giardiniere. Dopo 10 piccoli indiani è stato un brutto colpo.

    ha scritto il 

  • 3

    En mi opinión, muy por debajo del nivel al que me tiene acostumbrada Agatha Christie. Le falta la tensión característica de sus novelas, ni siquiera un segundo asesinato lo ha recuperado, y he descubierto quién era el asesino cincuenta páginas antes del final, cosa que nunca me había pasado. Adem ...continua

    En mi opinión, muy por debajo del nivel al que me tiene acostumbrada Agatha Christie. Le falta la tensión característica de sus novelas, ni siquiera un segundo asesinato lo ha recuperado, y he descubierto quién era el asesino cincuenta páginas antes del final, cosa que nunca me había pasado. Además, la época (finales de los sesenta) no ayuda al clímax, ni tampoco la (negativa) opinión que expone la señora Christie sobre los tiempos. Drogas, sexo y rock n' roll, no hacen buena pareja con Agatha Christie. El final sí es digno de la reina del crimen, sin embargo, no sirve para salvar el libro.

    ha scritto il