Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Politicamente scorretto

Di

Editore: Sperling & Kupfer

3.9
(81)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 502 | Formato: Altri

Isbn-10: 8820042037 | Isbn-13: 9788820042035 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Non-fiction , Political

Ti piace Politicamente scorretto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Il filo rosso che lega fra di loro gli articoli raccolti in questo volume è ladifficoltà di informare per i giornalisti che possiedono l'orgoglio delproprio mestiere nel far conoscere notizie considerate scabrose e analizzarlesecondo dati certi. È la difficoltà di esercitare il diritto all'informazioneda parte di chi non è disposto ad accettare pedestremente la visione del mondospesso imposta, proprio attraverso i media, dai poteri economici e politici.Da dieci anni Gianni Minà, non trovando più spazio nella televisione, conduceattraverso i film documentari e la carta stampata la sua battaglia digiornalista fuori dal coro, stigmatizzando interventi approssimativi, ambiguio reticenti e smentendo le versioni ufficiali con la forza indiscutibile deifatti. Gli interventi raccolti in questo libro costituiscono un esercizio dicontroinformazione sugli avvenimenti più diversi e controversi del nostrotempo: dall'incontro con il subcomandante Marcos alla cronaca dellarepressione messa in atto da un segmento delle nostre forze dell'ordine al G8di Genova nel 2001; dalle ipotesi sui meccanismi che hanno favorito gliattentati dell'11 settembre, alle rivelazioni del diplomatico Usa Wayne Smithsulla ripresa delle relazioni con Cuba che il presidente Jimmy Carter stavaper firmare se non avesse perso le elezioni contro Ronald Reagan. Osservazionispesso provocatorie, ma comprovate e mai smentite, che costituiscono unostrumento per comporre un quadro lucido del nostro tempo.
Ordina per
  • 5

    Giornalismo vero

    Le inchieste di Gianni Minà, un giornalista vero, che non ha paura di fare il suo lavoro pur andando contro i piani alti. La sua onestà intelluttale ed il suo coraggio di cronaca, dovrebbero essere ...continua

    Le inchieste di Gianni Minà, un giornalista vero, che non ha paura di fare il suo lavoro pur andando contro i piani alti. La sua onestà intelluttale ed il suo coraggio di cronaca, dovrebbero essere un esempio per le nuove generazioni che vogliono intrapendere la strada della carta stampata. La politica ed il giornalismo come non si vedono più oggi in Italia. Un libro consigliato a chi ha fame di verità.

    ha scritto il 

  • 3

    Repetita iuvant!

    E' stata dura ma ce l'ho (quasi) fatta a finirlo. Perché questo libro, che raccoglie una serie di articoli pubblicati dall'autore su vari giornali/riviste, propone quegli argomenti che appassionano ...continua

    E' stata dura ma ce l'ho (quasi) fatta a finirlo. Perché questo libro, che raccoglie una serie di articoli pubblicati dall'autore su vari giornali/riviste, propone quegli argomenti che appassionano l'autore e che sono riproposti molteplici volte nel corso delle 500 pagine. Pur riconoscendogli il merito di avermi fatto conoscere fatti per me nuovi (e questo è il merito del libro e la ragione delle 3 stellucce), il fatto di ritrovarli ripetuti più e più volte ha reso la lettura spesso scontata e noiosa. Forse lo stesso messaggio sarebbe potuto arrivare con 200 pagine in meno.

    ha scritto il 

  • 4

    Io non mi voglio accontentare. Voglio sapere cosa succede realmente nel mondo e quindi devo leggere libri come questo di Minà, anche a costo di stare male. Sì, leggerlo mi ha fatto male, come tutti ...continua

    Io non mi voglio accontentare. Voglio sapere cosa succede realmente nel mondo e quindi devo leggere libri come questo di Minà, anche a costo di stare male. Sì, leggerlo mi ha fatto male, come tutti gli altri libri o articoli che illustrano il mondo (vicino e lontano) come realmente è e non come vorrebbero fosse le classi politiche dominanti e i cosiddetti "giornalisti" a loro compiacenti. Si tratta di una raccolta di articoli che mettono in luce soprattutto la situazione dell'America latina e di Cuba come è realmente e non come viene dipinta dalla maggioranza dei media occidentali. Minà è stato veramente nei luoghi che prova a descriverci e a spiegarci, conosce davvero le persone di cui parla e a cui chiede informazioni ed il ritratto che ne esce è quello di un continente che prova a fatica a liberarsi di decenni di neoliberismo imposto da Washington a quello che, non si sa con quale titolo, considera il suo "giardino di casa". Molti degli articoli riprendono in parte gli stessi argomenti, ma credo che questo possa essere anche un punto forte del libro perchè sono fatti ingiustamente poco sottolineati dalla nostra "informazione democratica" e credo sia giusto che ci vengano ricordati più volte per renderci conto di quello che sta succedendo.

    ha scritto il 

  • 4

    Caro Gianni, è vero che il capitalismo, l'America, l'Europa hanno fatto tante cose brutte, è vero che la rivoluzione cubana prometteva tante cose belle e che è stata una alternativa, ma secondo me ...continua

    Caro Gianni, è vero che il capitalismo, l'America, l'Europa hanno fatto tante cose brutte, è vero che la rivoluzione cubana prometteva tante cose belle e che è stata una alternativa, ma secondo me , accanito lettore di generacion y, adesso dovrebbe fare basta e trovare una via di mezzo. Ah, come sono profondo!!

    ha scritto il 

  • 4

    E' inquietante leggere che ciò che Minà scriveva almeno 10 anni fa si è inesorabilmente avverato esattamente come l'aveva descritto.
    E' avvilente rendersi conto di quanto il mondo dell'informazione ...continua

    E' inquietante leggere che ciò che Minà scriveva almeno 10 anni fa si è inesorabilmente avverato esattamente come l'aveva descritto.
    E' avvilente rendersi conto di quanto il mondo dell'informazione sia imbavagliato ed imbrigliato dal potere, su scala mondiale.
    Alla fine quest'ultima è un'osservazione che ogni persona con un minimo di cinismo e malizia ha fatto propria, ma è sempre spiazzante averne una prova così schiacciante e incontrovertibile.

    ha scritto il 

  • 3

    Un giornalista vero...

    ... e naturalmente emarginato.
    A volte ossessivo su certi temi, come è giusto comunque per difendere la verità.
    La speranza è che dall'america latina venga il riscatto della socialdemocrazia; noi ...continua

    ... e naturalmente emarginato.
    A volte ossessivo su certi temi, come è giusto comunque per difendere la verità.
    La speranza è che dall'america latina venga il riscatto della socialdemocrazia; noi occidentali classici, ormai, siamo nell'abbraccio mortale del mercato e della ossessione del soldo...e ci fa comodo parlare dell'illiberalità di Cuba.

    ha scritto il